Laverty: “A Portimao è il pilota che fa la differenza”

Eugene Laverty si avvia verso il finale di stagione con Ducati prima di passare a BMW dal 2020 e negli ultimi round cercherà di dare il meglio con la Panigale V4 R, a partire da Portimao, il suo tracciato preferito.

Laverty: “A Portimao è il pilota che fa la differenza”

Finalmente tornato a pieno ritmo dopo il lungo stop per l’infortunio rimediato ad Imola, Eugene Laverty è pronto ad affrontare il decimo round della stagione. L’irlandese è impaziente di salire in sella alla sua Panigale V4 R del team Go Eleven per percorrere le curve del circuito di Portimao, teatro del primo appuntamento Superbike dopo la pausa estiva.

L’alfiere Ducati ha lavorato molto durante l’estate per poter essere al 100% sulla sua pista preferita in assoluto, dove disputerà il weekend con la tranquillità di un futuro già scritto. Proprio prima dei test di Portimao infatti è stato ufficializzato l’accordo con BMW e Laverty sarà compagno di squadra di Tom Sykes a partire dalla prossima stagione. Non una notizia di poco conto, se pensiamo che lo scorso anno non sapeva se si fosse potuto schierare sulla griglia di partenza e l’opportunità di Go Eleven è arrivata piuttosto tardi.

Laverty afferma: “Avere il contratto firmato per l’anno prossimo è un grande sollievo, se pensiamo a come stavo un anno fa a quest’ora, dove è stato tutto in alto mare fino a novembre e poi è stato troppo tardi. Per me avere certezze già ad agosto mi toglie di dosso molta pressione, per un pilota è sempre negativo avere la pressione di trovare una sistemazione. Ora invece posso concentrarmi sugli ultimi quattro round della stagione e provare a lottare per i podi come abbiamo fatto prima che mi infortunassi. Voglio godermi queste gare”.

Leggi anche:

L’irlandese quindi al momento si è tolto un gran peso e potrà pensare al weekend di gara, in cui proverà ad ottenere il miglior risultato possibile: “Portimao è la mia pista preferita al mondo. È unica! Ci ho girato tanto negli anni e la conosco come le mie tasche. In alcuni circuiti la moto deve lavorare in una certa maniera per essere veloce, perché il pilota è limitato da ciò che si può fare, ma su questo tracciato è l’esatto contrario! È fatto di saliscendi e sono talmente tanti da affrontare che ti puoi ritrovare davanti come nelle retrovie. Qui a Portimao è il pilota che fa la differenza”.

“Ricordo che nel 2009 in Supersport molti mi davano fuori dalla lotta per la vittoria, ma siamo arrivati all’ultimo round della stagione a Portimao con chance di vincere il titolo. Vincere quella gara fu un sogno ed è uno dei miei ricordi più belli. A volte ripenso con piacere a quei momenti, venivo da due delle peggiori gare della mia carriera in 250cc per disputare due delle migliori gare in Supersport”.  

Laverty arriva in Algarve forte dei test svolti a fine agosto, dove ha proseguito il lavoro iniziato a Laguna Seca. Ora in Portogallo cercherà di ambire ad un gran risultato: “Abbiamo provato a Portimao due settimane fa e sono stati dei test molto positivi. È stato importante poter scendere in pista, sia qui sia a Laguna Seca a luglio. Negli USA sono riuscito a provare una sospensione posteriore che ci ha dato più grip e ci ha permesso di iniziare i test di Portimao da dove eravamo rimasti. Anche se all’inizio eravamo un po’ lenti, abbiamo fatto progressi durante il test per modificare la moto e far lavorare la gomma posteriore”.

“Portimao è una buona pista per la Ducati per via dei saliscendi ed è molto impegnativa fisicamente. Ma il motore e le ali la rendono più facile da guidare rispetto ad altre moto. Nei test sono stato il miglior pilota Ducati, ma credo che i ragazzi del team ufficiale abbiano un asso nella manica in vista del fine settimana di gara. Dovremo fare un passo in più che ci permetta di lottare per il podio e questo è il mio obiettivo. Sarebbe un sogno che diventa realtà per me, perché la pista mi piace moltissimo e tutti si sono davvero presi cura di me, quindi mi piacerebbe ricompensarli con un podio”.

Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Laverty, Team Go Eleven
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Laverty, Team Go Eleven
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Laverty, Team Go Eleven
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Laverty, Team Go Eleven
4/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Laverty, Team Go Eleven
5/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Laverty, Team Go Eleven
6/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Eugene Laverty, Team Go Eleven
7/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Eugene Laverty, Team Go Eleven
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Laverty, Team Go Eleven
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Eugene Laverty, Team Go Eleven

Eugene Laverty, Team Go Eleven
10/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Ducati, in Algarve per fermare Rea

Articolo precedente

Ducati, in Algarve per fermare Rea

Prossimo Articolo

Ecco perché la battaglia di Bautista contro Rea è già persa

Ecco perché la battaglia di Bautista contro Rea è già persa
Carica commenti
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021
SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021
Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni Prime

Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni

Jonathan Rea ha dominato due delle tre gare disputate ad Aragon, round di apertura della stagione SBK. Il pilota Kawasaki è stato più forte dei limiti imposti dal regolamento e gli avversari devono già correre ai ripari.

WSBK
26 mag 2021
SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano Prime

SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano

Inizia la stagione 2021 del mondiale Superbike e c’è fermento per il nuovo campionato che è alle porte. Sarà ancora Rea a dettare legge o dovrà cedere lo scettro dopo sei titoli mondiali?

WSBK
19 mag 2021
SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test Prime

SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test

I test di Aragon svolti da Ducati e Yamaha hanno chiarito le idee alle squadre e lasciato alcuni dubbi che verranno dissipati solamente con l’inizio della stagione. L’unica certezza è che al momento i due team impegnati al Motorland possono essere davvero i veri contendenti al titolo 2021, in una stagione che vede Rea ancora come l’uomo da battere.

WSBK
14 apr 2021
Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’ Prime

Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’

Gli ultimi test collettivi svolti a Barcellona si sono conclusi nel segno di Jonathan Rea, che ancora una volta appare come l’uomo da battere. Ma Ducati e Yamaha non stanno a guardare e si candidano come le due squadre pronte a fermare il dominio Kawasaki.

WSBK
4 apr 2021
Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo Prime

Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo

Il team Aruba.it Racing – Ducati ha presentato la Panigale V4R che sarà incaricata di fermare il dominio Kawasaki. Ma le innovazioni della pioniera Casa bolognese e la determinazione dei piloti saranno in grado di mettere un freno a Rea?

WSBK
25 mar 2021