WSBK
24 ott
-
26 ott
Evento concluso

Jonathan Rea, doppietta e record: “La mia miglior gara della stagione”

condivisioni
commenti
Jonathan Rea, doppietta e record: “La mia miglior gara della stagione”
13 mag 2018, 19:03

Il pilota Kawasaki batte Davies in Gara 2 e conquista la doppietta ad Imola. Con questa vittoria eguaglia il record di successi di Carl Fogarty e punta a diventare il pilota più vincente di sempre con una stagione ancora lunga davanti a sé.

Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team, Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing, Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Podio: il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team, Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Jonathan Rea, Kawasaki Racing conquista la pole position
Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Podio: il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing
Il vincitore della gara Jonathan Rea, Kawasaki Racing

Imola, teatro di grandi duelli, di doppiette e di traguardi importanti: qui Jonathan Rea ha dato spettacolo ingaggiando una grande battaglia con Chaz Davies in Gara 2, ha trionfato anche in questa seconda manche e, con la doppietta di Imola, ha raggiunto Carl Fogarty eguagliando il numero di vittorie conquistate in Superbike.

Se l’inizio di stagione non è stato eccellente per Rea, adesso sembra che i problemi siano stati risolti, almeno in parte, e la prestazione di questo weekend ad Imola lo dimostra. Ieri è scattato dalla pole, posizione favorevole a suo dire per poter dominare la gara e così è stato. In Gara 2 però scattava dalla nona posizione e ha avuto qualche difficoltà all’inizio. Ma il risultato finale non è cambiato. È salito nuovamente sul gradino più alto del podio, mantenendo la tradizione di doppiette sul tracciato italiano e raggiungendo un nuovo record.

“All’inizio non mi sentivo benissimo”, afferma Rea parlando di Gara 2. “Partire dalla terza fila non era l’ideale, la mia idea era quella di fare una partenza migliore per poter stare davanti. Ma Tom Sykes ha avuto una partenza migliore rispetto a me e ha preso l’interno. Io invece ho perso posizioni alla prima curva. Eravamo tutti molto vicini e aggressivi, ma questo tipo di gare incoraggiano perché non si perde troppo tempo. Quindi, quando sono arrivato su Chaz, non era così lontano”.

Proprio con Chaz Davies ha dato spettacolo in gara, facendo divertire gli appassionati. Scontro diretto tra i due, con il pilota Ducati che ha provato a resistere agli attacchi di Rea, ma si è poi dovuto arrendere allo strapotere del pilota Kawasaki: “Chaz faceva molti errori in curva, a volte sbagliava l’uscita. Quindi mi sono rilassato e ho cercato di capire dove potessi passarlo. Ho tentato il sorpasso due o tre volte, l’ultima alla Variante Alta. Ho fatto un giro pulito e ho aperto un gap. Da quel momento ho solo controllato. Probabilmente è stata la mia miglior gara della stagione, anche perché partivo dalla nona posizione”.

La moto sembra dunque migliorata molto rispetto all’inizio del campionato, dove avevamo visto un Rea in difficoltà. Qui ad Imola però è tornato il Rea dominatore di un tempo: “La moto era piuttosto facile da guidare , l’unico problema è che faceva molto caldo. Ma rispetto alla gara di ieri abbiamo fatto solo dei piccoli cambiamenti, abbiamo cambiato un po’ il bilanciamento della moto per avere più stabilità in frenata. Ad inizio stagione il problema non era la moto in sé, ma non avevo un gran feeling, solo che grazie ai test a Brno e alle piccole modifiche del weekend, oggi la moto andava meglio. Dove gli altri commettevano dei piccoli errori, noi andavamo più forte, alla Tosa o alla Piratella per esempio”.

La stagione però è ancora lunga e, se è molto combattuta, c’è anche la possibilità di continuare a battere record. Proprio a Donington, round di casa, Jonathan Rea potrà superare la leggenda della Superbike Carl Fogarty. Eguagliato con la doppietta di Imola per numero di vittorie, il britannico ha l’opportunità di diventare il più vincente di tutti i tempi: “Spero di ottenere ancora più vittorie nella stagione. Già eguagliare Fogarty, che resta il più grande di tutti i tempi, è bello. Ma sarebbe bello superarlo al mio round di casa. Lui comunque resterà sempre un punto di riferimento di questo sport. Se mi guardo indietro e qualcuno mi avesse detto che avrei raggiunto Fogarty non ci avrei creduto. Sono grato a tutti coloro con cui ho lavorato da quando sono arrivato in Superbike nel 2009”. 

Prossimo Articolo
Fotogallery: il weekend di Imola del Mondiale Superbike

Articolo precedente

Fotogallery: il weekend di Imola del Mondiale Superbike

Prossimo Articolo

Tom Sykes, terzo e deluso: “Gara difficile, non avevo velocità”

Tom Sykes, terzo e deluso: “Gara difficile, non avevo velocità”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Evento Imola
Location Imola