Rea nella leggenda: 50esima vittoria e terzo Mondiale di fila!

Il pilota della Kawasaki domina gara 1 a Magny-Cours sul bagnato ed entra nella storia della SBK. Alle sue spalle Melandri completa una grande rimonta dal 12esimo posto in griglia al secondo, battendo uno stoico Sykes all'ultimo giro.

Rea nella leggenda: 50esima vittoria e terzo Mondiale di fila!

Jonathan Rea era arrivato a Magny-Cours con la certezza che in caso di vittoria nella prima frazione del round francese avrebbe chiuso i conti del Mondiale Superbike 2017, diventando il primo nella storia a confermarsi campione per tre anni di fila tra le derivate di serie. Un'impresa che non era riuscita neanche a grandissimi come Troy Bayliss o Carl Fogarty.

Il meteo ha provato in tutti i modi a complicargli il compito, perché stamattina c'è stata una pioggia torrenziale a bagnare il tracciato francese, che però poi ha lasciato spazio al sole proprio pochi minuti prima del via di gara 1, che comunque ha imposto a tutti l'utilizzo delle gomme rain, nonostante la pista andasse migliorando.

Dopo aver rifilato quasi 2" a tutti in Superpole, il pilota della Kawasaki ha dato un altro grande saggio del suo talento durante i 21 giri da percorrere a Magny-Cours ed ha dato vita ad una gara solitaria che lo ha fatto entrare nella storia, non solo per il terzo alloro consecutivo, ma anche perché gli ha permesso di tagliare il traguardo dei 50 successi in carriera. Insomma, ormai può essere considerato una leggenda a tutti gli effetti.

Se "Johnny" si è presentato solitario sotto alla bandiera a scacchi, alle sue spalle è stata invece molto bella la lotta per la piazza d'onore, nella quale proprio all'ultimo giro l'ha spuntata Marco Melandri, autore di una grande rimonta dal 12esimo posto in griglia con la sua Ducati.

Nella seconda parte di gara il ravennate è stato l'unico capace di tenere il ritmo di Rea e in questo modo ha dato vita ad una grande rimonta sull'altra Kawasaki di un Tom Sykes, scavalcandolo proprio a pochi chilometri tra dal traguardo. Anche "The Grinner" però si meriterebbe una vera e propria standing ovation, perchè con un dito operato poco più di dieci giorni fa ha lottato come un leone e si è portato a casa il podio.

Ai piedi del podio c'è la MV Agusta di un Leon Camier a sua volta autore di una bella prova, che a tratti lo ha portato ad essere il più veloce in pista subito dopo Rea. Dietro di lui completa la top 5 la Yamaha di Alex Lowes, mentre Tati Mercado ha chiuso sesto dopo aver preso il via dalla prima fila con l'Aprilia della Iodaracing.

L'argentino si è tolto la soddisfazione di chiudere davanti alla RSV4 della Milwaukee affidata ad Eugene Laverty, con Davide Giugliano che ha fatto del suo meglio in sella alla Honda, ma è comunque arretrato di un paio di posizioni rispetto alla griglia, chiudendo ottavo.

Da dimenticare la gara di Chaz Davies, che si è lamentato di un problema di elettronica. All'inizio il ducatista era in seconda posizione, ma poi è arretrato fino alla decima piazza, alle spalle anche di un Michael van der Mark che era scivolato al terzo giro con la sua Yamaha, ma poi è risalito alla grande.

Non è stato altrettanto fortunato Xavi Fores, costretto al ritiro proprio dopo aver centrato la R1 di Van der Mark in mezzo alla pista. Guardando ai ragazzi di casa nostra, in zona punti ci sono anche Lorenzo Savadori con l'11esimo posto e Raffaele De Rosa con il 13esimo. Proprio all'ultimo giro poi Riccardo Russo è riuscito ad artigliare il 15esimo, approfittando del ko di Jake Gagne.

Da segnalare anche l'assenza di Ayrton Badovini, dichiarato unfit dopo una caduta avvenuta stamattina nella FP3, nella quale ha riportato una brutta botta al coccige. Domani mattina però il pilota del Grillini Racing sarà sottoposto ad una visita di controllo e poi potrebbe tornare in pista nel warm-up.

Cla #PilotaMotoGiriTempoGapDistaccoRitiratoPunti
1   1 united_kingdom Jonathan Rea Kawasaki 21 -       25
2   33 italy Marco Melandri Ducati 21 16.316 16.316 16.316   20
3   66 united_kingdom Tom Sykes Kawasaki 21 16.666 16.666 0.350   16
4   2 united_kingdom Leon Camier MV Agusta 21 22.133 22.133 5.467   13
5   22 united_kingdom Alex Lowes Yamaha 21 41.210 41.210 19.077   11
6   50 united_kingdom Eugene Laverty Aprilia 21 > 1'       10
7   36 argentina Leandro Mercado Aprilia 21 > 1'       9
8   34 italy Davide Giugliano Honda 21 > 1'       8
9   60 netherlands Michael van der Mark Yamaha 21 > 1'       7
10   7 united_kingdom Chaz Davies Ducati 21 > 1'       6
11   32 italy Lorenzo Savadori Aprilia 21 > 1'       5
12   40 spain Roman Ramos Kawasaki 21 > 1'       4
13   35 italy Raffaele De Rosa BMW 21 > 1'       3
14   81 spain Jordi Torres BMW 21 > 1'       2
15   84 italy Riccardo Russo Yamaha 20 1 lap 1 giro 1 giro   1
16   37 czech_republic Ondřej Ježek Kawasaki 20 1 lap 1 giro 0.000    
17   121 italy Alessandro Andreozzi Yamaha 20 1 lap 1 giro 0.000    
18   13 australia Anthony West Kawasaki 20 1 lap 1 giro 0.000    
  dnf 45 Jake Gagne Honda 0       Ritirato  
  dnf 12 spain Javier Fores Ducati 0       Ritirato  
condivisioni
commenti
Rea cade, ma firma la Superpole in Francia. Mercado in prima fila!

Articolo precedente

Rea cade, ma firma la Superpole in Francia. Mercado in prima fila!

Prossimo Articolo

Fotogallery: il terzo titolo mondiale SBK di Jonathan Rea

Fotogallery: il terzo titolo mondiale SBK di Jonathan Rea
Carica commenti
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021