WSBK
27 set
-
29 set
Evento concluso
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso

Honda Fireblade 2020: Stefan Bradl testa un prototipo con alette

condivisioni
commenti
Honda Fireblade 2020: Stefan Bradl testa un prototipo con alette
Di:
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
28 ott 2019, 11:54

L'interesse per la nuova Honda Superbike è grande ed il collaudatore Stefan Bradl ha completato un test segreto a Suzuka.

Il collaudatore Honda Stefan Bradl ha completato un test segreto a Suzuka con la nuova Honda Superbike, che scenderà in pista nella prossima stagione. Il tedesco ha sfoggiato la sua tuta in pelle Dainese e il casco X-Lite, una combinazione che non viene usata troppo spesso nel campo HRC. Ma non è l'abbigliamento di Bradl il centro dell’attenzione, quanto la moto con cui ha girato sulla pista giapponese.

Rispetto alla Fireblade che abbiamo visto fino al 2019, salta all’occhio la presenza di un’ala. Sotto l'abitacolo sono presenti elementi aerodinamici per spingere a terra la ruota anteriore della nuova Honda Superbike. Pertanto, oltre alla Ducati, nella nuova stagione del Mondiale Superbike anche Honda farà affidamento a questo strumento.

È diventato chiaro che Honda rimane fedele al concetto di quattro cilindri, non ci sarà un lancio della MotoGP con un motore V4. E anche sul telaio Honda rinuncia agli esperimenti e utilizza un classico telaio a ponte in alluminio.

 

Alvaro Bautista, che passerà dalla Ducati alla Honda, è stato sorpreso quando gli abbiamo rivelato a Doha il test segreto HRC di Bradl. Lo spagnolo, che ha scoperto le immagini dal test su Internet., ha commentato "Prova la moto? Ho visto una foto, quindi era lui? Poi devo chiederglielo", scherza lo spagnolo, che è stato anche compagno di squadra del tedesco.

Come Bautista, anche Leon Haslam ha anche visto le foto. Il britannico è uno dei potenziali candidati Honda: “Mercoledì l'ho visto su Internet - una moto numero 10 con uno strano travestimento - è stato interessante vedere una vera moto”.

Haslam afferma: “Questo potrebbe essere di grande aiuto, la tendenza a ridurre sensibilmente le impennate, un migliore utilizzo delle prestazioni della moto e la capacità di adattarsi al suo stile di guida. Le impennate sono un problema su molti circuiti”.

Leon Haslam

Bringt Leon Haslam sein Wissen von Kawasaki zu Honda?

Foto: LAT

Ma il veterano sa che gli elementi aerodinamici non hanno solo vantaggi: "È sempre un compromesso, la moto è meno soggetta alle impennate, ma influenza anche le curve e può ridurre la velocità massima, che ovviamente è qualcosa che non vuoi", osserva il campione BSB 2018 non ha ancora annunciato dove guiderà nella prossima stagione.

Oltre ad Alvaro Bautista, Takumi Takahashi è considerato come un potenziale pilota Honda. Si ritiene che Moriwaki invierà una squadra satellite all'inizio, aumentando di altri due posti. Leon Camier lascia la Honda e si unisce alla Barni-Ducati. Non è chiaro se Ryuichi Kiyonari sarà nuovamente in sella alla Honda nel mondiale Superbike nel 2020.

Prossimo Articolo
Ufficiale: Pirelli sarà fornitore unico in SBK fino al 2023

Articolo precedente

Ufficiale: Pirelli sarà fornitore unico in SBK fino al 2023

Prossimo Articolo

Melandri esclusivo: “Non volevo finisse così, ma ho dato il mio meglio”

Melandri esclusivo: “Non volevo finisse così, ma ho dato il mio meglio”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Piloti Leon Haslam , Alvaro Bautista , Stefan Bradl
Autore Sebastian Fränzschky