SBK, Aragon, Libere 1: la Ducati Panigale V4 vola e Bautista fa segnare un tempo record

condivisioni
commenti
SBK, Aragon, Libere 1: la Ducati Panigale V4 vola e Bautista fa segnare un tempo record
Di:
05 apr 2019, 09:57

Bautista si impone nel primo turno di libere e batte il record della pista, staccando di oltre un secondo gli avversari. Secondo crono per Alex Lowes, mentre Jonathan Rea è più in difficoltà ed è terzo. Buon inizio per Davies, quarto, seguito da Leon Haslam.

La Superbike è approdata a MotorLand Aragon per dare inizio alla stagione europea del mondiale: la sfida si rinnova e si va subito a caccia della Ducati, che inizia il weekend dominando ancora. Al termine della prima sessione di prove libere, il nome al vertice della classifica dei tempi non cambia, Alvaro Bautista continua ad imporsi senza lasciare nulla agli avversari. Sul tracciato di casa, lo spagnolo frantuma il record della pista e scende sotto l’1:50, dimostrando di essere l’uomo da battere e che l’impresa non sarà facile.

Il pilota Ducati, in sella alla Panigale V4 R stacca gli inseguitori di oltre un secondo, dopo aver fermato il cronometro sull’1'49"692, batte così il record appartenuto fino ad oggi al suo compagno di squadra. Impossibile per chiunque fermarlo già dal venerdì, ma il pilota che più gli è andato vicino è Alex Lowes: il portacolori del team Pata Yamaha archivia la prima sessione di libere in seconda posizione, rimanendo comunque ad 1"1 dal leader. Il britannico precede Jonathan Rea, decisamente più in difficoltà in questo inizio di weekend. Il Campione del mondo in carica, nonostante sia passato al comando in alcune fasi del turno, non riesce ad andare oltre il terzo crono, accusando quasi 1"2 secondi di distacco dal diretto rivale in classifica.

Leggi anche:

Sembra partire con il piede giusto il fine settimana di Chaz Davies, che chiude la mattinata con il quarto tempo. Su una pista amica, il gallese riesce ad esprimere il proprio potenziale e quello della Panigale V4 R, portandosi a 79 millesimi da Rea e ad 1"2 secondi dal compagno di squadra e leader delle libere. Buon inizio anche per Leon Haslam, che sembra aver superato i problemi alla schiena che lo avevano condizionato a Buriram e si porta in quinta posizione, proprio dietro a Davies.

La sorpresa di giornata è Eugene Laverty, che agguanta il sesto crono ed è il primo dei piloti indipendenti. In sella alla Panigale V4 del team Goeleven, l’irlandese riesce a rimanere attaccato ai piloti di testa, accusando solamente 84 millesimi da Haslam. Alle sue spalle troviamo Tom Sykes, che con la BMW rientra fra i primi dieci e precede anche le più competitive Yamaha GRT.

Resta attardato Michael van der Mark, che non va oltre l’ottavo crono e paga più di un secondo e mezzo da Bautista. Il nono tempo è dell’altra Yamaha di Sandro Cortese, che precede la Kawasaki del team Pedercini, guidata da Jordi Torres. Quest’ultimo sulla pista di casa riesce ad agguantare la top 10 proprio nel finale.

Inizio difficile per Marco Melandri, quattordicesimo davanti al connazionale Michael Ruben Rinaldi. Restano molto indietro anche le due Honda di Leon Camier e Kiyonari, sedicesimo e diciassettesimo rispettivamente. 

Risultati Prove Libere 1

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 19 Spain Alvaro Bautista  Ducati 19 1'49.692     166.622
2 22 United Kingdom Alex Lowes  Yamaha 17 1'50.819 1.127 1.127 164.928
3 1 United Kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 14 1'50.841 1.149 0.022 164.895
4 7 United Kingdom Chaz Davies  Ducati 17 1'50.920 1.228 0.079 164.778
5 91 United Kingdom Leon Haslam  Kawasaki 18 1'50.985 1.293 0.065 164.681
6 50 Ireland Eugene Laverty  Ducati 16 1'51.069 1.377 0.084 164.557
7 66 United Kingdom Tom Sykes  BMW 11 1'51.215 1.523 0.146 164.341
8 60 Netherlands Michael van der Mark  Yamaha 18 1'51.308 1.616 0.093 164.203
9 11 Germany Sandro Cortese  Yamaha 15 1'51.427 1.735 0.119 164.028
10 81 Spain Jordi Torres  Kawasaki 11 1'51.679 1.987 0.252 163.658
11 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 16 1'51.839 2.147 0.160 163.424
12 28 Germany Markus Reiterberger  BMW 16 1'51.993 2.301 0.154 163.199
13 36 Argentina Leandro Mercado  Kawasaki 16 1'52.410 2.718 0.417 162.594
14 33 Italy Marco Melandri  Yamaha 17 1'52.429 2.737 0.019 162.566
15 21 Italy Michael Ruben Rinaldi  Ducati 14 1'52.710 3.018 0.281 162.161
16 2 United Kingdom Leon Camier  Honda 18 1'53.505 3.813 0.795 161.025
17 23 Japan Ryuichi Kiyonari  Honda 17 1'53.814 4.122 0.309 160.588
18 52 Alessandro Delbianco  Honda 15 1'54.890 5.198 1.076 159.084
Prossimo Articolo
SBK, Honda ad Aragon tra ritorni ed interrogativi

Articolo precedente

SBK, Honda ad Aragon tra ritorni ed interrogativi

Prossimo Articolo

SBK, Aragon, Libere 2: Bautista e la Ducati dominano ancora sotto la pioggia

SBK, Aragon, Libere 2: Bautista e la Ducati dominano ancora sotto la pioggia
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie