Guintoli: "Devo recuperare confidenza, ma sulla R1 mi sento già bene"

condivisioni
commenti
Guintoli:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
18 ago 2016, 09:42

Sylvain Guintoli è tornato in pista ieri per la prima volta a tre mesi e mezzo dal brutto infortunio di Imola. Al Lausitzring ha ripreso confidenza con la R1 e oggi inizierà a svolgere un lavoro di sviluppo della moto assieme a Lowes.

Sylvain Guintoli, Pata Yamaha
Sylvain Guintoli, Pata Yamaha
Sylvain Guintoli, Pata Yamaha
Sylvain Guintoli, Pata Yamaha
Sylvain Guintoli, Pata Yamaha
Sylvain Guintoli, Pata Yamaha
Sylvain Guintoli, Pata Yamaha
Sylvain Guintoli, Pata Yamaha

A tre mesi e mezzo dall'infortunio patito durante le Qualifiche di Imola della World Superbike, Sylvain Guintoli è tornato in sella alla sua Yamaha YZF-R1 nell'arco della prima giornata di test sulla pista del Lausitzring.

Il centauro francese ha così iniziato a riprendere confidenza con la moto di Iwata e le prime sensazioni al termine del primo giorno sono state immediatamente positive. Sylvain si è concentrato solo su se stesso, per recuperare il più velocemente possibile l'abitudine alla velocità e la resistenza al ritmo di gara.

"Non sapevo come avrei potuto sentirmi, perché tornavo da un incidente molto brutto e sono stato fuori per molto tempo, ma devo dire che sulla moto mi sono sentito bene", ha affermato il francese al termine della prima giornata di prove sulla pista tedesca.

"Il test che sto facendo al Lausitzring mi serve per tornare ad avere fiducia e velocità, ma sta andando bene. Mi sono goduto la guida in sella alla Yamaha YZF-R1 e ho fatto un buon numero di giri. Ora è questione di continuare a recuperare confidenza e ritmo con la mia guida".

A portare avanti lo sviluppo della R1 è stato Alex Lowes, ma, nella seconda e ultima giornata di test, anche Guintoli darà una mano al britannico, che in questi mesi ha svolto tutto il lavoro di evoluzione della moto, nata con grandi aspettative ma tutte regolarmente disilluse dopo pochi giri di ogni manche di gara.

"Non sono mai stato al Lausitzring prima, quindi abbiamo bisogno anche di imparare il circuito, che presenta un numero considerevole di sobbalzi. Abbiamo bisogno di andare forte con la moto Superbike, non con quella da cross... Fisicamente sto bene, la caviglia sta reagendo bene. Sono contento e oggi porteremo avanti lo sviluppo della moto", ha concluso Guintoli.

Prossimo articolo WSBK
Ciabatti: "Ducati deve fornire a Davies e Melandri una Panigale migliore"

Articolo precedente

Ciabatti: "Ducati deve fornire a Davies e Melandri una Panigale migliore"

Prossimo Articolo

Il team Puccetti e Krummenacher passano in Superbike dal 2017!

Il team Puccetti e Krummenacher passano in Superbike dal 2017!
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Piloti Sylvain Guintoli
Team Crescent Racing
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie