Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
Prove Libere
WSBK Estoril

SBK | Estoril, Libere: Yamaha torna davanti a tutti con Razgatlioglu

Toprak Razgatlioglu firma il miglior crono del venerdì di libere all'Estoril, candidandosi come l'uomo da battere nel fine settimana portoghese. Il pilota Yamaha precede di quasi due decimi Alvaro Bautista, secondo. Solo quarto Jonathan Rea, alle spalle di un rinvigorito Garrett Gerloff.

Toprak Razgatlioglu, Pata Yamaha WorldSBK

A distanza di un mese dal secondo round della stagione, la Superbike è tornata in pista per le prime due sessioni di prove libere del terzo appuntamento dell’anno. Teatro di questo nuovo weekend di gara è il tracciato dell’Estoril, che in questo venerdì ha visto rinascere le Yamaha. Sulla pista portoghese è infatti la R1 a dettare il ritmo sia nel primo sia nel secondo turno, con Garrett Gerloff padrone delle FP1 e Toprak Razgatlioglu dominatore delle FP2.

L’approccio del campione del mondo in carica è cambiato ed era per questo motivo uno dei piloti più attesi sulla pista lusitana. Sembra che il cambiamento abbia già avuto effetto, con il secondo crono la mattina e il miglior tempo nel pomeriggio. È un Razgatlioglu rinvigorito e determinato a trovare la prima affermazione stagionale quello che si presenta all’Estoril, mettendosi alle spalle anche nella combinata tutti gli avversari.

Razgatlioglu comanda la classifica combinata, ma il leader del mondiale non è lontano: Alvaro Bautista infatti paga solo 173 millesimi dal pilota Yamaha e chiude il venerdì in seconda posizione. Il pilota Ducati, terzo la mattina e secondo il pomeriggio, ha mostrato un ottimo passo in ottica gara e insidia il turco. Alle loro spalle si piazza un ottimo Garrett Gerloff, autore di un tempo record nelle FP1. Lo statunitense, dopo un avvio di stagione al di sotto delle aspettative, si è importo nella sessione mattutina, abbattendo il record del tracciato in 1’36”572.

L’alfiere GRT, quarto il pomeriggio e terzo nella combinata, insieme a Razgatlioglu dimostrano che Yamaha sembra adattarsi bene alla pista dell’Estoril. Ma attenzione a Jonathan Rea, che è apparso più in ombra in questo venerdì portoghese. Il pilota Kawasaki non è andato oltre il sesto crono nella prima sessione, accusando più di un secondo di ritardo da Gerloff, migliorando poi nel pomeriggio con un terzo tempo che lo colloca in quarta posizione nella combinata. Tuttavia è accreditato di un buon passo e questo fa ben sperare in ottica gara.

Oltre Gerloff che si è inserito nel terzetto di testa, ecco anche Michael Ruben Rinaldi, che inizia il round dell’Estoril con il piede giusto e chiude il venerdì con il quinto crono nella combinata. Il romagnolo della Ducati precede il connazionale della Yamaha: Andrea Locatelli è infatti sesto con l’altra Yamaha ufficiale a nove decimi dal compagno di squadra e leader di giornata. La sorpresa di giornata è caratterizzata da Xavi Vierge, che si porta in top 10 ed è il primo dei piloti Honda, in settima posizione. Più attardato è il suo compagno di squadra Iker Lecuona, nono nella combinata.

Tra i due portacolori Honda si inserisce Loris Baz, primo dei portacolori BMW. Il francese agguanta la top 10 con l’ottavo tempo e riesce a portare la moto della Casa di Monaco nelle prime dieci posizioni dopo una giornata difficile: all’inizio delle FP1 infatti, Michael van der Mark è caduto alla Curva 10 rimediando la frattura della testa del femore destro, infortunio che lo ha costretto a fermarsi. Gli altri piloti BMW sono fuori dai primi dieci, Scott Redding è 12° ed Eugene Laverty è 14°.

La seconda Kawasaki nella combinata è quella di Lucas Mahias, ottimo decimo con la ZX-10RR del team Puccetti. Il francese si porta in top 10 scalzando il più accreditato Alex Lowes, solo 11° con la Ninja ufficiale. Attardato anche Philipp Oettl, 15° e protagonista di una caduta nelle fasi finali delle FP2. Resta indietro Axel Bassani, 13°. Luca Bernardi è l’ultimo dei piloti italiani, in 20^ posizione, assente invece Roberto Tamburini, costretto allo stop per infortunio e sostituito da Marvin Fritz.  

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente SBK | Tegola BMW: Van der Mark si frattura il femore
Prossimo Articolo SBK | Oettl ko all’Estoril, Go Eleven chiama Fores

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia