SBK | Ducati prepara la stagione 2022 con i test a Misano

Il Misano World Circuit Marco Simoncelli ospita due giorni di test il 16 e 17 marzo, in cui Ducati si prepara alla stagione 2022. In pista tutti i team Superbike e Supersport, presenti anche Danilo Petrucci per il MotoAmerica e Michele Pirro per il CIV. Ci saranno anche BMW e Yamaha GRT.

SBK | Ducati prepara la stagione 2022 con i test a Misano
Carica lettore audio

Manca sempre meno all’inizio della nuova stagione Superbike, e i team si preparano per arrivare al round di apertura il più pronti possibile. La prossima settimana è il turno di Ducati, che si recherà a Misano il 16 e 17 marzo per dei test collettivi sulla pista di casa. Saranno presenti tutti i team Superbike, Supersport e altri campionati che fanno capo a Borgo Panigale, ma non saranno soli: in pista con le quattro cilindri vedremo anche BMW e Yamaha GRT.

Il team Aruba schiera i due portacolori ufficiali, Alvaro Bautista e Michael Ruben Rinaldi. I due proseguiranno il lavoro svolto nei test di Portimao e punteranno a fare dei passi in avanti per poter dare battaglia a Kawasaki e Yamaha, che lo scorso anno si sono giocate il titolo. Lo spagnolo ha grandi ambizioni, così come il pilota di casa, ed entrambi sono pronti a riscattarsi da un 2021 al di sotto delle aspettative.

Non solo ufficiali: in pista con i due Aruba scenderanno anche Philipp Oettl, in sella alla Panigale V4R del team GoEleven, e Luca Bernardi, a cui è stata affidata la Ducati del team Barni. I due si preparano al debutto nella massima classe, che avverrà ad Aragon fra meno di un mese nel round di apertura della stagione 2022. A proposito di debutti, in pista troveremo anche Oli Bayliss e Maximilian Kofler, con le Ducati di Aruba e CM Racing rispettivamente. I due si stanno preparando alla loro prima stagione nel mondiale Supersport. Cerca conferme Axel Bassani, che disputerà la sua seconda stagione in Superbike con il team Motocorsa ed è reduce da un buon test svolto a Vallelunga alla fine del mese scorso.

Ducati non sarà sola in questi due giorni di test, perché insieme al plotone di quattro cilindri, sulla pista di Misano troveremo anche BMW. Scott Redding e Michael van der Mark si uniscono al gruppo di Borgo Panigale per provare con le loro BMW M1000RR. La Casa tedesca schiera anche Loris Baz ed Eugene Laverty, che con il team indipendente faranno il loro primo test del 2022 in sella alla BMW.

Anche Yamaha ha deciso di prendere parte ai test di Misano e lo fa con il team GRT: saranno Garrett Gerloff e Kohta Nozane a rappresentare la Casa di Iwata, mentre per il team ufficiale bisognerà attendere il test di Barcellona, in programma fra due settimane. Kawasaki è assente in quanto team ufficiale, ma scenderà in pista con il team Puccetti.

La Superbike però non è l’unico campionato a svolgere questi due giorni di test, perché si vedranno delle facce conosciute al mondiale delle derivate di serie, ma che quest’anno non vi prenderanno parte. Parliamo di Danilo Petrucci e Tom Sykes. Il ternano sarà impegnato a Misano nell’ultimo test con la Panigale V4R in configurazione MotoAmerica. Una volta conclusi questi due giorni di test, Petrux volerà negli Stati Uniti e inizierà l’avventura oltreoceano. Il britannico invece si prepara al rientro nel BSB, e lo farà in sella alla Ducati del team PBM. Per Sykes sarà il primo approccio con la quattro cilindri preparata in configurazione BSB.

Ducati si sta preparando per il 2022 con un test a 360 gradi: mondiale, MotoAmerica, BSB e CIV sono i campionati in cui punta a dare il massimo. A Misano infatti si recheranno anche Michele Pirro e Mattia Pasini. Il primo, punto fermo di Borgo Panigale in quanto collaudatore storico, punta a confermare il titolo nel campionato con i test del 16 e 17 marzo. Avrà inoltre un primo confronto con quello che potrebbe essere il suo primo rivale. Mattia Pasini infatti si sta preparando al debutto nel CIV quest’anno e lo farà con la Ducati del team Broncos.

condivisioni
commenti

Podcast SBK | Phillip Island, spartiacque tra normalità e Covid

SSP | Evan Bros svela la Yamaha 2022 di Baldassarri e Sebestyen