Honda sorprende, ma avverte: “Dobbiamo ancora migliorare molto”

Haslam e Bautista sono quinto e sesto rispettivamente in Gara 1 a Phillip Island, con lo spagnolo autore di una grande rimonta. Nonostante il risultato sorprendente, in casa Honda si tengono i piedi per terra e si continua a lavorare sullo sviluppo della moto, ancora lontana dai primi.

Honda sorprende, ma avverte: “Dobbiamo ancora migliorare molto”

Nuova stagione, nuovo progetto e nuova line-up: Honda ripartiva da zero nel 2020, con tante incognite in un mondiale Superbike estremamente competitivo. I test avevano evidenziato qualche problema, ma sia Leon Haslam sia Alvaro Bautista erano fiduciosi di poter fare dei passi in avanti durante l’anno. I primi risultati però si sono visti già alla fine del primo round a Phillip Island, dove entrambi i piloti sono rientrati in top 10 con una quinta ed una sesta posizione.

Leon Haslam, quinto al traguardo, si è detto dispiaciuto del risultato per via un problema alla gomma posteriore che lo ha condizionato soprattutto nelle fasi finali di gara. Ha lottato nel gruppo di testa fino a metà gara, salvo poi crollare negli ultimi giri, dove ha accusato il crollo della gomma, che non gli ha permesso di esprimersi al meglio. Nel complesso però il britannico è soddisfatto del lavoro svolto sulla moto, consapevole del fatto che c’è ancora molta strada da fare per avvicinarsi ai primi.

“Sono un po’ frustrato – afferma Haslam alla fine di Gara 1 – abbiamo avuto qualche difficoltà dal primo giro con un po’ di problemi sul posteriore anche per quanto riguarda il grip. Ho provato a gestire le gomme, ma negli ultimi quattro giri ho sentito un crollo della posteriore. Sono rimasto sorpreso perché mi risultava facile stare con i piloti di testa, ma alla fine la gomma è stato il problema principale. I ragazzi davanti comunque hanno fatto una grande gara e noi speriamo di risolvere questo piccolo problema in vista di domani per poter combattere fino alla fine. Abbiamo una chiara direzione per le modifiche della moto, in particolare in termini di potenza, ma dobbiamo dire che il passo era molto competitivo. Non ci saranno molti cambiamenti da fare, solo cercare di risolvere il problema della gomma”.  

Leggi anche:

Álvaro Bautista inizia in salita il suo primo fine settimana di gara dell’anno con la nuova moto. Lo spagnolo è caduto durante la Superpole, danneggiando la sua CBR1000RR-R e non è riuscito a rientrare in pista. È così stato costretto a scattare dal fondo della griglia, disputando così una gara in rimonta. Nonostante un dolore al braccio sinistro causato proprio dalla caduta della mattina, il pilota Honda ha disputato una grande gara che lo ha portato a tagliare il traguardo in sesta posizione, proprio alle spalle del suo compagno di squadra.

“Durante la Superpole sono caduto e non sono riuscito a mettere a segno un buon giro per qualificarmi in una posizione vantaggiosa, così sono dovuto partire dal fondo. Fortunatamente non mi sono fatto molto male, ho solo sbattuto violentemente sul braccio sinistro. Ora si è gonfiato e ho fatto fatica ad infilarmi la tuta prima della gara, in cui ho provato a tirare avanti”.

“Non ho fatto una buona partenza e ho sono stato dietro ad altri piloti – prosegue parlando della gara – ma quando non si ha piena fiducia è difficile avere il coraggio di attaccare e fare sorpassi. Ho perso molto tempo in quelle fasi, ma il mio passo era abbastanza buono, anche migliore di quello del gruppo davanti. Alla fine ho chiuso in sesta posizione, ma la cosa importante è che abbiamo raccolti molti dati per sviluppare la moto. Al momento, siamo un po’ lontani dalla lotta per la vittoria o per il podio, ma stiamo spingendo al massimo”.

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
11/22

Foto di: Honda Racing

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Razgatlioglu: “Tanta ansia prima della gara, ma sono felice”
Articolo precedente

Razgatlioglu: “Tanta ansia prima della gara, ma sono felice”

Prossimo Articolo

SBK, Phillip Island: Rea vince in volata la Superpole Race

SBK, Phillip Island: Rea vince in volata la Superpole Race
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021