WSBK
06 set
-
08 set
Evento concluso
G
Magny-Cours
27 set
-
29 set
Prossimo evento tra
3 giorni
G
Villicum
11 ott
-
13 ott
Prossimo evento tra
17 giorni
G
Losail
24 ott
-
26 ott
Prossimo evento tra
30 giorni

Portimao, Warm-Up: Chaz Davies riaccende le speranze Ducati

condivisioni
commenti
Portimao, Warm-Up: Chaz Davies riaccende le speranze Ducati
Di:
17 set 2017, 09:53

Il gallese fa segnare il miglior tempo e proverà a spezzare l’egemonia di Rea. Melandri non brilla, Camier pronto a sfruttare la partenza dalla prima fila.

Le temperature più alte e la quasi assenza di vento riaccendono le speranze Ducati. Questo è quello che è merso dal warm-up di questa mattina, dove per la prima volta in questo weekend non ci sono Rea e la Kawasaki in cima alla graduatoria dei tempi.

Un segnale che va analizzato con grande attenzione e che dice, dato per scontato che non è nell’indole del due volte campione del mondo nascondere il suo reale potenziale, che l’imbarazzante gap di ieri non c’è più e ci sarà la possibilità di vedere una bella lotta per la vittoria.

I due fuoriclasse della SBK come sempre hanno dimostrato di avere una marcia in più degli altri e sarebbe bello che anche Marco Melandri riuscisse ad unirsi alla compagnia. Purtroppo il warm-up non ha lanciato segnali incoraggianti al ravennate che ha chiuso con un ritardo pesante, oltre 1”, nei confronti del compagno di squadra. Eppure le mutate condizioni atmosferiche e la pista più veloce avrebbero dovuto ridare slancio a Marco, che ora è chiamato ad una prova consistente partendo dalla terza fila.

Il warm-up ha anche ribadito che Eugene Laverty potrebbe lottare per il podio su una pista dove guiderebbe ad occhi chiusi, se la sua Aprilia non “mangiasse” le gomme troppo in fretta, mentre il suo compagno di squadra, Lorenzo Savadori, non ha tratto giovamento alle modifiche di assetto apportate, visto il quasi 1” rimediato dall’irlandese.

Ha detto anche che Leon Camier ha la ghiottissima occasione di salire sul podio, non solo perché continua ad essere velocissimo, ma anche perché potrà e dovrà sfruttare al meglio la partenza dalla prima fila. Obbligo che riguarda anche Michael van der Mark con la Yamaha e Jordi Torres con BMW, davvero incisivi in gara 1, a cui si chiede un salto di qualità nella seconda. Infine, warm-up difficile per la Honda, con Bradl ultimo, purtroppo condizionato da un forte dolore al polso destro, frutto della caduta di ieri; e con il compagno di squadra Takahashi penultimo, entrambi ad oltre 3” da Davies.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccoRitiratoPunti
1   1 united_kingdom Jonathan Rea Kawasaki 20 34'38.383       25
2   7 united_kingdom Chaz Davies Ducati 20 34'44.572 6.189 6.189   20
3   33 italy Marco Melandri Ducati 20 34'48.549 10.166 3.977   16
4   2 united_kingdom Leon Camier MV Agusta 20 34'48.891 10.508 0.342   13
5   60 netherlands Michael van der Mark Yamaha 20 34'52.122 13.739 3.231   11
6   81 spain Jordi Torres BMW 20 34'55.199 16.816 3.077   10
7   50 united_kingdom Eugene Laverty Aprilia 20 34'57.169 18.786 1.970   9
8   32 italy Lorenzo Savadori Aprilia 20 35'00.473 22.090 3.304   8
9   12 spain Javier Fores Ducati 20 35'06.813 28.430 6.340   7
10   40 spain Roman Ramos Kawasaki 20 35'17.129 38.746 10.316   6
11   35 italy Raffaele De Rosa BMW 20 35'21.564 43.181 4.435   5
12   86 italy Ayrton Badovini Kawasaki 20 35'21.595 43.212 0.031   4
13   13 australia Anthony West Kawasaki 20 35'21.708 43.325 0.113   3
14   84 italy Riccardo Russo Yamaha 20 35'21.795 43.412 0.087   2
15   72 japan Takumi Takahashi Honda 20 35'32.686 54.303 10.891   1
16   37 czech_republic Ondřej Ježek Kawasaki 20 35'38.263 59.880 5.577    
17   121 italy Alessandro Andreozzi Yamaha 20 35'42.824 1'04.441 4.561    
18   22 united_kingdom Alex Lowes Yamaha 19 1 lap 1 giro 1 giro    
  dnf 36 argentina Leandro Mercado Aprilia 16 4 laps 4 giri 3 giri Ritirato  
  dnf 6 germany Stefan Bradl Honda 2 18 laps 18 giri 14 giri Accident

 

Prossimo Articolo
Kawasaki, Jonathan Rea: “Il vero rischio era deconcentrarsi"

Articolo precedente

Kawasaki, Jonathan Rea: “Il vero rischio era deconcentrarsi"

Prossimo Articolo

Portimao, Gara 2: Rea, non ce n’è per nessuno. Cade Davies, Melandri 3°

Portimao, Gara 2: Rea, non ce n’è per nessuno. Cade Davies, Melandri 3°
Carica commenti