Kawasaki: test a Portimao per Rea e Sykes su assetto e gomme

I due alfieri del team nipponico hanno svolto dei test in Portogallo per preparare le Ninja ZX-10RR ufficiali in vista del prossimo appuntamento previsto in Olanda, sul tracciato di Assen.

Kawasaki: test a Portimao per Rea e Sykes su assetto e gomme
Kyle Ryde, Kawasaki Puccetti Racing, Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing

In preparazione del round di Assen, in programma la prossima settimana, il Kawasaki Racing Team ha svolto una due giorni di test (17 – 18 aprile) sulla pista portoghese di Portimao, che quest’anno è tornato a far parte del calendario del Mondiale SBK. Un test molto importante per Jonathan Rea e Tom Sykes, principalmente per due ragioni: la prima, prendere confidenza con il tracciato di Portimao in vista della gara di settembre; la seconda, per permettere di lavorare sullo sviluppo della moto al di fuori dell’immancabile stress di un weekend di gara.

Solo quattro le moto presenti in pista, che ha comportato un miglioramento molto lento del grip della pista, soddisfacente solo in conclusione della due giorni. Nonostante questo entrambi i piloti hanno continuato il trend positivo già riscontrato nel test post-gara di Aragon. 150 giri complessivi per il due volte campione del mondo, che ha fatto segnare il tempo di 1’41”4, utilizzando la gomma da qualifica di ultima generazione. La versione 2017 si è rivelata meno prestazionale in termini assoluti rispetto alla precedente ma consente ai piloti di avere più di un solo giro per ottenere la migliore performance.

Non ancora completamente ristabilito dai problemi alla stomaco che lo avevano pesantemente debilitato nel round di Aragon, Tom Sykes ha dovuto ridurre le uscite in pista portando a termine in tutto solo 90 giri. Per l’inglese, che ha utilizzato la gomma da qualifica solo nel pomeriggio del secondo giorno, miglior corono in 1’42”3, compiendo soprattutto un prezioso lavoro sul passo gara con gomma usata.

“E’ stato importante provare qui a Portimao, specialmente per dare un seguito all’ottimo test svolto nel test ad Aragon, anche perché abbiamo potuto provare diverse soluzioni con calma e metodologia di lavoro – ha commentato Rea - . La pista era molto sporca e con poche moto in pista non abbiamo potuto usufruire delle migliori condizioni di grip. Detto questo, le condizioni meteo sono state piacevoli e questo ci ha permesso di portare a termine parecchi giri, riuscendo a trovare interessanti soluzioni a livello di set-up".

"Positive anche le due simulazioni di gara, dove sono riuscito a tenere un consistente passo, così come le prove di partenza. Una volta concluso il lavoro che avevamo programmato, ho utilizzato la gomma da qualifica e il giro è stato molto veloce. Voglio ringraziare la Kawasaki e il team per aver organizzato questo test”.

“Cercare di guidare al limite una superbike in queste mie attuali condizioni non è stato proprio il massimo. Mi sto riprendendo piano, piano e mi auguro di essere al meglio in occasione della gara di Assen della prossima settimana – ha detto Sykes -. Il test è stato sicuramente utile perché abbiamo avuto alcune conferme ma a livello di pura performance non sono stato in grado di esprimermi al meglio".

"Nella prima giornata ci siamo fermati un po’ prima della pausa pranzo perché non mi sentivo in forma. Abbiamo quindi ridotto la quantità di cose da provare, concentrandoci sui punti principali in vista della prossima gara e abbiamo trovato una buona direzione di lavoro. Siamo a buon punto per quanto riguarda le gomme da gara e questo è positivo visto che io non sono stato in grado di guidare al massimo delle mie possibilità”.

condivisioni
commenti
Il Mondiale Superbike sbarca anche in Argentina nel 2018
Articolo precedente

Il Mondiale Superbike sbarca anche in Argentina nel 2018

Prossimo Articolo

Pere Riba: "Rea, come Bayliss e Fogarty, sa guidare sopra i problemi"

Pere Riba: "Rea, come Bayliss e Fogarty, sa guidare sopra i problemi"
Carica commenti
Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore Prime

Le migliori gare del 2021: Rinaldi e la Ducati tingono Misano tricolore

Quella di Michael Ruben Rinaldi è stata una stagione di alti e bassi, con una seconda metà decisamente complicata. Tuttavia il pilota romagnolo archivia il 2021 con la grande soddisfazione di aver conquistato una stratosferica doppietta a Misano, nel round di casa davanti al proprio pubblico. E battendo colui che sarebbe poi diventato campione del mondo, Toprak Razgatlioglu.

WSBK
10 gen 2022
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021