Redding: “Questo è ciò che serve se vogliamo puntare al titolo”

Scott Redding è il pilota che nel weekend di Navarra ha raccolto il maggior numero di punti disponibili e rientra prepotentemente nella lotta per il mondiale. Con il secondo posto di Gara 2, si porta a 38 lunghezze dai due leader e si candida come un contendente.

Redding: “Questo è ciò che serve se vogliamo puntare al titolo”

Nel weekend in cui è stato dato l’annuncio della separazione a fine stagione, Scott Redding e la Ducati brillano e conquistano Navarra. Il britannico ha trionfato in due delle tre gare disputate, diventando il pilota che ha raccolto il maggior numero di punti del fine settimana, ben 57 dei 62 in palio. In queste condizioni, il britannico rientra prepotentemente in lotta per il titolo e si porta a 38 lunghezze dai due davanti a sé che comandano la classifica.

Non è un’impresa facile quella di Redding, tuttavia a Navarra ha dimostrato di poter essere della partita e, insieme a Rea e Razgatlioglu, ha fatto una differenza enorme sugli avversari. Indubbiamente, il pilota del team ufficiale Ducati archivia questo primo round di Navarra del mondiale Superbike con enorme soddisfazione e si prepara a dare battaglia anche in Francia, prossimo appuntamento fra tre settimane.

A Redding è mancata la tripletta nel weekend spagnolo, tuttavia ci è andato molto vicino in Gara 2. Ha tagliato il traguardo con poco più di un secondo di distacco dal vincitore Razgatlioglu e per un attimo ha anche pensato di poterlo andare a prendere. Il sorpasso su Rea lo ha galvanizzato e in un primo momento ha puntato al bottino grosso, salvo poi ragionare e pensare all’impossibilità di mettere le sue ruote davanti a quelle del turco.

“È stato un buon weekend, sono contento di come è andato – commenta Redding al termine di Gara 2 – Due primi e un secondo posto sono ciò che serve se vogliamo essere dei contendenti al titolo. In Gara 2 non avevo il feeling che avevo ieri, non sono riuscito a sfruttare la moto al massimo del suo potenziale, a volte andavo un po’ largo e non potevo massimizzare i punti forti della nostra moto. Oggi l’anteriore scivolava molto e mi sono detto ‘ok, porta pazienza e magari si avvicinano un po’’. Jonathan ha commesso un paio di errori e io sentivo che il mio ritmo stava arrivando. Alla fine volevo provare a prendere Toprak, ma poi ho valutato i rischi, se valeva la pena provarci e mi sono detto che andava bene così. Prendiamo questi punti e non vedo l’ora di arrivare a Magny-Cours”.

condivisioni
commenti
Mondiale 2021: Toprak e Rea a pari punti, si riparte "da zero"

Articolo precedente

Mondiale 2021: Toprak e Rea a pari punti, si riparte "da zero"

Prossimo Articolo

Rea: “Non avevo il ritmo, alla fine ero in difficoltà”

Rea: “Non avevo il ritmo, alla fine ero in difficoltà”
Carica commenti
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021