La giunta di Bathurst pensa di ospitare la SBK nel nuovo circuito di Mount Panorama dal 2021

condivisioni
commenti
La giunta di Bathurst pensa di ospitare la SBK nel nuovo circuito di Mount Panorama dal 2021
Di:
Tradotto da: Giacomo Rauli
23 gen 2019, 09:48

La giunta comunale di Bathurst spera di strappare la SBK a Phillip Island per trarre beneficio anche dalla categoria dedicata alle moto derivate di serie ed evitare conflitti con la MotoGP.

L'amministrazione della città di Bathurst sembra intenzionata a provare il colpaccio: strappare la World SUperbike a Phillip Island e ospitare la classe regina delle moto derivate di serie sul nuovo circuito permanente di Mount Panorama quando questo sarà completato.

Stando a quanto affermato da Warren Aubin, consigliere regionale di Bathurst, il nuovo tracciato che sarà lungo 4,5 chilometri e sarebbe perfetto per ospitare il Mondiale Superbike nei prossimi anni.

Il vantaggio di questa soluzione è quello di avere MotoGP e Superbike in due tracciati differenti ogni anno.

"Il tracciato è adatto alle moto, è abbastanza buono per qualunque cosa. Se fosse solo buono per le auto, allora non lo sarebbe per le moto", ha dichiarato Aubin.

"Sarebbe una buona cosa differenziare i tracciati di Superbike e MotoGP, anche perché gli spettatori, potendo scegliere, tra le due categorie che corrono a Phillip Island, la maggior parte andrebbe a vedere la MotoGP".

Il costo totale della struttura è stato stimato in circa 50 milioni di dollari, metà di questi è stato raccolto tramite finanziamenti statali e federali. Dovrebbe essere pronto il prossimo anno, giusto in tempo per ospitare l'eventuale round della Superbike nel 2021.

Prossimo Articolo
Il Mondiale Superbike 2019 prende il via con i test invernali di Jerez. Occhi puntati sulla Ducati V4

Articolo precedente

Il Mondiale Superbike 2019 prende il via con i test invernali di Jerez. Occhi puntati sulla Ducati V4

Prossimo Articolo

Test Superbike Jerez, Giorno 1: Yamaha in testa con Lowes. Poi Rea. Ducati indietro

Test Superbike Jerez, Giorno 1: Yamaha in testa con Lowes. Poi Rea. Ducati indietro
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Autore Andrew van Leeuwen