Honda positiva dopo l’Australia: “C’è margine di miglioramento”

Leon Haslam e Alvaro Bautista archiviano il primo round della stagione in maniera agrodolce. Delle cadute hanno compromesso le loro gare, ma nel complesso è stato utile per raccogliere dati ed informazioni utili per lo sviluppo.

Honda positiva dopo l’Australia: “C’è margine di miglioramento”

L’esordio in Superbike di Honda con HRC non è stato facile, ma Leon Haslam e Alvaro Bautista hanno portato a termine un fine settimana importante per conoscere meglio il potenziale della moto e per raccogliere dati utili allo sviluppo. Due cadute hanno condizionato le gare dei piloti, che però non si sono arresi e tutto sommato archiviano il primo round della stagione con positività in vista dei prossimi appuntamenti.

Nella Superpole Race, Alvaro Bautista non è riuscito ad arrivare alla bandiera a scacchi a causa di una caduta. Lo spagnolo non ha iniziato la sua domenica nel migliore dei modi, ma si è poi riscattato in Gara 2, dove ha conquistato una sesta posizione frutto di una splendida rimonta dal fondo: “Oggi è stata più complicata rispetto a ieri, anche perché partivo dal fondo in Gara 2, dopo la caduta di questa mattina nella Superpole Race. È un peccato perché penso che avrei potuto lottare in top 5 nella gara sprint. Abbiamo fatto un’ulteriore modifica alla moto oggi ed il miglioramento è stato visibile, ma sono andato troppo pesante e ho perso l’anteriore”.

“Le condizioni della pista nel pomeriggio erano un po’ insidiose – prosegue lo spagnolo – dato che non avevo grip né velocità in curva sufficiente. Considerando che una delle aree in cui stiamo lavorando è l’accelerazione, Gara 2 è stata dura. Comunque non siamo lontanissimi dai più rapidi e sono felice del nostro weekend. Credo che sia stato positivo per noi, perché abbiamo fatto dei piccoli passi in avanti e raccolto molti dati durante queste tre gare. Quindi potremo continuare a sviluppare la moto”.

Leggi anche:

Il lavoro dunque prosegue in maniera incessante e sia Honda sia Bautista sono solo all’inizio di questo grande progetto: “Voglio ringraziare Honda perché non è facile vincere subito con una nuova moto, specialmente per un pilota come me, abituato ad un’altra configurazione di motore. Ognuno mi supporta e mi aiuta, provando a darmi ciò che chiedo, abbiamo un buon margine di miglioramento sulla nostra moto”.

Dopo la quinta posizione di Gara 1, Leon Haslam ha chiuso la Superpole Race con l’ottava posizione. Per il britannico la gara è stata complicata e sperava di rifarsi in Gara 2. L’esito della seconda manche non è stato come sperato, un incidente nelle prime fasi di gara ha compromesso il risultato del pomeriggio australiano. Il pilota Honda è stato protagonista di un contatto con Michael Ruben Rinaldi, con quest’ultimo che è stato costretto al ritiro. Haslam invece ha ripreso la via della pista chiudendo la gara in 12esima posizione.     

“Un errore mi ha causato la caduta in Gara 2 – afferma Haslam – Sono un po’ deluso dal weekend, perché sentivo che avevamo il passo per essere sul podio. Ma tutti sappiamo che su questa pista la chiave è mettere insieme tutto, dal preservare le gomme alla gestione del motore. Quindi credo che questo sia ciò che abbiamo fatto oggi, senza riferimenti precedenti”.

“In Gara 1, eravamo lì fino a quattro giri dal termine, quindi il fine settimana ha anche dei lati positivi, mentre oggi è stata una giornata più complicata. Essenzialmente, sono felice della velocità, ma dobbiamo gestirla meglio. Stiamo ancora provando delle cose fondamentali e delle strategie in modo che il lavoro continui anche nel prossimo round in Qatar”.

Leon Haslam, Team HRC after crash
Leon Haslam, Team HRC after crash
1/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
2/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
3/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
4/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
5/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
6/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
7/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
8/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
9/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
10/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
11/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
12/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Leon Haslam, Team HRC
Leon Haslam, Team HRC
13/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
14/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC crash
Alvaro Bautista, Team HRC crash
15/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
16/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
17/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
18/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
19/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC crash
Alvaro Bautista, Team HRC crash
20/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
21/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
22/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
23/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
24/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Alvaro Bautista, Team HRC
Alvaro Bautista, Team HRC
25/25

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
Fotogallery: il primo round della SBK 2020 a Phillip Island
Articolo precedente

Fotogallery: il primo round della SBK 2020 a Phillip Island

Prossimo Articolo

Disastro Yamaha: Razgatlioglu è rimasto senza benzina in Gara 2

Disastro Yamaha: Razgatlioglu è rimasto senza benzina in Gara 2
Carica commenti
SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale Prime

SBK | Toprak, il diamante che segna il ricambio generazionale

Toprak Razgatlioglu è il nuovo campione del mondo della Superbike, il turco è riuscito a battere Rea dopo sei anni di dominio incontrastato. Ma il titolo del pilota Yamaha non rappresenta solo un cambiamento al vertice, segna anche il rinnovo del campionato, un ricambio generazionale che disegna un bel futuro per le derivate di serie.

WSBK
24 nov 2021
Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike? Prime

Bassani ora brilla: è lui il futuro di Ducati in Superbike?

Axel Bassani ha sfiorato il podio in Argentina, dopo essere stato in lotta con i tre grandi protagonisti del mondiale. Un weekend incredibile quello del pilota del team Motocorsa, che conferma il grande cammino di crescita e fa pensare che un futuro roseo per Ducati possa essere proprio nelle sue mani.

WSBK
20 ott 2021
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021