Rea: “Abbiamo perso più punti di quanto ci aspettavamo”

Jonathan Rea lascia Jerez da inseguitore, dopo essersi piegato a Scott Redding, ora leader della classifica. il campione in carica ha 24 punti di distacco dal pilota Ducati, ma vola verso Portimao con l’intenzione di riscattarsi.

Rea: “Abbiamo perso più punti di quanto ci aspettavamo”

Nel fine settimana del trionfo Ducati, Jonathan Rea ne esce sconfitto. Il campione del mondo in carica, favorito assoluto prima dell’inizio della stagione, lascia Jerez de la Frontera con la voglia di riscatto dopo un round in cui ha raccolto decisamente meno di quanto si è abituati a vedere. L’alfiere Kawasaki vola in Portogallo, prossima tappa del campionato, da inseguitore, con 24 punti di distacco dal leader Scott Redding e con l’intenzione di invertire i ruoli su una pista a lui favorevole.

Rea si è piegato a Redding sia in Gara 1 sia in Gara 2, salendo sul gradino più alto del podio solamente nella Superpole Race, in cui si è imposto sugli avversari. Il rookie della Ducati però non gli ha mai lasciato margine di risposta ed un problema di grip accusato nella seconda manche del weekend lo ha privato di una buona posizione, facendogli tagliare il traguardo al sesto posto.

“Ad essere onesti ho avuto un grosso problema di grip già dal primo giro, la moto scivolava tantissimo – afferma Rea alla fine di Gara 2 – Facevo fatica in ingresso di curva e frenare era ancora più complicato. Con la gomma dura sabato andavo bene, ma per le gare successive mi aspettavo di andare meglio. Ho dovuto difendere la mia posizione, la gara è stata frustrante. Ma cerchiamo di dimenticare, perché questo weekend mi sono sentito bene con la moto. Sabato e nella Superpole Race sono andato bene, non voglio che questa Gara 2 negativa influenzi le prestazioni complessive del fine settimana”.

Leggi anche:

In Superpole Race però ha fatto la voce grossa: “Le condizioni della mattina erano più fresche rispetto al pomeriggio, ma nelle due gare avevo più o meno lo stesso setting, giusto qualche lieve modifica. Anche le gomme erano le stesse, quindi è un peccato perché il tempo in gara è stato molto più alto rispetto al giorno prima. In questa gara io ho faticato molto, ma mi sento ancora molto bene. Comunque Jerez non è storicamente molto forte per noi, quindi prendiamo più il positivo che il negativo di questo weekend”.

Prossima tappa, Portimao. La pista portoghese è storicamente favorevole al pilota Kawasaki, che vi si reca con aspettative alte. Al termine del weekend di Jerez, uno dei tracciati a lui più ostili, fa un pronostico su quanto possa andare forte sugli altri circuiti del calendario: “La stagione sarà dura, ma sembra che Scott sia forte in ogni pista. Ma in alcune piste non è mai stato, come Portimao e Magny-Cours, quindi bisognerà vedere. Andiamo a Portimao, che è una pista a me favorevole, ad Aragon dovremo fare delle valutazioni, poi ci saranno Barcellona e Magny-Cours dove andiamo bene. Jerez era il round che mi preoccupava di più, in Gara 2 abbiamo perso più punti di quelli che pensavamo, ma la stagione è lunga”.

Informazioni aggiuntive di Sebastian Fraenzschky

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Toprak Razgatlioglu, Pata Yamaha
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Toprak Razgatlioglu, Pata Yamaha
1/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
2/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
3/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
4/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
5/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
6/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
7/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Gara 1
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Gara 1
8/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
9/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
10/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
11/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
12/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
13/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati, Gara 1
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati, Gara 1
14/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati, Toprak Razgatlioglu, Pata Yamaha
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati, Toprak Razgatlioglu, Pata Yamaha
15/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Jorge Viegas, FIM president
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Jorge Viegas, FIM president
16/16

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
SSP300, Jerez: vince Sofuoglu, Carrasco sul podio

Articolo precedente

SSP300, Jerez: vince Sofuoglu, Carrasco sul podio

Prossimo Articolo

Rinaldi: “Ho sognato il podio, ma sono felice del quarto posto”

Rinaldi: “Ho sognato il podio, ma sono felice del quarto posto”
Carica commenti
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021