Le Kawasaki di Sykes e Rea dominano anche nei test di Misano

Tom Sykes è stato il più veloce nell'unica giornata di test sul tracciato di Misano Adriatico, andata in scena oggi. Seconda posizione per il vincitore delle due manche di sabato e ieri Jonathan Rea, mentre Giugliano ha portato la Ducati al terzo...

Il fine settimana di gara di Misano Adriatico della World Superbike è terminato ieri con la seconda manche di gara finita nelle mani del cannibale Jonathan Rea, trionfatore grazie a un sorpasso al 17esimo giro ai danni del compagno di squadra Tom Sykes, ma oggi tutti i team che corrono nel Mondiale dedicato alle derivate di serie hanno svolto una giornata di test proprio sulla pista intitolata a Marco Simoncelli.

A dettare legge sono state le solite Kawasaki Ninja ZX-10R ufficiali, con Tom Sykes che si è preso una piccola rivincita nel confronti di Jonathan Rea mettendoselo alle spalle per 103 millesimi di secondo. Sykes ha fermato il cronometro in 1'34"674, centrando il miglior tempo della sessione nelle fasi finali della giornata.

Sia il britannico che Rea hanno girato solo nel pomeriggio, forti di una moto molto competitiva. Eppure anche il team nipponico ha provato diverse soluzioni per le prossime gare, tra cui affinamenti d'elettronica per Jonathan Rea e dettagli sull'assetto per la Ninja di Sykes.

Davide Giugliano si è confermato come primo inseguitore delle due "verdone", staccato di poco più di due decimi di secondo da Sykes. La Ducati ha provato altre novità sulla Panigale oltre a quelle introdotte nel fine settimana passato, che hanno interessato sia l'anteriore che il posteriore della Rossa. Chaz Davies ha invece terminato al sesto posto, più lento del compagno di squadra di circa mezzo secondo.

Bel lavoro per la MV Agusta, che sul giro secco ha permesso al britannico Leon Camier di chiudere la sessione al quarto posto assoluto. Ha completato la Top Ten Jordi Torres, pilota superstite del team Althea BMW Racing dopo l'infortunio che ha costretto Markus Reiterberger a fermarsi (frattura da schiacciamento alla vertebra D12).

Michael van der Mark è il primo pilota del team Ten Kate Honda, issatosi con la sua CBR1000RR in settima posizione, davanti alla prima Yamaha YZF-R1 ufficiale, quella del britannico Alex Lowes. Dopo il bel quinto posto di ieri, Lorenzo Savadori ha portato l'Aprilia RSV4 RF del team Iodaracing al nono posto, davanti alla seconda Honda Ten Kate di Nicky Hayden.

Niccolò Canepa ha portato la seconda Yamaha del team Crescent Pata in undicesima piazza, davanti a Raffaele De Rosa, dodicesimo con la BMW S1000RR del team Althea.

Capitolo gomme: per questo test, la Pirelli ha portato molte specifiche nuove da provare: 4 mescole anteriori e 3 posteriori da asciutto.

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati WSBK
Evento Misano
Circuito Misano Adriatico
Articolo di tipo Test