Rea: "Ho in testa l'obiettivo: vincere il secondo Mondiale a Jerez"

Jonathan Rea arriva a Jerez con il chiaro intento di chiudere i giochi e centrare il secondo titolo mondiale consecutivo Superbike. Sykes, invece, proverà a mantenere aperti i giochi per dare poi tutto nelle due manche di gara in Qatar.

Il Kawasaki Racing Team arriva a Jerez de la Frontera con una speranza: lasciare l'Andalusia con almeno un titolo mondiale - quello piloti - oppure con i soli Rea e Sykes a poterselo giocare nelle ultime due manche della stagione che si terranno a Losail, in Qatar.

Sulla pista di Jerez, Jonathan Rea ha provato la più grande emozione della sua carriera proprio un anno fa, conquistando matematicamente il suo primo titolo mondiale Superbike al primo anno in sella a una Ninja ZX-10R ufficiale. Quest'anno la storia potrebbe ripetersi. Rea arriva in Andalusia con un vantaggio di 48 punti nei confronti di Tom Sykes e, qualora dovesse averne guadagnati altri due al termine del fine settimana, centrerà automaticamente il bis.

"Abbiamo grandi ricordi a Jerez che risalgono all'anno passato, quando sono riuscito a centrare il primo titolo mondiale Superbike, per cui sono davvero molto felice di andare a correre in Andalusia. A metà stagione abbiamo svolto test molto produttivi proprio sulla pista spagnola in cui non solo abbiamo affinato la messa a punto della moto 2016, ma abbiamo lavorato anche su alcuni aspetti riguardanti la moto dell'anno prossimo".

"Sembra che tutto stia andando nel migliore dei modi e qui avrò la prima opportunità di aggiudicarmi il secondo titolo mondiale. Se dovessi fare un buon lavoro, allora avrò l'opportunità di diventare campione già a Jerez. L'obiettivo l'ho già in testa, ma dovrò stare attento perché Tom e Chaz sono in un periodo di grande forma e sono sicuro che anche altri piloti andranno forte. Dovremo essere ancora più scrupolosi nella preparazione della moto e fare due gare solide".

Tom Sykes, invece, non ha scelta. Dovrà forzatamente cercare di stare davanti a Rea in entrambe le manche per ridurre il proprio gap dal rivale e compagno di squadra. Meglio ancora se riuscisse a frapporre tra sé e Jonathan altri piloti, in modo da arrivare in Qatar con ancora più chance di vittoria.

"Non vedo l'ora di tornare in sella alla mia Ninja per disputare il fine settimana più importante della stagione. Spero solo che possa accadere qualcosa di favorevole. Ci serve che questo accada. Sono felice di andare nuovamente in Spagna. In Francia siamo andati bene e abbiamo mostrato di avere un ottimo stato di forma".

"Alla fine le gare sotto la pioggia nel corso di questa stagione sono state determinanti per me. Questo mi porterà a prepararmi bene per la prossima stagione anche in condizioni più insidiose. A oggi siamo in grado di lottare sull'asciutto e spero che non ci siano sorprese in questo fine settimana. Abbiamo già compiuto test a Jerez nel corso di questa stagione e abbiamo raccolto molte informazioni. Abbiamo cambiato l'assetto della moto da allora ma speriamo di essere forti quando inizieremo a girare in pista".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Jerez
Circuito Circuito de Jerez
Piloti Tom Sykes , Jonathan Rea
Team Kawasaki Racing
Articolo di tipo Ultime notizie