Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia

SBK | Assen: Bautista beffa Rea e trionfa in Superpole Race

Nella Superpole Race ad Assen, Jonathan Rea ci prova e ci crede, ma Alvaro Bautista si impone e conquista il secondo successo del weekend, firmando la vittoria numero 399 per Ducati. Il pilota Kawasaki è secondo e precede un Toprak Razgatlioglu opaco e terzo. Fatica ancora Michael Ruben Rinaldi, tredicesimo.

Alvaro Bautista, Aruba.it Racing Ducati, Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team WSBK

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Assen accoglie la Superbike con condizioni ideali, tuttavia un problema sulla BMW di Loris Baz lascia olio in pista e costringe a una partenza ritardata della Superpole Race, che scombina un po’ gli equilibri della domenica mattina olandese. Ciò che però non cambia è il risultato finale: il podio è identico a quello di Gara 1, Alvaro Bautista firma il secondo successo del weekend e punta alla cifra tonda: con il trionfo nella gara sprint, ha regalato la vittoria numero 399 a Ducati.

Ci crede e ci prova Jonathan Rea, ma ancora una volta deve piegarsi allo strapotere del campione del mondo in carica. Il pilota Kawasaki non molla mai lo spagnolo e tenta il sorpasso in diversi momenti di una Superpole Race accorciata a 8 giri per via della partenza ritardata. Nonostante fosse più veloce del rivale della Ducati in alcuni punti, il sei volte iridato non riesce a centrare il successo e deve accontentarsi del secondo posto alla bandiera a scacchi, staccato poi di 9 decimi.

L’ultimo gradino del podio disponibile è ad appannaggio di Toprak Razgatlioglu, autore di una partenza lenta e di una gara opaca. Se nei primi momenti della Superpole Race sembra poter essere della partita, con il passare dei giri perde terreno nei confronti dei primi due. Il pilota Yamaha taglia il traguardo in terza posizione, a un secondo dal vincitore e dopo 8 giri in cui è apparso più arrendevole.

Alex Lowes si riscatta dopo la Gara 1 disastrosa e resta ai piedi del podio, chiudendo la gara breve in quarta posizione. Il pilota Kawasaki paga tuttavia ben 3 secondi di distacco da Bautista ed è autore di una gara “in solitaria”. Per vedere il quinto passare sotto la bandiera a scacchi bisogna infatti aspettare diversi secondi: Andrea Locatelli chiude la Superpole Race alle spalle di Lowes, con però ben 6 secondi di ritardo dalla vetta (3 dal britannico di Kawasaki).

Locatelli è il migliore dei piloti italiani e riesce ad avere la meglio su Axel Bassani, insidioso nei primi giri e poi sesto al traguardo. Il portacolori Motocorsa è il primo dei piloti indipendenti anche nella Superpole Race e precede Dominique Aegerter, ottimo settimo con la Yamaha del team GRT. Riesce ad agguantare la top 10 anche la coppia ufficiale BMW, con Scott Redding, ottavo e Michael van der Mark decimo. Tra i due si inserisce Xavi Vierge, migliore dei rappresentanti Honda e nono.

Fatica Iker Lecuona, che non va oltre l’11° posto finale davanti a Remy Gardner, 12° con l’altra Yamaha della formazione GRT. I due precedono un Michael Ruben Rinaldi che non riesce a trovare il bandolo della matassa ed è solamente 13°. Ancora una volta il portacolori Aruba è costretto a correre nelle posizioni di rincalzo e paga quasi 12 secondi dal vincitore e compagno di squadra Bautista.

Attardati anche gli altri italiani: Danilo Petrucci è 15° con la Panigale V4R del team Barni, dietro all’altra Ducati della formazione Goeleven di Philipp Oettl. Lorenzo Baldassarri è 20° mentre Gabriele Ruiu è 22° e resta davanti solo a Oliver Konig, che chiude lo schieramento. Gara da dimenticare per Loris Baz, che non è nemmeno partito dopo il problema avuto nel giro di ricognizione e che ha costretto a ritardare la partenza.

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 1 Spain Alvaro Bautista Ducati 10 -      
2 65 United Kingdom Jonathan Rea Kawasaki 10 0.916 0.916 0.916  
3 54 Turkey Toprak Razgatlioglu Yamaha 10 1.757 1.757 0.841  
4 22 United Kingdom Alex Lowes Kawasaki 10 3.126 3.126 1.369  
5 55 Italy Andrea Locatelli Yamaha 10 6.067 6.067 2.941  
6 47 Italy Axel Bassani Ducati 10 6.781 6.781 0.714  
7 77 Switzerland Dominique Aegerter Yamaha 10 7.054 7.054 0.273  
8 45 United Kingdom Scott Redding BMW 10 7.125 7.125 0.071  
9 97 Spain Xavi Vierge Honda 10 8.568 8.568 1.443  
10 60 Netherlands Michael van der Mark BMW 10 10.344 10.344 1.776  
11 7 Spain Iker Lecuona Honda 10 10.546 10.546 0.202  
12 87 Australia Remy Gardner Yamaha 10 11.246 11.246 0.700  
13 21 Italy Michael Ruben Rinaldi Ducati 10 11.807 11.807 0.561  
14 5 Germany Philipp Oettl Ducati 10 12.037 12.037 0.230  
15 9 Italy Danilo Petrucci Ducati 10 12.825 12.825 0.788  
16 28 Bradley Ray Yamaha 10 13.079 13.079 0.254  
17 31 United States Garrett Gerloff BMW 10 13.549 13.549 0.470  
18 35 Malaysia Hafizh Syahrin Honda 10 20.193 20.193 6.644  
19 66 United Kingdom Tom Sykes Kawasaki 10 21.340 21.340 1.147  
20 34 Italy Lorenzo Baldassarri Yamaha 10 24.463 24.463 3.123  
21 51 Brazil Eric Granado Honda 10 25.353 25.353 0.890  
22 16 Italy Gabriele Ruiu BMW 10 25.706 25.706 0.353  
23 52 Czech Republic Oliver Konig Kawasaki 10 27.243 27.243 1.537  
  32 Spain Isaac Viñales Kawasaki 0        
  76 France Loris Baz BMW 0

 

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente SBK | Assen: Bautista implacabile piega Rea in Gara 1
Prossimo Articolo SBK | Assen, Gara 2: Bautista regala a Ducati la vittoria 400!

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia