Mercado: “Quest’anno il livello della SBK è più alto”

Il pilota del team Motocorsa analizza il livello della griglia di partenza della SBK nel 2020 in base all’unico round fino ad ora disputato in Australia e si pone gli obiettivi per quando la stagione riprenderà.

condivisioni
commenti
Mercado: “Quest’anno il livello della SBK è più alto”

Il Mondiale Superbike è fermo e non c’è una data di ripartenza precisa. Squadre e piloti sono in attesa di sapere se e quando si potrà tornare in pista, ma un piccolo assaggio di quella che potrebbe essere la stagione 2020 c’è stato a febbraio. Le derivate di serie infatti avevano potuto disputare il primo round del campionato a Phillip Island, un fine settimana di gara completo che ha regalato gare combattute e lotte serrate.

In griglia di partenza abbiamo visto anche Leandro ‘Tati’ Mercado, che in Australia ha debuttato con il nuovo team Motocorsa, tornando in sella alla Ducati dopo la stagione 2019 con Kawasaki. L’argentino ha rilasciato un’intervista a worldsbk.com in cui ha commentato la prima uscita con la Panigale V4 R e ha posto gli obiettivi per il 2020, nella speranza di tornare a correre al più presto.

Leggi anche:

“Sono felice di essere con Motocorsa – afferma Mercado – Hanno fatto due wildcard lo scorso anno, ma mai un campionato intero. Sono contento perché mi sono sentito alla grande nei test di gennaio a Jerez e Portimao. So che abbiamo il potenziale per poter disputare una buona stagione e non vedo l’ora di tornare a lavorare con il team e ricominciare a correre”.

Per quanto riguarda gli obiettivi del 2020 dichiara: “Al momento, non penso alle posizioni. Ovviamente voglio lottare per essere il primo degli indipendenti, abbiamo il potenziale per farlo. Inoltre voglio lottare anche con qualche team ufficiale. Il livello di competitività quest’anno è più alto rispetto a quello dello scorso anno. Voglio migliorare dalla prima all’ultima gara. Se diamo il 100%, penso che potremo disputare una buona stagione con degli ottimi risultati. Ovviamente, voglio avvicinarmi ai piloti davanti”.

Leggi anche:

Mercado è tornato a guidare una Ducati nel 2020, ma stavolta si tratta della 4 cilindri, una moto decisamente diversa rispetto alla ZX-10RR con cui ha corso nel 2019: “Sono molto felice di essere tornato in Ducati. Quando ho provato la moto a Jerez pioveva, ma quel bagnato mi ha un po’ ricordato la vecchia Ducati. Chiaramente è una moto diversa. Mi sono divertito molto a guidarla, ma devo comunque imparare a conoscerla. Mi piace davvero. Ha una buona potenza per quanto riguarda il motore e si sente. Non vedo l’ora di guidarla di nuovo, voglio imparare di più e capirla meglio”.

“Ho guidato la Kawasaki negli ultimi due anni. Con questa moto si sentono di più i movimenti ed il carattere del motore è diverso, così come lo stile di guida. Con la Ducati bisogna essere molto fluidi, mentre con la Kawasaki si deve essere più scattosi, si frena forte. Ma credo che la Ducati si adatti meglio al mio stile di guida”.

Se la stagione dovesse ripartire, Leandro Mercado avrà la possibilità di tornare a correre davanti al suo pubblico. La Superbike infatti approderà nuovamente al circuito di San Juan El Villicum per il round d’Argentina in autunno, appuntamento che il pilota del team Motocorsa ha già vissuto nel 2019: “È stato un fine settimana speciale, un sogno diventato realtà. Da quando ero piccolo ho sempre sognato di correre nel mio paese e nel 2019 è successo. È stato meraviglioso, perché ho corso davanti alla mia famiglia, ai miei amici ed a tutte le persone in pista. Il sostegno è qualcosa di speciale ed è stato fantastico sentirlo”.

Leggi anche:

Ma Mercado non sarà l’unico sudamericano in griglia di partenza. Insieme a lui ritroveremo anche Maximilian Scheib, cileno: “Sono felice di avere Max in griglia, perché penso che avere più piloti sudamericani sia ottimo per il campionato. È un bravo ragazzo e ha fatto un ottimo lavoro in Australia. Quest’anno la Superbike ha una competizione molto serrata. Non vedo l’ora di tornare a correre, rivedere tutti i piloti ed il mio team”.   

