Giugliano: "La proposta 2017 di Puccetti è molto interessante!"

condivisioni
commenti
Giugliano:
Giacomo Rauli
Di: Giacomo Rauli
29 ago 2016, 15:23

Davide Giugliano si sta guardando attorno dopo l'addio ufficiale a Ducati. Ci sono proposte dalla Moto2 per il 2017, ma anche una allettante da parte di Manuel Puccetti per proseguire in Superbike con una Kawasaki.

Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team closely followed by Chaz Davies and Davide Giugliano, Aruba.it Racin
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati
Davide Giugliano helmet
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati
Davide Giugliano, Ducati Team

Poste le basi 2017, la Ducati ha deciso di puntare ancora per altre due stagioni su Chaz Davies e su un pilota esperto e talentuoso come Marco Melandri, chiudendo le porte di Borgo Panigale a Davide Giugliano.

Il centauro romano lascerà così la casa italiana dopo tre stagioni in cui ha raccolto podi e soddisfazioni, senza però riuscire a vincere una corsa. Dopo l'annuncio di Ducati, arrivato qualche settimana fa, Giugliano si è messo al lavoro per trovare il progetto migliore per proseguire la sua carriera nel mondo delle moto.

Le occasioni ci sono, e non solo in Superbike. La Moto2, per esempio, sembra poter essere un ottimo posto per proseguire nelle corse, soprattutto considerando che Giugliano è ancora molto giovane: ha appena 26 anni. Le porte della Superbike sono ancora aperte. I team di punta sono quasi tutti sistemati, ma ci potrebbe essere una bella opportunità firmata Kawasaki (privata).

"Ho diverse occasioni: ne ho alcune importanti per restare in Superbike e anche per cambiare categoria, in Moto2. Sono tutte valide e sto prendendo del tempo, non per valutare le opzioni, ma per capire quale sia la decisione migliore per la mia carriera. In questi giorni c’è stata un po’ di confusione mediatica su questo argomento, la verità è che sto parlando con tante persone, ma non c’è ancora niente di scritto e firmato", ha affermato Giugliano a WorldSBK.com.

"Il mio cuore è in Superbike per tanti motivi, ho iniziato qui che avevo 15 anni, ora ne ho 26 e sicuramente cambiare ambiente, abitudini e circuiti non è facile. Però alcune volte bisogna scommettere tanto su sé stessi e se si pensa che la cosa giusta sia cambiare, è giusto andare in quella direzione".

Recentemente Manuel Puccetti, boss dell'omonimo team di World Superbike, ha affermato a più riprese di avere intenzione di trattenere il romano nel mondiale delle derivate di serie proprio con la realtà messa in piedi da sé.

"Puccetti ha un team che è molto molto valido, ha vinto il campionato del mondo l’anno scorso in Supersport e sta provando a riconfermarsi quest’anno, dove attualmente è primo e secondo nella classifica mondiale, in una categoria che comunque è difficilissima. Ha un grande supporto da Kawasaki, stiamo parlando molto di questo", ha rivelato Davide.

"Manuel lo reputo una bravissima persona, con un grandissimo potenziale e ha un team veramente importante. È la proposta che attualmente mi piace di più e dove il cuore mi dice di andare. Chiaramente ci sono ancora dei dettagli da definire e vediamo cosa succederà nel breve periodo. La sua proposta e quello che vuole fare lui è per me molto interessante".

Prossimo articolo WSBK
Ciabatti: "Ducati deve fornire a Davies e Melandri una Panigale migliore"

Articolo precedente

Ciabatti: "Ducati deve fornire a Davies e Melandri una Panigale migliore"

Prossimo Articolo

Il team Puccetti e Krummenacher passano in Superbike dal 2017!

Il team Puccetti e Krummenacher passano in Superbike dal 2017!
Carica commenti

Su questo articolo

Serie WSBK
Piloti Davide Giugliano
Autore Giacomo Rauli
Tipo di articolo Ultime notizie