Jonathan Rea riceve la laurea ad honorem

Il Campione del mondo in carica è stato premiato dalla Queen’s University Belfast con un dottorato ad honorem per quanto ottenuto nella stagione 2019 del Mondiale Superbike.

Jonathan Rea riceve la laurea ad honorem
Carica lettore audio

Jonathan Rea è il pilota simbolo del Mondiale Superbike ed è una delle personalità più amate in Gran Bretagna. Per questo continua ad ottenere premi e riconoscimenti anche fuori dalla pista. L’ultimo gli è stato conferito dalla Queen’s University Belfast, una delle più prestigiose dell’Irlanda del Nord.

Il Campione del mondo in carica riscuote dunque un grande successo non solo in sella alla sua Kawasaki. Quest’anno, dopo aver battuto altri record ed essere diventato il pilota più vincente della categoria battendo anche la leggenda Carl Fogarty, è stato insignito del premio FIM a Monaco, grande e prestigioso riconoscimento nell’ambito motociclistico.

Leggi anche:

Nel 2019 non sarà tra i nominati per i BBC Awards come personaggio dell’anno e questo ha creato scompiglio nell’Irlanda del Nord, ma Rea ha compensato con il dottorato, che fa di lui uno dei motociclisti più influenti e di rilievo di tutto il paese. Per ben quattro anni consecutivi infatti, il britannico ha vinto il premio Irish Motorcyclist of the Year, tra gli altri riconoscimenti ottenuti da quando ha conquistato il suo primo titolo mondiale.

Jonathan Rea parla con emozione del premio ricevuto e spende parole di elogio per la prestigiosa università di Belfast: “Ricevere questo riconoscimento dalla Queen’s University Belfast per me è un grande privilegio. Oltre ad essere un’università locale di rilievo internazionale per quanto riguarda la ricerca e l’istruzione, la Queen dà molta importanza anche all’impegno che mette nell’eccellenza sportiva. Grazie al suo programma Elite Athlete, l’Università permette agli studenti che praticano qualsiasi tipo di sport, di coltivare le proprie ambizioni, oltre ad avere un’istruzione di livello e penso che questo debba essere messo in risalto”.

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
1/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
2/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
3/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
4/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
5/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
6/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
7/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
8/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team controlla le gomme
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team controlla le gomme
9/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
10/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Alvaro Bautista, Aruba.it Racing-Ducati Team
11/11

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Marron elogia Razgatlioglu: “Miglioramenti impressionanti”
Articolo precedente

Marron elogia Razgatlioglu: “Miglioramenti impressionanti”

Prossimo Articolo

Reiterberger correrà in Asia con BMW nel 2020

Reiterberger correrà in Asia con BMW nel 2020