Melandri dice addio a Barni e lascia ancora la Superbike

Marco Melandri lascia il team Barni con effetto immediato e la squadra bergamasca dovrà correre ai ripari per scendere in pista con un altro pilota. Il principale candidato per sostituire il ravennate è Samuele Cavelieri, in pista già a Barcellona.

Melandri dice addio a Barni e lascia ancora la Superbike

L’avventura di Marco Melandri ed il team Barni è arrivata al capolinea: il ravennate, rientrato nel mondiale Superbike in questa stagione dopo aver annunciato il ritiro alla fine del 2019, si ferma un’altra volta. L’esperienza in Ducati con la squadra bergamasca non stava procedendo come sperato e le strade delle due parti si separano con effetto immediato. Già da Barcellona infatti, Barni dovrà schierare un nuovo pilota ed il candidato principale è Samuele Cavalieri.

Nel primo round della ripartenza della stagione a Jerez de la Frontera, Melandri aveva iniziato il suo 2020 con risultati soddisfacenti, che lasciavano immaginare un buon percorso. Eppure le gare successive non hanno portato ottimismo nel box #33, dove c’era dell’insoddisfazione per la fatica nell’adattarsi alla moto e progredire per essere competitivo.

Al termine del secondo round di Aragon, Melandri e Barni si sono detti addio. Si interrompe così la stagione di rientro del pilota italiano, che proprio al termine del 2019 aveva appeso il casco al chiodo dopo una stagione fallimentare con il team Yamaha GRT. Il team Barni è così costretto a trovare un sostituto, ma tutto lascia pensare che a prendere il posto di Melandri sarà Samuele Cavalieri, attualmente impegnato nel CIV.

Non c’è pace dunque per la squadra di Bergamo, costretta a trascorrere un inverno burrascoso a causa dei problemi di salute di Leon Camier. L’inglese, che avrebbe dovuto disputare la sua prima stagione con la Ducati del team Barni, è stato costretto a dare forfait per gli ormai annosi problemi alla spalla che non gli lasciano tregua. Nei test invernali, il team di Marco Barnabò è sceso in pista con Sandro Cortese prima e con Randy Krummenacher poi, salvo trovare in Marco Melandri il sostituto definitivo per la stagione in corso.

Melandri spiega la scelta di non proseguire la stagione: “Lasciare è stata una decisione sofferta, ma ho dovuto ascoltare il mio fisico. Ero tornato con grandi aspettative ed entusiasmo, ma questo si è spento gara dopo gara perché ho capito che le mie caratteristiche sono diverse da questa moto. Recuperare terreno durante i weekend di gara è davvero dura. La mia idea era tornare per divertirmi e fare delle belle gare, invece, nonostante il team abbia fatto un grande lavoro, non ho mai trovato veramente confidenza con la moto. In queste condizioni non aveva senso andare avanti, ho preferito parlarne a cuore aperto con Barni e dare spazio a un giovane che ha grinta e fame”.

“Rimpianti? No. Se non avessi fatto questa esperienza mi sarei chiesto come sarebbe andata, ora ho avuto le risposte,  purtroppo non sono state quelle che mi aspettavo. Ringrazio comunque tutta la squadra per l'impegno che mi ha dimostrato, per me è arrivato il momento di guardare avanti concentrandomi su una strada che avevo già deciso di intraprendere. Faccio un grosso in bocca al lupo al Barni Racing Team per il futuro”.

Dall’altra parte, c’è l’entusiasmo di Samuele Cavalieri in vista di questa nuova avventura: “Sono felicissimo di questa opportunità e il primo grazie è per Barni e il suo team. Il mio obiettivo è quello di fare esperienza, sarò in mezzo a grandi piloti  e avrò da imparare da tutti. Sarà fondamentale non partire con troppa foga, ma lavorare con metodo. Non avendo mai provato la moto voglio fare un passo alla volta, senza pormi traguardi. Voglio ringraziare anche tutte le persone che mi hanno accompagnato fin qui, la mia famiglia e i miei sponsor, spero di poter regalare loro le soddisfazioni che meritano”.

 

condivisioni
commenti
SSP, Teruel: De Rosa penalizzato per l’incidente con Cluzel

Articolo precedente

SSP, Teruel: De Rosa penalizzato per l’incidente con Cluzel

Prossimo Articolo

Ana Carrasco cade nei test e si frattura due vertebre

Ana Carrasco cade nei test e si frattura due vertebre
Carica commenti
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021