Rea: “Passare Chaz è stato difficile! A Magny-Cours l’obiettivo è vincere”

condivisioni
commenti
Rea: “Passare Chaz è stato difficile! A Magny-Cours l’obiettivo è vincere”
17 set 2018, 13:08

Il leader del campionato è autore della terza doppietta consecutiva e vince Gara 2 dopo un grande duello con Davies. Ora punta alla Francia, dove potrebbe conquistare il quarto titolo consecutivo

Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Podio: il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing

Jonathan Rea non si ferma più: imbattuto da Laguna Seca, il campione del mondo in carica è stato autore della terza doppietta consecutiva vincendo anche Gara 2 a Portimao. Se però nella prima manche i 25 punti sono arrivati più agevolmente, la domenica è stata più complicata. Il pilota Kawasaki scattava dalla nona posizione e ha dovuto rimontare per poter salire sul gradino più alto del podio. Non un’impresa facile, soprattutto quando si è dovuto confrontare con il suo primo rivale in classifica. Chaz Davies è stato un osso duro e per molti giri i due hanno regalato spettacolo in un duello che ha poi visto trionfare il britannico del team KRT.

Con la vittoria di oggi Rea arriva a quota 66. È il più vincente di sempre, ma ormai non è una novità. Il britannico però appare sorpreso del risultato, più sudato del solito: “È pazzesco, ancora non ci credo. È incredibile! La gara è stata molto complicata, perché ho dovuto lottare molto dall’inizio. Ho fatto una grande partenza ed alla curva 5 mi sono trovato proprio dietro a Tom Sykes. Ho provato a passarlo, ma purtroppo quando siamo nel gruppo facciamo fatica ad essere veloci come quando siamo davanti e possiamo imporre il ritmo”.

Nelle prime fasi di gara, il britannico è stato protagonista di un duello con il compagno di squadra. I due non hanno battagliato molto, Rea ne aveva di più e ha sferrato l’attacco per poter continuare la rimonta: “Ho tentato il sorpasso due volte, ma Tom rispondeva. Mi sentivo un po’ frustrato, perché non aveva un passo veloce ed io avevo bisogno di superarlo e poter fare il mio ritmo. Alla fine sono riuscito a passare alla curva 13”.

Poi è arrivato il turno di Davies, con un duello che ha infiammato Gara 2: “Ho passato molti giri dietro Chaz, sorpassarlo è stato difficile, perché frena davvero molto tardi. Con il passare dei giri il mio passo iniziava a calare perché non riuscivo a superarlo, così mi sono dovuto inventare qualcosa. Alla fine sono riuscito a sferrare l’attacco alla curva 10, in cima alla collina”.

Bottino pieno anche in Portogallo e 116 punti di vantaggio in classifica. Numeri da capogiro per Rea, a cui bastano 34 punti per riconfermarsi campione del mondo e questo potrebbe avvenire già alla prossima gara: “A Magny-Cours l’obiettivo è vincere. Certo, ho sei gare per farlo e voglio conquistare il titolo con un buon risultato. Non voglio commettere errori”.

Prossimo Articolo
Portimao, Gara 2: Rea vince di nuovo portandosi dietro van der Mark e Melandri

Articolo precedente

Portimao, Gara 2: Rea vince di nuovo portandosi dietro van der Mark e Melandri

Prossimo Articolo

Melandri: "Il prossimo anno? Guiderò il motorhome di Rea!"

Melandri: "Il prossimo anno? Guiderò il motorhome di Rea!"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Algarve
Tipo di articolo Intervista