WSBK
31 lug
Evento concluso
31 lug
Canceled
07 ago
SSP300 Gara 2 in
16 Ore
:
30 Minuti
:
32 Secondi
21 ago
Postponed
G
Aragon
28 ago
Prossimo evento tra
19 giorni
G
Barcelona
18 set
Prossimo evento tra
40 giorni
G
Magny-Cours
02 ott
Prossimo evento tra
54 giorni
G
Villicum
09 ott
Prossimo evento tra
61 giorni
G
Misano
06 nov
Prossimo evento tra
89 giorni

SBK 2020: ecco gli orari TV di Sky e TV8 del round di Jerez

condivisioni
commenti
SBK 2020: ecco gli orari TV di Sky e TV8 del round di Jerez
Di:
29 lug 2020, 07:35

La Superbike riparte da Jerez de la Frontera in questo fine settimana, con Alex Lowes che arriva al round spagnolo da leader della classifica. Gli avversari sono tanti e la lotta sarà intensa, tutta da seguire su Sky e TV8.

Si torna in pista! Dopo lo stop causato dalla pandemia del Coronavirus, i campionati sono ripartiti e questo fine settimana è il turno del mondiale Superbike, che riaccende i motori per riprendere una stagione iniziata in grande stile ed interrotta poco dopo. Le derivate di serie ripartono da Jerez de la Frontera, prendendo il testimone della MotoGP, che qui ha corso per due weekend consecutivi, ed affrontando condizioni atmosferiche altrettanto complicate come quelle trovate dai prototipi.

Tanta è l’attesa, dopo un round di Phillip Island che ha regalato emozioni, sorprese, conferme e colpi di scena. Sarà Alex Lowes a presentarsi all’appuntamento andaluso da leader del mondiale, dopo un weekend in Australia fatto di costanza e condito da una splendida vittoria in Gara 2. Non starà però a guardare il suo agguerrito compagno di squadra: Jonathan Rea, dominatore assoluto della categoria, vuole riscattarsi dal round australiano fatto di alti e bassi e ha tutte le carte in regola per farlo. Nei test che hanno anticipato la ripartenza infatti, il campione del mondo in carica ha mostrato un grande stato di forma. I due Kawasaki dunque saranno determinati a fare bene.

Occhi puntati anche su Ducati, che può fare la voce grossa con Scott Redding. Il britannico, che sembra essere adattato bene alla Panigale V4 R del mondiale, arriva a Jerez da diretto inseguitore di Lowes e cerca il guizzo su una pista dove lo scorso anno proprio il team bolognese ha conquistato la vittoria in due delle tre gare disputate. Ancora a digiuno di successi, Redding cerca la conferma sul tracciato andaluso, che conosce bene e su cui ha già girato nei test, mostrandosi competitivo. Discorso diverso invece per Chaz Davies, che punta al miglioramento del feeling ed alla risalita dopo un avvio di stagione non ottimale.

Ma Ducati porta in pista un fiore all’occhiello: a Jerez infatti ritroveremo Marco Melandri, chiamato dal team Barni per sostituire Leon Camier, ancora alla prese con l’infortunio alla spalla che non gli permette di portare avanti la stagione. Dopo aver annunciato il ritiro alla fine del 2019, il ravennate indossa di nuovo tuta e casco e si mette alla prova a 37 anni in sella alla quattro cilindri con cui afferma di poter far bene.

Torna in pista carico anche Toprak Razgatlioglu, che cerca di rifarsi dalla delusione di Gara 2 a Phillip Island. Il neo pilota Yamaha ha conquistato il successo all’esordio e si sarebbe ripetuto se non avesse finito la benzina, nella seconda manche, che lo ha privato della seconda vittoria del weekend. Grande debutto con la R1 per il turco, che si è messo subito davanti al compagno di squadra. Michael van der Mark infatti a Jerez tenterà di recuperare terreno sul vicino di box già scomodo ed è determinato ad iniziare con il piede giusto l’ultimo anno in Yamaha. L’olandese infatti passerà in BMW nel 2021.

Il mercato piloti comunque si è mosso senza sosta anche durante il lockdown e l’annuncio di van der Mark in BMW ha scosso i due piloti titolari, entrambi in scadenza a fine anno e con necessità di dimostrare qualcosa in questa ripartenza. Eugene Laverty e Tom Sykes hanno mostrato progressi durante i test ed anche la squadra sembra in crescita, pertanto tutti e due daranno il massimo per fare capire che meritano di rimanere.

Tanta attesa anche in casa Honda: il team giapponese, tornato il maniera ufficiale con HRC, ha esordito con risultati tutto sommato positivi e spera di poter replicare o migliorare le prestazioni anche a Jerez de la Frontera. Su questo tracciato, Alvaro Bautista ha già vinto due volte da quando è in Superbike e, pur non potendo ambire al gradino più alto del podio, quest’anno punta a progredire in sella alla Fireblade del nuovo progetto nipponico. Anche Leon Haslam si augura di poter continuare su questa linea per fare dei passi in avanti e lottare per le posizioni che contano il prima possibile.

L’intero round di Jerez de la Frontera sarà trasmesso in diretta TV su Sky Sport MotoGP HD e, a partire dalle qualifiche del sabato, anche su TV8.

Palinsesto Sky Sport MotoGP HD

Venerdì 31 luglio
10.30 - Superbike Prove libere 1
11.30 - Supersport Prove libere 1
15.00 - Superbike Prove libere 2
16.00 - Supersport Prove libere 2

Sabato 1 agosto
9.00 - Superbike Prove libere 3
9.30 - Supersport Prove libere 3
11.00 - Superbike Superpole
11.40 - Supersport Superpole
14.00 - Superbike Gara 1
15.15 - Supersport Gara 1

Domenica 2 agosto
11.00 - Superbike Superpole Race
12.30 - Supersport Gara 2
14.00 - Superbike Gara 2

Palinsesto TV8

Sabato 1 agosto
14.00 - Superbike Gara 1

Domenica 2 agosto
13.00 -  Superbike Superpole Race (differita)
14.00 - Superbike Gara 2

Moto Stories: Troy Bayliss, eroe dei due mondi

Articolo precedente

Moto Stories: Troy Bayliss, eroe dei due mondi

Prossimo Articolo

Redding: "Non vedo l'ora di tornare in pista"

Redding: "Non vedo l'ora di tornare in pista"
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Evento Jerez
Location Circuito de Jerez
Autore Lorenza D'Adderio