WSBK
06 set
-
08 set
Evento concluso
27 set
-
29 set
Evento concluso
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
SSP300 FP1 in
22 Ore
:
15 Minuti
:
55 Secondi

Losail, Libere 2: Rea si conferma, motore in fumo per Sykes

condivisioni
commenti
Losail, Libere 2: Rea si conferma, motore in fumo per Sykes
Di:
2 nov 2017, 19:32

"Johnny" non si migliora, ma è ancora il più veloce, anche se Lowes porta la sua Yamaha a soli 82 millesimi. Sykes è terzo nonostante il ko della sua Kawasaki, mentre le Ducati per il momento sono più indietro.

Jonathan Rea ha continuato a dettare legge anche nella seconda sessione di prove libere del round di Losail del Mondiale Superbike, anche se rispetto alla FP1 il pilota della Kawasaki ha visto assottigliarsi il proprio vantaggio.

Nel secondo turno, infatti, il campione in carica non è riuscito ad abbassare il tempo di quello inaugurale e si è fermato a 1'57"843 (contro 1'57"666) e questo ha permesso ad Alex Lowes di portare la sua Yamaha a soli 82 millesimi di distacco.

In terza posizione c'è l'altra ZX-10R di Tom Sykes, nonostante il pilota britannico sia anche rimasto fermo lungo il tracciato a causa della rottura del motore, provocando pure l'esposizione della bandiera rossa. In ogni caso, "The Grinner" è a soli 122 millesimi dal compagno di squadra.

Quarto tempo per la migliore delle Ducati, che è quella di Chaz Davies a poco meno di tre decimi. A completare la top 5 troviamo invece Michael van der Mark, tornato sulla sua Yamaha R1 dopo la parentesi in MotoGP in Malesia.

Dal sesto in giù i distacchi iniziano a farsi pesanti, con la Ducati di Xavi Fores staccata di ben sette decimi. Lo spagnolo del Barni Racing Team è stato bravo però a mettersi dietro la Panigale R ufficiale di Marco Melandri.

Sotto al secondo di distacco ci sono poi anche la BMW di Jordi Torres e l'Aprilia di Eugene Laverty, mentre Sylvain Guintoli ha completato la top 10, pagando però ben 1"2 con la Kawasaki del Puccetti Racing.

Solo 11esima la MV Agusta di Leon Camier, che ha preceduto il tandem italiano composto da Raffaele De Rosa e Lorenzo Savadori, con il portacolori dell'Aprilia che è anche incappato in ben due cadute (curva 16 e curva 14), risultando il solo a non migliorarsi oltre a Rea.

Bisogna scorrere la classifica fino al 16esimo posto invece per trovare la Honda di Davide Giugliano, più rapido di mezzo secondo rispetto al compagno di squadra Jake Gagne, ma alle spalle pure della Yamaha di Alessandro Androzzi.

Rientro in salita, infine per Roberto Rolfo, ultimo con la Kawasaki del Grillini Racing sulla quale in questo weekend rileva l'infortunato Ayrton Badovini.

Cla#PilotaMotoGiriTempoGapDistaccokm/h
1 1 united_kingdom Jonathan Rea Kawasaki 24 1'57.843     164.354
2 22 united_kingdom Alex Lowes Yamaha 25 1'57.925 0.082 0.082 164.239
3 66 united_kingdom Tom Sykes Kawasaki 4 1'57.965 0.122 0.040 164.184
4 7 united_kingdom Chaz Davies Ducati 22 1'58.136 0.293 0.171 163.946
5 60 netherlands Michael van der Mark Yamaha 24 1'58.315 0.472 0.179 163.698
6 12 spain Javier Fores Ducati 22 1'58.543 0.700 0.228 163.383
7 33 italy Marco Melandri Ducati 17 1'58.671 0.828 0.128 163.207
8 81 spain Jordi Torres BMW 23 1'58.736 0.893 0.065 163.118
9 50 united_kingdom Eugene Laverty Aprilia 23 1'58.757 0.914 0.021 163.089
10 05 france Sylvain Guintoli Kawasaki 22 1'59.053 1.210 0.296 162.683
11 2 united_kingdom Leon Camier MV Agusta 20 1'59.069 1.226 0.016 162.661
12 35 italy Raffaele De Rosa BMW 22 1'59.116 1.273 0.047 162.597
13 32 italy Lorenzo Savadori Aprilia 19 1'59.303 1.460 0.187 162.342
14 40 spain Roman Ramos Kawasaki 21 1'59.531 1.688 0.228 162.033
15 121 italy Alessandro Andreozzi Yamaha 19 1'59.616 1.773 0.085 161.918
16 34 italy Davide Giugliano Honda 20 1'59.639 1.796 0.023 161.887
17 45 Jake Gagne Honda 20 2'00.077 2.234 0.438 161.296
18 11 france Jérémy Guarnoni Kawasaki 21 2'00.670 2.827 0.593 160.503
19 37 czech_republic Ondřej Ježek Kawasaki 23 2'01.275 3.432 0.605 159.703
20 44 italy Roberto Rolfo Kawasaki 21 2'01.727 3.884 0.452 159.110

 

Prossimo Articolo
Losail, Libere 1: Rea fa subito paura. Bene le Yamaha ufficiali

Articolo precedente

Losail, Libere 1: Rea fa subito paura. Bene le Yamaha ufficiali

Prossimo Articolo

Ducati, Davies: "Siamo costanti sul passo gara. E' la cosa che conta"

Ducati, Davies: "Siamo costanti sul passo gara. E' la cosa che conta"
Carica commenti