Rea e Sykes subito veloci nel passo per le gare di Phillip Island

Nei primi due turni di libere in Australia Jonathan Rea e Tom Sykes hanno lavorato in ottica gara. Entrambi sono soddisfatti dell'assetto trovato nelle nuove Kawasaki Ninja ZX-10R.

Solo un Sylvain Guintoli e una Yamaha YZF-R1 subito in grande forma hanno evitato che le prove libere del venerdì di Phillip Island terminassero con le due Kawasaki Ninja ZX-10R 2016 in vetta alla classifica. Le nuove "verdone" di Jonathan Rea e Tom Sykes sono nelle posizioni di testa, ovvero dove tutti gli addetti ai lavori s'immaginavano alla vigilia del primo appuntamento del Mondiale Superbike 2016.

Nella prima delle due sessioni è stato Tom Sykes a staccare il miglior crono assoluto, precedendo la Yamaha di Guintoli e la moto gemella di Jonathan Rea. Nella seconda, invece, il campione del mondo in carica è riuscito ad apportare qualche miglioramento alla sua moto e a precedere il compagno di squadra, che se il transalpino della Yamaha ha messo tutti alle proprie spalle. 

I due centauri della casa nipponica hanno lavorato soprattutto sull'affinamento dell'assetto delle rispettive Ninja, così da essere pronti per le due manche di gara, che da quest'anno non saranno più tutte e due la domenica, ma una al sabato e una l'ultimo giorno della settimana. Dunque Qualifiche e Gara 1 saranno disputate con poco margine temporale l'una dall'altra.

"Sono veramente contento che il primo fine settimana della nuova stagione sia cominciato", ha dichiarato Jonathan Rea al termine delle Libere 2. "Siamo stati fortunati perché abbiamo avuto un test proprio all'inizio di questa settimana a Philli Island e questo ci ha permesso di avere già una buona base dell'assetto. Pere, Paolo e gli altri ragazzi del mio team hanno lavorato davvero duro nei test per analizzare tutti i dati raccolti in modo da arrivare qui oggi con un buon punto di partenza. Stiamo apportando le ultime migliorie alla moto ora. Le temperature dell'asfalto erano molto più basse oggi rispetto a quelle che abbiamo trovato nei test di inizio settimana, dunque nelle simulazioni gara di questo pomeriggio siamo risultati un po' più veloci. Pirelli ha anche portato nuovi compound per la gara e mi hanno chiesto di provarle. Hanno un buon potenziale e le proveremo ancora in condizioni di pista fredda. Sono abbastanza contento di arrivare alla Superpole così, mi trovo bene a guidare la moto. Il nuovo sistema di prove mi piace, ma non vedo l'ora di correre sabato, perché i ragazzi di solito riescono sempre a trovare un ottimo set up della moto e possiamo sempre essere veloci. Non vedo l'ora sia domani per affrontare la prima gara della stagione". 

"Avevamo un paio di cose da provare e confermare nella giornata di oggi e ora possiamo mettere assieme il miglior pacchetto possibile per quanto riguarda l'assetto ed essere felici di come arriviamo alle Qualifiche e alla prima gara di sabato. Non abbiamo fatto un long run come avremmo voluto nelle Libere 2 ma abbiamo potuto capire che tutto sembra andare nella giusta direzione. Il nuovo format del fine settimana mi piace abbastanza. La giornata è finita abbastanza presto quindi abbiamo avuto tutto il pomeriggio per sistemare determinate cose sulla moto e comporre l'assetto che pensiamo possa aiutarci a fare bene nel corso del fine settimana. Domani sarà un giorno impegnativo, perché avremo la Superpole e la prima gara, ma l'assetto della nostra moto è molto buono", ha invece affermato Tom Sykes.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Philip Island
Sub-evento Venerdì
Circuito Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Tom Sykes , Jonathan Rea
Team Kawasaki Racing
Articolo di tipo Intervista