Portimao, Superpole: Laverty demolisce il record della pista e riporta l'Aprilia in pole

La Aprilia conquista una pole position che non vedeva dal 2015 grazie ad Eugene Laverty che sgretola il precedente record e che partirà davanti a tutti in Gara 1.

Portimao, Superpole: Laverty demolisce il record della pista e riporta l'Aprilia in pole

Non è di certo avara di sorprese la Superbike, con la quale è difficilissimo fare pronostici, nella quale ogni sessione spesso è una storia a sé. In questa situazione Eugene Laverty è riuscito a conquistare la sua terza pole position in carriera in Superbike (e facendo tornare una Aprilia in pole per la prima volta dal 2015) su un circuito che a lui è sempre stato congeniale (ha già vinto tre volte a Portimao in passato) piazzando la sua Aprilia davanti a tutti dopo quattro sessioni di prove libere nelle quali era sempre sembrato relegato nelle retrovie.

Con un possente giro in 1'40"705 il pilota nordirlandese ha sgretolato il precedente record che dal 2013 apparteneva a Tom Sykes (in 1'41"360) conquistando quindi la partenza al palo per Gara 1 che andrà in scena alle ore 13.00 locali (le 14 in Italia) riuscendo a mettersi dietro anche la coppia Jonathan Rea - Marco Melandri, che fino alla fine dell'ultima prova libera erano parsi i due principali contendenti allo scettro dell'Algarve. Rea partirà quindi secondo con un ritardo di appena 60 millesimi dalla Aprilia di testa mentre la Ducati di Melandri scatterà dalla terza casella con un ritardo di 151 millesimi sul cronometro.

A confermare il buon stato di forma che sta mostrando oggi l'Aprilia su questo tracciato ed in queste condizioni meteo (circa 22°C l'aria, 29°C l'asfalto) c'è Lorenzo Savadori, quarto al termine delle qualifiche dopo aver avuto accesso alla Superpole 1 comandando la Superpole 2. Sono solo 196 i millesimi che separano il pilota cesenate dal compagno di marche e solo 25 quelli che lo separano dalla quinta moto dello schieramento, la Yamaha di Michael van der Mark (+0"221) che partirà davanti a Tom Sykes che con la sua Kawasaki chiuderà la seconda fila.

Terza fila aperta da Xavi Forés con la Ducati Panigale privata del team Barni Racing davanti alla BMW S1000RR di Loris Baz (+0"508) ed alla MV Agusta di Jordi Torres (+0"717). Con i primi piloti racchiusi in poco più di 7 decimi si prospettano dei primi giri di gara molto combattuti ed incerti. Distacchi invece più ragguardevoli per tutti gli altri: decimo al termine delle qualifiche il giovane turco del team Kawasaki Puccetti Racing Toprak Razgatlioglu con un distacco di un secondo e 2 decimi (+1'255) davanti alla Ducati del debuttante Michel Ruben Rinaldi (+1'342) ed alla Yamaha di Alex Lowes, solo 12esimo al termine delle qualifiche a causa di una scivolata che lo ha messo fuori dai giochi fin dalle prime battute della sessione.

Lo schieramento prosegue con le Honda CBR di Leon Camier e Jake Gagne in una quarta chiusa dalla Ducati Panigale di Chaz Davies, alle prese con una situazione particolarmente complessa a causa di un infortunio rimediato in allenamento che non solo lo sta escludendo dalla lotta al mondiale ma che lo sta rendendo facile preda degli inseguitori.

Di seguito l'ordine di partenza per Gara 1 della SBK che partirà alle ore 13 locali (le 14 in Italia)

Cla # Pilota Moto Giri Tempo Gap Distacco km/h
1 50 Ireland Eugene Laverty  Aprilia 6 1'40.705     167.443
2 1 United Kingdom Jonathan Rea  Kawasaki 5 1'40.765 0.060 0.060 167.343
3 33 Italy Marco Melandri  Ducati 4 1'40.856 0.151 0.091 167.192
4 32 Italy Lorenzo Savadori  Aprilia 5 1'40.901 0.196 0.045 167.118
5 60 Netherlands Michael van der Mark  Yamaha 6 1'40.926 0.221 0.025 167.076
6 66 United Kingdom Tom Sykes  Kawasaki 5 1'41.103 0.398 0.177 166.784
7 12 Spain Javier Fores  Ducati 6 1'41.202 0.497 0.099 166.621
8 76 France Loris Baz  BMW 2 1'41.213 0.508 0.011 166.603
9 81 Spain Jordi Torres  MV Agusta 6 1'41.422 0.717 0.209 166.259
10 54 Turkey Toprak Razgatlıoğlu  Kawasaki 4 1'41.960 1.255 0.538 165.382
11 21 Michael Ruben  Ducati 5 1'42.047 1.342 0.087 165.241
12 22 United Kingdom Alex Lowes  Yamaha 4 1'42.709 2.004 0.662

164.176

3 2 United Kingdom Leon Camier  Honda 7 1'42.019 0.562 0.345 165.286
4 7 United Kingdom Chaz Davies  Ducati 5 1'42.045 0.588 0.026 165.244
5 45 United States Jake Gagne  Honda 6 1'42.653 1.196 0.608 164.266
6 36 Argentina Leandro Mercado  Kawasaki 4 1'42.812 1.355 0.159 164.011
7 68 Colombia Yonny Hernandez  Kawasaki 7 1'42.844 1.387 0.032 163.960
8 99 United States Patrick Jacobsen  Honda 5 1'43.018 1.561 0.174 163.684
9 40 Spain Roman Ramos  Kawasaki 6 1'43.586 2.129 0.568 162.786
10 96 Czech Republic Jakub Smrz  Yamaha 7 1'43.984 2.527 0.398 162.163

 

condivisioni
commenti
Portimao, Libere 4: Melandri davanti a tutti nelle libere del mattino

Articolo precedente

Portimao, Libere 4: Melandri davanti a tutti nelle libere del mattino

Prossimo Articolo

Portimao, Gara 1: Rea vince per la sesta volta consecutiva, secondo Melandri

Portimao, Gara 1: Rea vince per la sesta volta consecutiva, secondo Melandri
Carica commenti
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
11 o
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021