Rea: “Most non tra le migliori piste, ma non possiamo scegliere”

Jonathan Rea commenta il venerdì di libere del round di Most, concentrando l'attenzione sulla sicurezza, a suo dire sicuramente scarsa. Il pilota Kawasaki è piuttosto critico verso la condizione in cui versa l'impianto, non all'altezza di un campionato mondiale.

Rea: “Most non tra le migliori piste, ma non possiamo scegliere”

Al centro dell’attenzione del round di Most c’è proprio la pista, messa sotto accusa da molti piloti a causa della scarsa sicurezza. L’impianto non rispetta gli standard secondo molti dei protagonisti del mondiale Superbike e anche Jonathan Rea storce un po’ la bocca pensando alla scelta di inserire questo tracciato ceco al posto di altri.

Tuttavia, al contrario del suo rivale Scott Redding, il pilota Kawasaki appare più pacato e commenta il venerdì di libere del round di Most, sesta prova di un mondiale che in questo momento lo vede favorito. Sesto al mattino, non è sceso in pista nel pomeriggio per la pioggia caduta sulla pista. Il campione in carica ha evitato di prendere rischi e ha già le idee piuttosto chiare su come affrontare il resto del fine settimana in ottica lavoro sulla moto: “Non avevo alcuna aspettativa quando sono arrivato qui, ho imparato un po’ la pista e abbiamo trovato qualche trucchetto in alcune aree. Ma siamo stati fortunati, perché le FP1 non sono state interrotte, quindi siamo riusciti a fare un lavoro continuato sulla moto. Nella seconda sessione dovevamo confermare il lavoro fatto, ma pioveva e non siamo scesi in pista. Nel complesso la giornata è stata positiva e sono rimasto sorpreso dal feeling con la pista”.

Quel che resta però è la polemica per degli standard di sicurezza al di sotto delle aspettative, secondo la maggior parte dei piloti del mondiale. Rea sicuramente non è entusiasta e ne spiega i motivi: “È difficile, nel mondiale andiamo su piste davvero fantastiche, non si può confrontare Most con alcune delle altre piste del mondo, ma la verità è che noi non possiamo scegliere dove vogliamo correre in Superbike. Se dipendesse da me, farei 13 fine settimana su tracciati come Losail, in Qatar, o altre grandi piste, ma non è possibile”.

“Tanto di cappello per il fatto che Dorna stia cercando di mettere insieme ben 13 round – prosegue il pilota Kawasaki – ma Most per me non è una delle migliori piste al mondo. Ma se vogliamo avere 13 round, gli sponsor e portare avanti lo spettacolo e dobbiamo venire su alcune piste, ci vediamo. Non so cosa sia successo a Brno, perché per me è una delle migliori piste al mondo. Ho chiamato così anche il mio cane perché a Brno ho vinto la mia prima gara in Supersport. È davvero una delle più belle piste del mondo, è fluida, c’è sicurezza. È fantastico anche per gli spettatori, è l'esatto contrario di questa pista”.

Jonathan Rea è indubbiamente la leggenda del mondiale Superbike e proprio in questo fine settimana coincide l’annuncio del ritiro di un’altra leggenda: Valentino Rossi. Per il pilota che più di tutti ha vinto nelle derivate di serie, è inevitabile un pensiero sul Dottore, che dirà addio alla MotoGP alla fine della stagione: “È molto triste. Quando pensi alla MotoGP, Vale è un’icona. Lui è la MotoGP, sarà un grande vuoto da colmare. Ma penso che come pilota sia sempre il tuo sogno vincere un mondiale, lui ne ha conquistati nove. Spero che arrivi alla fine della stagione in salute e felice. Sono contento di essere un motociclista nella sua era, per aver visto quanto ha fatto. Lo ricorderò per il passaggio da Honda a Yamaha e ha vinto”.

condivisioni
commenti
SSP, Most, Libere: Aegerter impone subito il ritmo

Articolo precedente

SSP, Most, Libere: Aegerter impone subito il ritmo

Prossimo Articolo

SBK, Most, Libere 3: Redding beffa Rea sull'asciutto

SBK, Most, Libere 3: Redding beffa Rea sull'asciutto
Carica commenti
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021