Rea: "Avevo l'angioletto da una parte e il diavoletto dall'altra"

Il pilota Kawasaki era ad un passo dalla conquista del sesto titolo mondiale, ma il quarto posto in Gara 2 lo costringe a rimandare la festa. Arriva ad Estoril con 59 punti di vantaggio su Scott Redding e resta il grande favorito in chiave iridata.

condivisioni
commenti
Rea: "Avevo l'angioletto da una parte e il diavoletto dall'altra"

Jonathan Rea arrivava a Magny-Cours da leader indiscusso del mondiale ed aveva il primo match point: in Gara 2 avrebbe potuto conquistare il suo sesto titolo, ma Scott Redding gli ha rovinato la festa, trionfando nella manche di domenica e rimandando le celebrazioni ad Estoril, ultimo appuntamento del mondiale.

In Portogallo il pilota Kawasaki arriverà con 59 lunghezze sul portacolori Ducati, gli basteranno solo tre punti per battere un altro record e diventare il più titolato della storia del mondiale Superbike. Si tratta di attendere due settimane, dato che in Gara 2 in Francia si è mostrato meno efficace rispetto alle due manche precedenti. Per Rea infatti è arrivato solo un quarto posto, addirittura fuori dal podio.

Rea commenta la gara a Magny-Cours: “Ad essere onesto non mi aspettavo niente, le condizioni meteo a Magny-Cours sono così. Abbiamo fatto un po’ fatica con meno acqua, soprattutto in trazione all’uscita della Curva 5. Ma il setup era molto buono, nelle chicane si doveva essere aggressivi, ma avevo troppo traction control che lavorava ed avevo anche troppo spinning. Ma ho guidato al limite, è stato divertente. L’obiettivo era il podio, ma andiamo avanti”.

Ad ogni modo si recherà ad Estoril da grande favorito, anche se può succedere di tutto, Rea è ad un passo dal mondiale: “Arrivare ad Estoril con questo gap è davvero incoraggiante, specialmente dopo aver iniziato la stagione a Phillip Island con uno zero. Abbiamo lavorato ogni fine settimana per avvicinarci, ma al momento non voglio pensare alle celebrazioni per il titolo”.

Celebrazioni per il titolo che dovranno farsi attendere ancora per un po’. Nelle ultime fasi di gara è stato sopravanzato da Chaz Davies, che gli ha strappato quel podio che gli sarebbe valso il mondiale. Ma Rea ha preferito non prendere rischi inutili: “Prendere Chaz o essere più conservativo? Ho pensato un po’ entrambe le cose, avevo l’angioletto da una parte ed il diavoletto dall’altra che mi dicevano cose diverse. Ho avuto un momento di spavento alla curva  1, io andavo molto meglio nelle chicane, ma poi lui all’uscita delle curve 5 e 13 andava più forte. Questa è la gara, ho dato il mio meglio”.

Redding: “Gap da Rea ampio, ma può ancora succedere di tutto”

Articolo precedente

Redding: “Gap da Rea ampio, ma può ancora succedere di tutto”

Prossimo Articolo

Fotogallery SBK: Redding trionfa, ma Rea è ad un passo dal titolo

Fotogallery SBK: Redding trionfa, ma Rea è ad un passo dal titolo
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Evento Magny-Cours
Location Circuit de Nevers Magny-Cours
Piloti Jonathan Rea
Team Kawasaki Racing
Autore Lorenza D'Adderio
I 10 piloti MotoGP che hanno fatto la storia della Superbike Prime

I 10 piloti MotoGP che hanno fatto la storia della Superbike

Superbike e MotoGP hanno sempre viaggiato in parallelo, ma spesso si sono incrociate attraverso i piloti, che hanno messo la propria firma sia nelle derivate di serie sia nel mondiale prototipi, scrivendo pagine importanti della storia di entrambe le categorie.

WSBK
6 feb 2021
WSBK 2021: si apre la caccia a Rea Prime

WSBK 2021: si apre la caccia a Rea

Si è conclusa la due giorni di test pre-stagionali per la Superbike sulla pista di Jerez. Il tracciato spagnolo, però, è stato oggetto di incessante pioggia, che ha costretto i team a rimanere ai box per lungo tempo. Ecco cosa ci aspetta per questo 2021 del mondiale delle derivate di serie

WSBK
23 gen 2021
SBK, i 10 migliori momenti della stagione 2020 Prime

SBK, i 10 migliori momenti della stagione 2020

La stagione 2020 del mondiale Superbike ci ha regalato momenti intensi e gare memorabili. Abbiamo selezionato i migliori dieci momenti del campionato, in attesa di ripartire con la stagione 2021, in cui assisteremo a nuovi emozionanti pezzi di storia da scrivere e ricordare.

WSBK
21 gen 2021
Honda, il rientro ufficiale di HRC ha progetti ambiziosi Prime

Honda, il rientro ufficiale di HRC ha progetti ambiziosi

Honda è tornata in veste ufficiale nel mondiale Superbike grazie al supporto di HRC, con un progetto rinnovato. Nel 2020 ha raccolto un podio, il primo di una lunga serie, spera la squadra giapponese, che vuole tornare in vetta il prima possibile.

WSBK
15 gen 2021
Fotogallery: Rea, il sei volte campione diventato leggenda Prime

Fotogallery: Rea, il sei volte campione diventato leggenda

Ripercorriamo con una serie di immagini i sei titoli mondiali vinti da Jonathan Rea, ormai diventato leggenda della Superbike. Dal 2015 al 2020 nessuno è stato in grado di fermare il suo dominio e nel 2021 Kawasaki-Rea sarà ancora il binomio da battere.

WSBK
8 gen 2021
Yamaha, la terza forza nel mondiale SBK dal futuro giovane Prime

Yamaha, la terza forza nel mondiale SBK dal futuro giovane

Nella lotta fra Kawasaki e Ducati si è inserita Yamaha, che sta crescendo in maniera progressiva diventando la terza forza in campo nel mondiale Superbike. Dal 2021 inoltre vanterà una rosa di piloti giovani ed è già proiettata verso il futuro.

WSBK
1 gen 2021
Kawasaki-Rea, il binomio vincente che vuole ancora battere record Prime

Kawasaki-Rea, il binomio vincente che vuole ancora battere record

Jonathan Rea e Kawasaki hanno conquistato il sesto titolo consecutivo piloti e costruttori. Il 2020 è solo l’ennesimo anno ricco di successi per il binomio da record, che punta a confermarsi ancora nel 2021 con la nuova ZX-10RR.

WSBK
21 dic 2020
Ducati, l’anti-Rea rimane incompiuta. Ancora una volta Prime

Ducati, l’anti-Rea rimane incompiuta. Ancora una volta

Ducati ha concluso la stagione 2020 ad un solo punto da Kawasaki nella classifica costruttori. La casa di Borgo Panigale ha sfiorato il titolo, perdendo il confronto con Rea anche nella classifica dei piloti. Ma cosa è mancato al team italiano per mettere un freno allo strapotere del sei volte campione del mondo? Ducati riparte da questo interrogativo in vista di un 2021 ambizioso.

WSBK
19 dic 2020