SBK, Aragon: Bautista e la Ducati conquistano una Superpole anomala, Rea solo decimo

condivisioni
commenti
SBK, Aragon: Bautista e la Ducati conquistano una Superpole anomala, Rea solo decimo
Di:
06 apr 2019, 10:00

Lo spagnolo vola anche in qualifica e ottiene la seconda Superpole consecutiva. Prima fila inedita, con Sandro Cortese secondo e Tom Sykes terzo. Kawasaki opache ed in difficoltà, Jonathan Rea non va oltre la decima posizione, Haslam è dodicesimo. Indietro anche Chaz Davies, ottavo.

Si era nascosto nella terza ed ultima sessione di prove libere, ma quando contava si è imposto ancora una volta su tutti gli avversari: Alvaro Bautista conquista la seconda Superpole della carriera con un tempo stratosferico che dimostra ancora lo strapotere del binomio tra lo spagnolo e la Ducati Panigale V4 R. Nella qualifica sono emersi gli oustider, Sandro Cortese firma un gran crono e agguanta nel finale la seconda posizione, mentre Tom Sykes dà prova di essere uno dei migliori sul giro secco e conquista la terza casella.

Bautista ritocca così il record della pista, abbassando il tempo del compagno di squadra e fermando il cronometro sull’1”49'049. Cortese però non è lontanissimo, paga 3 decimi dal pilota Ducati e riesce ad essere il primo pilota Yamaha, fermando il dominio di Lowes. Più attardato Sykes, che con la sua BMW rimane a mezzo secondo dal poleman, ma si rende protagonista di una sessione di rilievo.

Escluso Bautista, la prima fila è inedita e troviamo ben tre moto nelle prime tre posizioni. Manca all’appello la Kawasaki, sparita completamente in Superpole. La prima ZX-10RR è quella del team indipendente Pedercini Jordi Torres. Lo spagnolo sulla pista di casa precede anche gli ufficiali, in estrema difficoltà durante la qualifica. Jonathan Rea, che nelle prime fasi si era portato al comando con tempi interessanti, non va oltre la decima piazza e paga quasi un secondo da Bautista. Ancora più indietro Leon Haslam, solo dodicesimo.

Con le due Kawasaki in crisi, emergono gli avversari: Alex Lowes apre la seconda fila e precede la Ducati del team Barni guidata da Michael Ruben Rinaldi. L’italiano, in sella alla Panigale V4 R, accusa 6 decimi di ritardo dalla gemella in pole ed è seguito dall’altra Ducati indipendente: Eugene Laverty continua a stupire e chiude la prima fila con un sesto crono dopo aver anche insidiato le prime posizioni.

Chi resta più attardato è Chaz Davies, che non riesce a capitalizzare le buone prestazioni delle libere ed in Superpole non va oltre l’ottavo tempo. 921 millesimi separano il gallese dal compagno di squadra e detentore della pole position e rimane anche dietro alla BMW di Markus Reiterberger. Il tedesco è infatti settimo ed aprirà la terza fila in Gara 1. Deludono Michael van der Mark e Marco Melandri, che con le due Yamaha chiudono fuori dalla top 10: l’olandese è undicesimo, mentre il pilota tricolore è solo tredicesimo e protagonista di una caduta alla curva 2, fortunatamente senza conseguenze.  

Risultati Superpole e griglia di partenza

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 19 Spain Alvaro Bautista  Ducati 10 1'49.049     167.605
2 11 Germany Sandro Cortese  Yamaha 8 1'49.414 0.365 0.365 167.046
3 66 United Kingdom Tom Sykes  BMW 8 1'49.557 0.508 0.143 166.828
4 22 United Kingdom Alex Lowes  Yamaha 7 1'49.563 0.514 0.006 166.819
5 21 Italy Michael Ruben Rinaldi  Ducati 6 1'49.689 0.640 0.126 166.627
6 50 Ireland Eugene Laverty  Ducati 9 1'49.722 0.673 0.033 166.577
7 28 Germany Markus Reiterberger  BMW 9 1'49.779 0.730 0.057 166.490
8 7 United Kingdom Chaz Davies  Ducati 9 1'49.970 0.921 0.191 166.201
9 81 Spain Jordi Torres  Kawasaki 7 1'49.984 0.935 0.014 166.180
10 1 United Kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 8 1'50.013 0.964 0.029 166.136
11 60 Netherlands Michael van der Mark  Yamaha 7 1'50.264 1.215 0.251 165.758
12 91 United Kingdom Leon Haslam  Kawasaki 10 1'50.383 1.334 0.119 165.579
13 33 Italy Marco Melandri  Yamaha 7 1'50.560 1.511 0.177 165.314
14 2 United Kingdom Leon Camier  Honda 9 1'50.812 1.763 0.252 164.938
15 36 Argentina Leandro Mercado  Kawasaki 9 1'50.822 1.773 0.010 164.923
16 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 7 1'50.985 1.936 0.163 164.681
17 23 Japan Ryuichi Kiyonari  Honda 9 1'52.716 3.667 1.731 162.152
18 52 Alessandro Delbianco  Honda 8 1'52.769 3.720 0.053 162.076
 
Prossimo Articolo
SBK, Aragon, Libere 3: Rea torna in testa, Bautista e la Ducati in quarta posizione

Articolo precedente

SBK, Aragon, Libere 3: Rea torna in testa, Bautista e la Ducati in quarta posizione

Prossimo Articolo

SBK, Aragon: Bautista fa ancora il vuoto con la Ducati e vince Gara 1

SBK, Aragon: Bautista fa ancora il vuoto con la Ducati e vince Gara 1
Carica commenti
Sii il primo a ricevere le
ultime notizie