Kawasaki in Francia per conquistare per il quarto anno di fila titolo piloti e costruttori SBK

condivisioni
commenti
Kawasaki in Francia per conquistare per il quarto anno di fila titolo piloti e costruttori SBK
Di: Lorenzo Moro
27 set 2018, 09:00

Il team giapponese si prepara per sbancare il botteghino della Superbike con la concreta possibilità di vincere sia il titolo costruttori che quello piloti nel round francese.

Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing
Tom Sykes, Kawasaki Racing

Il team Kawasaki arriva in Francia con la concreta possibilità di chiudere i giochi per il mondiale Superbike con ben due round di anticipo sia dal punto di vista del mondiale piloti che da quello del mondiale costruttori. Grazie alla (ennesima) doppietta di Rea in Portogallo, il campione nord-irlandese arriva in Francia con ben 116 punti di vantaggio sul secondo in classifica Chaz Davies e, se Rea dovesse chiudere Gara 2 con ancora 100 punti di vantaggio il mondiale sarebbe matematicamente suo.

Se addirittura Rea riuscisse a chiudere Gara 1 con 125 punti di vantaggio sul secondo, il titolo potrebbe venire assegnato già al sabato. Le statistiche sono dalla parte del pilota Kawasaki che, con 6 vittorie consecutive nelle ultime sei gare (tutte ottenute anche con una certa superiorità), si presenta a Magny-Cours in uno stato di forma invidiabile: solo qualche evento straordinario potrebbe sovvertire quello che è un vero e proprio dominio da parte di Jonathan Rea.

"Sono veramente eccitato all'idea di correre a Magny-Cours", ha affermato il campione della Kawasaki. "Ho ricordi incredibili dalla gara dell'anno scorso e questo weekend avrò l'opportunità di vincere il mio quarto titolo mondiale. Cerco di non pensarci molto per rimanere concentrato ed affrontare questo weekend di gare come qualunque altro. Il meteo promette bene e dovrebbe essere stabile lungo tutto il fine settimana; l'obiettivo è chiaro:vincere entrambe le gare".

Assieme a Rea anche la Kawasaki potrebbe portarsi a casa il titolo costruttori già in Francia che, con 24 podi complessivi ottenuti nel 2018, arriva a Magny-Cours con 73 punti di vantaggio sugli altri costruttori e, se questo divario venisse portato a 100 punti in Francia il titolo potrebbe venir assegnato matematicamente alla casa giapponese.

A Magny-Cours inoltre vedremo di nuovo Tom Sykes nel pieno delle sua forma fisica. Dopo un infortunio rimediato durante un allenamento nel corso della pausa estiva il pilota inglese ha affrontato la gara di Portimao un po' in difficoltà ma adesso dovrebbe essere nel pieno delle forse per tornare a far parte del pacchetto di mischia. Lo stesso Sykes si dichiara pronto per dare battaglia ai suoi avversari: "Sono pronto per correre e le mie condizioni fisiche sono migliori rispetto a quello che erano in Portogallo. Magny-Cours è un bel tracciato nel quale ho ottenuto buoni risultati in passato e sul quale conto di essere forte anche quest'anno. Grazie al lungo rettilineo ci sono belle occasioni per sorpassare e per tirare delle belle staccate: in generale è una pista che regala belle gare sia per noi che per il pubblico".

Prossimo articolo WSBK
Ducati obbligata a fare bene a Magny-Cours per non perdere il secondo posto di Chaz Davies

Articolo precedente

Ducati obbligata a fare bene a Magny-Cours per non perdere il secondo posto di Chaz Davies

Prossimo Articolo

Yamaha, van der Mark: "Andiamo a Magny-Cours per lottare per la vittoria"

Yamaha, van der Mark: "Andiamo a Magny-Cours per lottare per la vittoria"
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Evento Magny-Cours
Piloti Tom Sykes , Jonathan Rea
Team Kawasaki Racing
Autore Lorenzo Moro
Tipo di articolo Preview