Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia
WSBK Misano

SBK | Bautista non ha fretta di decidere il suo futuro, ma Ducati lo aspetterà

Dopo il difficile round di Misano del Mondiale Superbike, Alvaro Bautista non pensa ancora al suo futuro. Gigi Dall'Igna ha confermato che la Ducati aspetterà la sua decisione.

Alvaro Bautista, Aruba.It Racing - Ducati

Il futuro di Alvaro Bautista nel Mondiale Superbike non è ancora chiaro. Il pilota spagnolo aveva già pensato di ritirarsi nel 2023, ma alla fine ha rinnovato per un'altra stagione con il team Aruba, dopo essere diventato campione del mondo per il secondo anno consecutivo. Tuttavia, dopo un terzo di questa stagione, i dubbi sono tornati a galla.

Il pilota di Talavera de la Reina non si sente bene come vorrebbe sulla sua Panigale V4R dopo quattro gare. Non sta trovando il dominio che aveva in passato con una moto diversa e che ha anche più zavorra degli altri a causa della regola del peso minimo, nonostante lo spagnolo voglia minimizzare.

Dopo aver corso a Phillip Island, Barcellona ed Assen, Bautista ha commentato che pensava che dopo Misano sarebbe stato in grado di prendere una decisione, perché voleva aspettare di vedere come si comportava la Ducati su una pista che storicamente le è favorevole, e dopo alcuni miglioramenti ottenuti in alcuni test.

Ma allo spagnolo è mancato ancora una volta il feeling: dopo il terzo posto in Gara 1 e Gara 2 e la caduta nella Superpole Race, ha finito per perdere il primo posto nel Mondiale a favore di Toprak Razgatlioglu, e anche il secondo posto al suo compagno di squadra Nicolò Bulega.

Quindi, dopo il round italiano, il numero 1 ha offerto qualche indizio in più su quello che sarà il suo futuro, e ora lascia la porta aperta per prendere una decisione dopo il prossimo round di Donington Park (12-14 luglio)... o anche più tardi, senza una data precisa, dato che la sua priorità è migliorare il suo feeling con la Panigale.

"Ho detto che questo fine settimana era importante, perché venivamo da weekend strani come l'Australia, Barcellona, una pista complicata, e Assen, con le condizioni miste", ha esordito Bautista. "Questo fine settimana era una situazione più normale. Era importante ritrovare il feeling e non ci sono riuscito. Per quanto riguarda il mio futuro, ho detto dopo Misano, ma potrebbe essere domani o a novembre. Non ho parlato con nessuno e manca un mese alla prossima gara. Se mi sarà chiaro, deciderò. Altrimenti, aspetterò. Vorrei capire perché non ho il feeling che avevo l'anno scorso, e questo è il problema principale, non il mio futuro".

Álvaro Bautista, Aruba.It Racing - Ducati

Parlando con i media, ha commentato: "Al momento non ho una scadenza per decidere. Ci sono alcune domande nella mia mente, e la principale è perché non ho la stessa fiducia dell'anno scorso e cosa devo migliorare. Per quanto riguarda il mio futuro, non ne ho idea e né la Ducati né Aruba mi hanno chiesto cosa voglio fare. Forse ne parleremo questo mese, prima di Donington. Sono più preoccupato di riprendere confidenza con la moto che di decidere il mio futuro".

In realtà, a Misano c'era anche il direttore generale di Ducati Corse, Gigi Dall'Igna, che dopo aver risolto il conflitto di Borgo Panigale in MotoGP ora ha il compito di chiudere lo schieramento nel Mondiale Superbike. Anche se qui è più chiaro: il marchio aspetterà la decisione di Bautista, che è la sua prima scelta.

"Stiamo rinnovando il contratto con Aruba, abbiamo quasi chiuso l'accordo. Dopodiché dovremo chiudere i contratti con i piloti. Alvaro è un due volte campione del mondo, quindi è un pilota importante per noi e vorremmo continuare con lui. Andrea Iannone è stato fuori dalle corse per quattro anni. È tornato pochi mesi fa e non è facile. Ha mostrato il suo potenziale in alcuni momenti, ma deve migliorare un po'. Mi fido di lui, perché lo conosco e so che ha talento. Può fare molto bene. La nostra prima scelta sarà Alvaro", ha spiegato il tecnico veneto, citando anche Iannone.

Leggi anche:

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Addio Supersport 300: la SBK avrà una nuova categoria nel 2026
Prossimo Articolo SBK | Mia Rusthen sarà trasferita in Norvegia sabato

Top Comments

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia Italia