Jonathan Rea a caccia della terza doppietta consecutiva a Imola

Jonathan Rea arriva a Imola con l'intento di portare a casa la terza doppietta consecutiva sul tracciato italiano. Il nord-irlandese è reduce dalla doppia vittoria di Assen, mentre Tom Sykes andrà alla ricerca della seconda affermazione del 2016.

Jonathan Rea a caccia della terza doppietta consecutiva a Imola
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team, Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team et Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team
Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team

Cinque vittorie in otto gare e altri tre podi sono l'incredibile score di Jonathan Rea in questo 2016, campione del mondo in carica della World Superbike. Il bottino di successi del ventottenne nord-irlandese potrebbe aumentare proprio questo fine settimana, perché il Mondiale delle derivate di serie sbarcherà a Imola, all'Autodromo Enzo e Dino Ferrari.

Il centauro della Kawasaki ha sempre avuto un feeling particolare con la pista Imolese. Sono suoi gli ultimi quattro successi alle rive del fiume Santerno, che scorre a pochi metri dalla pista e Johnny, senza farne troppo mistero, ha ammesso di puntare ad altre vittorie in terra italiana.

L'obiettivo è duplice. Il primo di questi è allungare ulteriormente il divario dai principali rivali per il titolo mondiale piloti, ossia Chaz Davies e un ritrovato Tom Sykes. Il secondo, invece, è arrivare a 36 vittorie complessive in carriera in Superbike, continuando una scalata nella graduatoria all-time che sembra non conoscere un limite, specialmente da quando veste i colori della Kawasaki.

"Sono sempre stato molto fortunato perché ho sempre avuto un bellissimo riscontro da parte dei tifosi italiani. Mi piace tantissimo correre a Imola. La cultura, il cibo, il parco che abbraccia il tracciato. Ogni cosa sembra bellissima e il circuito assomiglia a quelli che affrontavo nella British Superbike. In passato ho spesso ottenuto ottimi risultati a Imola e ho vinto qualche gara. Dopo il bellissimo fine settimana di Assen è stato fantastico aver allungato in classifica generale sui miei diretti rivali. Ma è ora di tornare in sella e correre già questo fine settimana".

"L'obiettivo sarà quello di migliorare ulteriormente la mia posizione in classifica. Come ho detto recentemente, non è solo Imola, ma le prossime tre gare saranno fondamentali perché saranno piuttosto ravvicinate. Devo mantenere alta la concentrazione e siglare quanti più punti possibili. La chiave per fare bene nelle due gare sarà trovare un ottimo assetto della moto nei due turni di libere del venerdì. Abbiamo visto quanto sia stato critico il weekend di Aragon e anche Assen quando sono mutate le condizioni meteo...".

Tom Sykes, invece, andrà alla caccia dell'ennesimo riscatto dopo le delusioni patite nelle due manche di gara di Assen, in Olanda, appena due settimane or sono. Il britannico ha trovato un assetto che gli consente spesso di lottare con i primi per tutta la gara, dunque dovrà evitare che accada la medesima cosa del 2015: ovvero partire a tutto gas per poi essere risucchiato dal gruppo e non poter lottare per il successo.

"Nel fine settimana che ha preceduto questo di Imola, ad Assen, non abbiamo raccolto quanto in realtà meritassimo, ma ho avuto una buona velocità in entrambe le gare sul bagnato e sull'asciutto. Questo mi ha motivato e ora sono davvero voglioso di iniziare a correre a Imola. Questa è una pista in cui siamo andati molto forte in passato e ha un layout molto classico, come i circuiti di una volta. E' eccitante, tecnico e devi essere davvero a posto con la moto per disputare buone gare".

"La nostra stagione è scattata con qualche alto e qualche basso, ma generalmente sta andando abbastanza bene. Abbiamo un grande potenziale e sono in un paio di gare, in Australia e ad Assen, non siamo riusciti a raccogliere quanto meritassimo. Siamo sulla strada buona e miglioriamo costantemente".

condivisioni
commenti
Giugliano: "Imola è sempre speciale"

Articolo precedente

Giugliano: "Imola è sempre speciale"

Prossimo Articolo

A Imola Pirelli porta la gomma posteriore di sviluppo che debuttò nel 2015

A Imola Pirelli porta la gomma posteriore di sviluppo che debuttò nel 2015
Carica commenti
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021