WSBK
31 lug
Evento concluso
31 lug
Canceled
07 ago
Evento concluso
21 ago
Postponed
G
Aragon
28 ago
Prossimo evento tra
17 giorni
G
Barcelona
18 set
Prossimo evento tra
38 giorni
G
Magny-Cours
02 ott
Prossimo evento tra
52 giorni
G
Villicum
09 ott
Prossimo evento tra
59 giorni
G
Misano
06 nov
Prossimo evento tra
87 giorni

SBK, Barni introduce un nuovo serbatoio per la Ducati

condivisioni
commenti
SBK, Barni introduce un nuovo serbatoio per la Ducati
Di:
18 mag 2020, 09:44

Il team Barni ha progettato e realizzato con Divion srl un nuovo serbatoio per la Ducati Panigale V4 R di Leon Camier.

Il mondiale Superbike è bloccato a causa della pandemia del Coronavirus, ma le squadre non si sono mai fermate, anzi. In attesa della ripartenza, prevista per fine luglio sul circuito di Jerez, i team hanno proseguito in ogni modo a portare avanti il lavoro per poter tornare in pista nelle migliori condizioni possibili.
Il team Barni in particolare ha lavorato su un nuovo serbatoio per poter permettere a Leon Camier di tornare alle gare con una moto più adatta alle sue esigenze e caratteristiche. Sulla V4, il pilota britannico avrà una nuova ergonomia che sarà utile per poter avere un miglior feeling soprattutto in fase di 'turning' ed una posizione migliore in sella.
Il nuovo serbatoio per la Panigale V4 R di Camier è stato realizzato da Divion srl, un'azienda specializzata nella progettazione e realizzazione di particolari meccanici su misura. In questo caso, la nuova appendice è stata creata in base alle indicazioni del pilota tramite la scansione 3D e Reverse Engineering, poi verrà testato in pista.
Marco Barnabò, team manager Barni, afferma: "Leon ha dato indicazioni importanti per lo sviluppo della Ducati Panigale V4 R, tra queste  ha manifestato la necessità di una posizione di guida diversa per sfruttare al 100% la moto. Il fattore "altezza" gioca un ruolo centrale nella posizione in sella e noi vogliamo fare di tutto per metterlo nelle migliori condizioni".
"Ci siamo detti 'Se serve un nuovo serbatoio, facciamolo'. Tramite un altro fornitore abbiamo contattato Divion e abbiamo incontrato una realtà seria, competente e veloce, che nonostante le difficoltà dovute al Coronavirus ha recepito le nostre indicazioni e ci ha fatto avere il primo prototipo in tempi rapidissimi. Ora aspettiamo l'occasione per testare anche questo componente e ascoltare il feedback di Camier".

Anche Stefano Bompiani, CEO di Divion srl, afferma: "La nostra filosofia open ci porta ad avere partner di riferimento sempre nuovi, ciò che resta immutato è l’obiettivo di soddisfare le esigenze dei nostri clienti sfruttando tutto ciò che di evoluto e tecnico è presente sul mercato. Con questo approccio ci siamo avvicinati anche alle esigenze del Barni Racing Team, cercando di applicare le nostre competenze in un settore che personalmente già conosco, quello del motorsport. Ogni volta è una sfida nuova perché cambiano le esigenze, la parte affascinante di questo progetto è che non esiste un’unica strada da percorrere, ma solo quella di mettere a proprio agio il pilota. Tutto dipende dalle sue sensazioni".

SBK, Rea: “Toprak mio erede. In MotoGP sono stato messo da parte”

Articolo precedente

SBK, Rea: “Toprak mio erede. In MotoGP sono stato messo da parte”

Prossimo Articolo

Ducati osserva la crescita del figlio d'arte Oli Bayliss

Ducati osserva la crescita del figlio d'arte Oli Bayliss
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Autore Lorenza D'Adderio