Honda, rientro ufficiale positivo: “Durante il weekend abbiamo fatto progressi”

In Australia entrambi i piloti hanno conquistato punti nella gara inaugurale della stagione e guardano ai prossimi round con positività. Il bilancio del weekend è positivo sia per Camier che per Kyionari, ma il lavoro da fare è ancora molto.

Honda, rientro ufficiale positivo: “Durante il weekend abbiamo fatto progressi”

A Phillip Island, la Honda ha fatto il suo ritorno in veste ufficiale, dando inizio alla nuova era con Althea e Moriwaki. La CBR 1000R SP2 è stata affidata a Leon Camier e Ryuichi Kiyonari, che nel primo weekend della stagione hanno dato prova dei progressi, continuando il lavoro di sviluppo con risultati nel complesso soddisfacenti.

Entrambi i piloti hanno ottenuto punti nelle gare disputate e lasciano l’Australia con un bilancio positivo, nonostante siano consapevoli del fatto che il lavoro da fare sia ancora molto. Leon Camier in qualifica è riuscito a conquistare la decima posizione, non capitalizzando però in Gara1, finita in anticipo a causa di una caduta. Il britannico ha migliorato il risultato la domenica, con il tredicesimo posto della Superpole Race ed il decimo di Gara 2. Ma il pilota Honda vuole di più e parte da Phillip Island per continuare il lavoro di sviluppo e migliorare la moto.

“Sabato mi sono sentito davvero bene e sentivo che avevamo il potenziale per stare con Melandri e Cortese”, afferma Camier. “Ma nella gara di domenica mattina non avevo lo stesso feeling e ho faticato per fare ciò che volevo in pista. In Gara 2 mi sono sentito meglio sulla moto, ma ho perso un po’ di tempo all’inizio e questo sicuramente non ha aiutato. Ci sono ancora alcune aree dove perdiamo, ma durante il weekend abbiamo fatto dei progressi decisamente buoni. Abbiamo comunque del lavoro da fare per essere dove vogliamo. Sarà un processo di miglioramento da fare passo dopo passo”.

Leggi anche:

Anche il bilancio di Ryuichi Kiyonari alla fine dell’appuntamento inaugurale della stagione è positivo. Più attardato rispetto al compagno di squadra, il giapponese ha disputato il primo weekend di gara dopo qualche anno di assenza dal Mondiale Superbike. Lascia l’Australia con il morale alto e determinato a migliorare ancora, dopo i piccoli progressi fatti a Phillip Island.

“È stato importante finire tutte le gare del weekend e guadagnare più dati possibili”, sostiene Kyionari. “Domenica abbiamo migliorato la posizione rispetto al sabato ed è stato buono riuscire a ridurre il distacco, anche se non ho ottenuto punti. Abbiamo fatto dei piccoli passi avanti la domenica pomeriggio ed abbiamo raggiunto la zona punti, ma sicuramente dobbiamo e vogliamo fare meglio di così”.

Leon Camier, Honda WSBK Team
Leon Camier, Honda WSBK Team
1/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Camier, Honda WSBK Team
Leon Camier, Honda WSBK Team
2/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Camier, Honda WSBK Team
Leon Camier, Honda WSBK Team
3/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Camier, Honda WSBK Team
Leon Camier, Honda WSBK Team
4/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Camier, Honda WSBK Team
Leon Camier, Honda WSBK Team
5/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Camier, Honda WSBK Team
Leon Camier, Honda WSBK Team
6/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Camier, Moriwaki Althea Honda Team
 Leon Camier, Moriwaki Althea Honda Team
7/15

Foto di: Honda

Leon Camier, Moriwaki Althea Honda Team
 Leon Camier, Moriwaki Althea Honda Team
8/15

Foto di: Honda

Leon Camier, Moriwaki Althea Honda Team
 Leon Camier, Moriwaki Althea Honda Team
9/15

Foto di: Honda

Leon Camier, Moriwaki Althea Honda Team
 Leon Camier, Moriwaki Althea Honda Team
10/15

Foto di: Honda

Ryuichi Kiyonari, Honda WSBK Team
Ryuichi Kiyonari, Honda WSBK Team
11/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ryuichi Kiyonari, Honda WSBK Team
Ryuichi Kiyonari, Honda WSBK Team
12/15

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ryuichi Kiyonari, Moriwaki Althea Honda Team
 Ryuichi Kiyonari, Moriwaki Althea Honda Team
13/15

Foto di: Honda

Ryuichi Kiyonari, Moriwaki Althea Honda Team
 Ryuichi Kiyonari, Moriwaki Althea Honda Team
14/15

Foto di: Honda

Ryuichi Kiyonari, Moriwaki Althea Honda Team
 Ryuichi Kiyonari, Moriwaki Althea Honda Team
15/15

Foto di: Honda

condivisioni
commenti
Debutto opaco per Delbianco: “Weekend sfortunato, ma ho acquisito esperienza”

Articolo precedente

Debutto opaco per Delbianco: “Weekend sfortunato, ma ho acquisito esperienza”

Prossimo Articolo

Ten Kate, Bros: "Stiamo lavorando per tornare. Con chi? Abbiamo grandi obiettivi, ma non lo dico!"

Ten Kate, Bros: "Stiamo lavorando per tornare. Con chi? Abbiamo grandi obiettivi, ma non lo dico!"
Carica commenti
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 o
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021