Rea: "Dopo Aragon sappiamo cosa modificare sull'assetto della Ninja"

Jonathan Rea tenterà di aumentare il proprio divario in graduatoria dai principali rivali sulla pista di Assen, in cui lo scorso anno centrò una doppietta. Sykes, invece, ha l'obiettivo di riprendere il secondo posto in classifica.

Il Mondiale Superbike 2016 è giunto al quarto appuntamento della stagione, che si disputerà sul circuito Van Drenthe di Assen, in Olanda. Kawasaki ha già messo in cascina quattro successi su sei manche disputate. Tre sono i successi di Jonathan Rea e uno Tom Sykes.

Nell'ultima tappa del Mondiale, quella al Motorland di Aragon, le "verdone" hanno dovuto fare i conti con la grande forma di Chaz Davies e della Ducati 1199 Panigale R del team ufficiale di Borgo Panigale, ma ad Assen sia Rea che Sykes tenteranno di rifarsi immediatamente. In classifica, però, l'irlandese continua a dominare, con 26 punti di vantaggio proprio sul gallese della Ducati.

Rea è inoltre il pilota in attività più vincente sul tracciato di Assen. Con il doppio successo del 2015, Johnny è salito a sette vittorie complessive al Van Drenthe e il suo obiettivo è chiaro: portare a nove i successi in Olanda e prendere il largo nella graduatoria mondiale dedicata ai piloti.

"Assen è un circuito favorevole per me e la nostra moto funziona sempre piuttosto bene. Abbiamo imparato molte cose riguardo la nuova moto nell'ultimo appuntamento ad Aragon, soprattutto per quanto riguarda il nostro assetto base, che nella moto 2015 funzionava meglio, mentre sulla 2016 dobbiamo apportare qualche modifica. Speriamo che il meteo possa rimanere costante per tutto il fine settimana, così da permettermi di trovare un buon ritmo sin da venerdì. Ad Aragon abbiamo fatto un buon lavoro, ma ora dobbiamo ritrovare la via per vincere di nuovo".

Anche per Tom Sykes il circuito di Assen è una pista favorevole. Nel 2013 il britannico riuscì a imporsi in una manche e, proprio quella gara, si rivelò poi fondamentale per la conquista del titolo piloti al termine della stagione.

"La pista di Assen rievoca bei ricordi per quanto mi riguarda. In passato ho vinto e ho mostrato di essere veloce e consistente. Dopo Aragon sappiamo di avere del lavoro da svolgere per migliorare le nostre prestazioni. Sappiamo di dover fare modifiche, ma, detto questo, devo ammettere di aver avuto un inizio di stagione più confortante rispetto allo scorso anno. Ogni cosa sembra andare nella giusta direzione, anche se abbiamo un paio di cose da sistemare nell'assetto della moto. Assen è comunque una pista che mi piace molto".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Assen
Circuito Assen
Piloti Tom Sykes , Jonathan Rea
Team Kawasaki Racing
Articolo di tipo Preview