Rea attacca Sykes: “Non è la prima manovra così, le farà ancora”

Jonathan Rea è scivolato in Gara 1 mentre rimontava dopo un’escursione sulla ghiaia a seguito di un contatto con Sykes mentre lottavano per la prima posizione. Il pilota Kawasaki è molto duro con il proprio avversario, il connazionale si scusa per l’accaduto.

Rea attacca Sykes: “Non è la prima manovra così, le farà ancora”

La stagione 2020 del Mondiale Superbike non inizia nel migliore dei modi per Jonathan Rea, che è costretto ad abbandonare Gara 1 in anticipo a causa di una caduta. Il Campione del mondo in carica scattava dalla terza casella e nei primi giri si è trovato in lotta per la prima posizione con Scott Redding e Tom Sykes, detentore della Superpole e decisamente efficace nelle fasi iniziali di gara.

Il Cannibale ha provato a rompere gli indugi da subito, con un sorpasso aggressivo sul pilota BMW, che non ha potuto far altro che accodarsi, salvo poi rispondere all’attacco con una manovra che ha portato i due al contatto. Questo ha obbligato l’alfiere Kawasaki a finire nella ghiaia, riprendendo poi la via della pista in ultima posizione.

Nella foga della rimonta però, Rea ha perso il controllo della moto, scivolando e chiudendo la sua gara alla Curva 8. Un errore del Campione del mondo in carica, che colleziona il suo primo zero in classifica dopo il round di Brno nel 2018, quando è caduto proprio per un contatto con Tom Sykes. Il Campione in carica è ovviamente deluso dal risultato odierno, ma non si risparmia sul giudicare la sua manovra, che considera eccessiva.

Leggi anche:

Rea attacca Sykes, affermando che non è la prima volta che si comporta in questo modo: “Tom è arrivato all’interno nella curva 4, io poi ho risposto al sorpasso. L’unica cosa che so davvero è che sono stato colpito da dietro. Però non capisco, erano i primi giri della prima gara della stagione. Ma non è la prima volta che si comporta così, l’ha già fatto in passato e quando è successo a Brno nel 2018 mi è andata male. Non sarà nemmeno l’ultima volta che lo farà”.

Poi spiega la dinamica della caduta quando era nelle retrovie: “Quando ho provato a passare Rinaldi, ho perso l’anteriore ed il posteriore insieme e sono finito a terra. È frustrante, perché non andavamo male fino a quel momento. Forse non ho reagito al meglio nella rimonta, quindi ho imparato qualcosa per me”.

Archiviata Gara 1, il pilota Kawasaki si proietta verso le due gare di domani: “Ovviamente dispiace per il ritiro, ma il campionato è comunque molto lungo e lo scorso anno ho recuperato un ampio distacco, quindi può succedere davvero di tutto. Per domani possiamo ambire al podio e se poi arriva un risultato migliore, è anche meglio”.

Tom Sykes, da parte sua, esprime la propria visione dei fatti. Il pilota BMW, che ha conquistato la Superpole battendo un nuovo record, è stato in testa nei primi giri, salvo poi perdere terreno da metà gara e tagliare il traguardo in nona posizione. Sul contatto con Rea afferma: “Nei primi giri abbiamo un po’ battagliato e siamo arrivati insieme in un paio di curve, una era la Curva 3, in cui ci siamo quasi toccati. Poi è rientrato in un punto in cui ero più lento e non sono riuscito a tirare la mia moto, quindi c’è stato un contatto. Mi dispiace, perché non è mai bello toccarsi, in particolare quando si è veloci. È un peccato che non sia riuscito poi a concludere la gara”.

“Non ho parlato con Jonathan – prosegue Sykes – volevo andare un paio di volte, ma il suo team mi ha detto di lasciargli un po’ di tempo. Gli volevo solo chiedere scusa per quanto successo. Ma mi è stato consigliato di non andare in quel momento, è comprensibile che magari non voglia parlarmi. Magari proverò a parlarci più tardi”.

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
1/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
2/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
3/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
4/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
5/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
6/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
7/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
8/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
9/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
10/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Polesitter Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team, Troy Bayliss
Polesitter Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team, Troy Bayliss
11/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
12/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
Tom Sykes, BMW Motorrad WorldSBK Team
13/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
SSP, Phillip Island: Locatelli agguanta la Superpole
Articolo precedente

SSP, Phillip Island: Locatelli agguanta la Superpole

Prossimo Articolo

Redding: “Voglio vincere prima della fine del weekend”

Redding: “Voglio vincere prima della fine del weekend”
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021