Go Eleven in prima linea per l’emergenza Coronavirus

Articolo precedente

Go Eleven in prima linea per l’emergenza Coronavirus

Prossimo Articolo

Proposta Dorna: la SBK sulle stesse piste della MotoGP

Proposta Dorna: la SBK sulle stesse piste della MotoGP
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Piloti Leandro Mercado
Autore Lorenza D'Adderio
I 10 piloti MotoGP che hanno fatto la storia della Superbike Prime

I 10 piloti MotoGP che hanno fatto la storia della Superbike

Superbike e MotoGP hanno sempre viaggiato in parallelo, ma spesso si sono incrociate attraverso i piloti, che hanno messo la propria firma sia nelle derivate di serie sia nel mondiale prototipi, scrivendo pagine importanti della storia di entrambe le categorie.

WSBK
6 feb 2021
WSBK 2021: si apre la caccia a Rea Prime

WSBK 2021: si apre la caccia a Rea

Si è conclusa la due giorni di test pre-stagionali per la Superbike sulla pista di Jerez. Il tracciato spagnolo, però, è stato oggetto di incessante pioggia, che ha costretto i team a rimanere ai box per lungo tempo. Ecco cosa ci aspetta per questo 2021 del mondiale delle derivate di serie

WSBK
23 gen 2021
SBK, i 10 migliori momenti della stagione 2020 Prime

SBK, i 10 migliori momenti della stagione 2020

La stagione 2020 del mondiale Superbike ci ha regalato momenti intensi e gare memorabili. Abbiamo selezionato i migliori dieci momenti del campionato, in attesa di ripartire con la stagione 2021, in cui assisteremo a nuovi emozionanti pezzi di storia da scrivere e ricordare.

WSBK
21 gen 2021
Honda, il rientro ufficiale di HRC ha progetti ambiziosi Prime

Honda, il rientro ufficiale di HRC ha progetti ambiziosi

Honda è tornata in veste ufficiale nel mondiale Superbike grazie al supporto di HRC, con un progetto rinnovato. Nel 2020 ha raccolto un podio, il primo di una lunga serie, spera la squadra giapponese, che vuole tornare in vetta il prima possibile.

WSBK
15 gen 2021
Fotogallery: Rea, il sei volte campione diventato leggenda Prime

Fotogallery: Rea, il sei volte campione diventato leggenda

Ripercorriamo con una serie di immagini i sei titoli mondiali vinti da Jonathan Rea, ormai diventato leggenda della Superbike. Dal 2015 al 2020 nessuno è stato in grado di fermare il suo dominio e nel 2021 Kawasaki-Rea sarà ancora il binomio da battere.

WSBK
8 gen 2021
Yamaha, la terza forza nel mondiale SBK dal futuro giovane Prime

Yamaha, la terza forza nel mondiale SBK dal futuro giovane

Nella lotta fra Kawasaki e Ducati si è inserita Yamaha, che sta crescendo in maniera progressiva diventando la terza forza in campo nel mondiale Superbike. Dal 2021 inoltre vanterà una rosa di piloti giovani ed è già proiettata verso il futuro.

WSBK
1 gen 2021
Kawasaki-Rea, il binomio vincente che vuole ancora battere record Prime

Kawasaki-Rea, il binomio vincente che vuole ancora battere record

Jonathan Rea e Kawasaki hanno conquistato il sesto titolo consecutivo piloti e costruttori. Il 2020 è solo l’ennesimo anno ricco di successi per il binomio da record, che punta a confermarsi ancora nel 2021 con la nuova ZX-10RR.

WSBK
21 dic 2020
Ducati, l’anti-Rea rimane incompiuta. Ancora una volta Prime

Ducati, l’anti-Rea rimane incompiuta. Ancora una volta

Ducati ha concluso la stagione 2020 ad un solo punto da Kawasaki nella classifica costruttori. La casa di Borgo Panigale ha sfiorato il titolo, perdendo il confronto con Rea anche nella classifica dei piloti. Ma cosa è mancato al team italiano per mettere un freno allo strapotere del sei volte campione del mondo? Ducati riparte da questo interrogativo in vista di un 2021 ambizioso.

WSBK
19 dic 2020