WSBK
G
Imola
08 mag
-
10 mag
Evento concluso
G
Donington Park
03 lug
-
05 lug
Postponed
31 lug
-
02 ago
Prossimo evento tra
25 giorni
31 lug
-
02 ago
Canceled
G
Algarve
07 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
32 giorni
21 ago
-
23 ago
Postponed
G
Aragon
28 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
53 giorni
G
Barcelona
18 set
-
20 set
Prossimo evento tra
74 giorni
G
Magny-Cours
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
88 giorni
G
Villicum
09 ott
-
11 ott
Prossimo evento tra
95 giorni
G
Misano
06 nov
-
08 nov
Prossimo evento tra
123 giorni

La SBK ripartirà ad agosto da Jerez, poi Portimao e Aragon

condivisioni
commenti
La SBK ripartirà ad agosto da Jerez, poi Portimao e Aragon
Di:
29 mag 2020, 13:40

Il Mondiale Superbike ricomincerà ad agosto nella penisola iberica: prima Jerez, poi Portimao e Aragon.

I promotori del Mondiale World Superbike stanno lavorando alacremente per cercare di trovare il modo e le condizioni per tornare a correre e avere un calendario 2020 stilato, con date certe, anche se sempre in bilico a causa della precaria situazione sanitaria dovuta alla pandemia da COVID-19.

Dopo l'avvio del Mondiale avvenuto in Australia, sulla pista di Phillip Island, la stagione delle moto derivate di serie si è bruscamente interrotta così come tutte le altre serie a 2 e 4 ruote del motorsport.

L'obiettivo di Dorna, promotrice del Mondiale Superbike, è quello di tornare a correre il prima possibile. In questo senso il piano è quello di tornare a correre a inizio agosto e di farlo sul tracciato di Jerez de la Frontera, dedicato alla memoria di Angel Nieto.

Il circuito andaluso dovrebbe ospitare il primo appuntamento dopo la sosta forzata, nel fine settimana che andrà dal 31 luglio al 2 di agosto. I motori della Superbike si riaccenderanno di nuovo nella penisola iberica, appena 7 giorni dopo, e lo faranno al Circuit de Algarve di Portimao, in Portogallo, dal 7 al 9 agosto.

I protagonisti del Mondiale torneranno a correre in Spagna a fine agosto, nel fine settimana che andrà dal 28 al 30, al Motorland di Aragon. Questi tre appuntamenti si terranno a porte chiuse, dunque senza spettatori sulle tribune, in linea con le misure di sicurezza sanitaria dettate dai governi di Spagna e Portogallo.

Le gare che sino a oggi sono state rinviate - ad esempio gli appuntamenti in gran Bretagna e Olanda - rimangono in sospeso, con l'intento da parte di Dorna di riposizionarli nel calendario qualora vi fossero le condizioni per farlo.

FIM e Dorna stanno valutando diversi scenari per cercare di adattarsi a ogni situazione possa porsi davanti nei prossimi mesi. Queste le parole di Gregorio Lavilla, direttore esecutivo di WorldSBK: "Siamo molto positivi riguardo al futuro. Stiamo andando nella direzione giusta, e abbiamo scelto di ricominciare a Jerez de la Frontera".

"Stiamo valutando diversi scenari per le tre classi delle derivate di serie. Stiamo lavorando per trovare la giusta soluzione per tutti. Tanto dipenderà dalle misure di sicurezza sanitaria che i diversi governi andranno a implementare nel corso delle prossime settimane. Stiamo cercando di trovare le migliori soluzioni possibili, ad esempio per il tracciato di Assen, con l'intenzione di mantenere questi eventi, compresi quelli rinviati, e di farvi correre le nostre serie utilizzando i fine settimana disponibili da qui alla fine dell'anno".

Prossimo Articolo
SBK, Van der Mark torna in pista ad Assen

Articolo precedente

SBK, Van der Mark torna in pista ad Assen

Prossimo Articolo

SBK, MV Agusta pianifica il rientro nel Mondiale con la F4

SBK, MV Agusta pianifica il rientro nel Mondiale con la F4
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Evento Jerez
Autore Giacomo Rauli