Iscriviti

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia
Intervista

La delusione di Davies: “Abbiamo perso una grande opportunità”

Autore di una grande Superpole, il pilota Ducati è stato tradito da un problema elettrico al primo giro di Gara 1. Disappunto palpabile per Davies, che sperava in un risultato decisamente diverso, ma vorrà riscattarsi domani.

Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Doveva essere la gara della rinascita, ma si è conclusa con l’amaro in bocca dopo un solo giro: Chaz Davies ad Imola si aspettava un grande risultato, ma non è riuscito a capitalizzare l’ottimo tempo ottenuto in Superpole a causa di un problema tecnico sulla sua Panigale V4 R che l’ha fermato dopo poche curve dal semaforo.

Il gallese è stato tradito dall’elettronica, che lo ha fatto rallentare quando era in seconda posizione e alla caccia di Jonathan Rea ed è rientrato ai box decisamente contrariato e deluso. Non il riscatto che voleva sulla pista dove ha conquistato una doppietta nel 2016 e nel 2017 e che si adatta molto bene al suo stile di guida.

 

Ma le gare sono così e Davies lo sa benissimo, per quanto il weekend italiano doveva rappresentare per lui la svolta della stagione. Non tutto è perduto però, perché bisogna disputare ancora due gare e l’incognita pioggia potrebbe cambiare le carte in tavola. Inoltre il gallese sembra aver trovato la quadra e si sta adattando decisamente meglio alla Panigale V4 R.

"Sono profondamente deluso perché oggi ho perso una grande opportunità”, afferma Davies. “Ma sono le gare, succede. Comunque da ieri la mia Panigale V4 R è migliorata molto e abbiamo fatto un ulteriore passo in avanti. Tutta la squadra ha svolto un lavoro fantastico per mettermi in questa condizione. Nonostante Imola sia un buon circuito per me, c’è da dire che anche la moto ha fatto dei progressi, quindi è un insieme di cose”.

Dello stesso autore, leggi anche:

Le aspettative erano altre dopo il risultato delle qualifiche, come afferma lo stesso Davies: “Dopo aver stabilito il nuovo record del circuito in Superpole, non vedevo l'ora di scendere in pista e lottare con Jonny per portare a casa il massimo risultato. Non avevo molto da perdere, ma purtroppo la mia gara non è durata molto”.

“Mi è sembrato un problema elettronico”, ammette il gallese riferendosi al ritiro in Gara 1. “Perché la mia moto ha perso potenza uscendo dalla curva 4 e Johnny mi ha superato. Comunque il problema in Gara 1 è stato diverso da quello che abbiamo accusato a Buriram. Peccato, cercherò di rifarmi domani anche se le condizioni meteo non promettono nulla di buono."

Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team conquista la pole
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati Team
10

Be part of Motorsport community

Join the conversation
Articolo precedente Razgatlioglu ritrova il podio: “Non me lo aspettavo dopo la grande lotta all’ultimo giro”
Prossimo Articolo SBK, Imola, Warm-Up: Rea rifila un secondo e mezzo agli avversari sul bagnato

Top Comments

Non ci sono ancora commenti. Perché non ne scrivi uno?

Sign up for free

  • Get quick access to your favorite articles

  • Manage alerts on breaking news and favorite drivers

  • Make your voice heard with article commenting.

Motorsport prime

Discover premium content
Iscriviti

Edizione

Italia