WSBK
27 set
-
29 set
Evento concluso
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso

Ecco le gomme scelte da Pirelli per il Round thailandese della Superbike

condivisioni
commenti
Ecco le gomme scelte da Pirelli per il Round thailandese della Superbike
Di:
13 mar 2019, 11:36

Il Mondiale fa tappa al Chang International Circuit per il secondo appuntamento della stagione e Pirelli svela la scelta di pneumatici per affrontare il weekend su una pista completamente diversa da quella australiana, dove la Superbike ha corso tre settimane fa.

Il Chang International Circuit sarà teatro del secondo appuntamento della nuova stagione del Mondiale Superbike, che questo weekend torna in pista dopo tre settimane di stop. Come i piloti e le squadre, anche Pirelli è pronta ad affrontare il secondo round del campionato, che sulla carta è decisamente diverso dal precedente, disputato a Phillip Island.

Il tracciato Thailandese di Buriram si presenta con una configurazione differente da Phillip Island, non risulta particolarmente impegnativo per gli pneumatici, ma sicuramente le temperature rappresenteranno uno stress non indifferente soprattutto per le gomme anteriori. Rispetto alla pista australiana, caratterizzata da curve ampie e veloci, il Chang International Circuit ha una configurazione più ‘stop and go’, con lunghi rettilinei e frenate brusche, anch’esse metteranno alla prova gli pneumatici.

Le soluzioni per la Superbike al Chang International Circuit

Per l’occasione Pirelli ha portato solo soluzioni morbide, che offrono prestazioni migliori anche per quanto riguarda il grip. Sono circa 3000 gli pneumatici che verranno portati in pista nel fine settimana thailandese, intermedi e da bagnato come di consueto e sette soluzioni di slick, tre anteriori e quattro posteriori.

I set di gomme anteriori sono gli stessi usati a Phillip Island, i piloti potranno montare le nuove SC1 in mescola morbida in misura 120/70 (opzione di riferimento degli ultimi due anni nel Mondiale Superbike) ed in misura maggiorata 125/70. A queste verrà affiancata anche la SC2, opzione di sviluppo in misura 125/70 ma in mescola media.

Rispetto all’Australia, cambia la scelta per quanto riguarda le gomme posteriori. A Buriram si potranno utilizzare le due SC0 di gamma, in misura 200/60 e maggiorata 200/65. Queste due sono più adatte alle gare di durata standard. In aggiunta, viene portata la SCX nella specifica X1428 per questo appuntamento, che potrà essere usata durante la qualifica per prepararsi alla gomma da Superpole. Questo tipo di pneumatico potrebbe inoltre essere montato anche per la Gara Sprint di domenica, se le condizioni della pista lo permetteranno. Il pneumatico da Superpole rappresenta la quarta opzione e permetterà, come di consueto, di effettuare il giro di qualifica per ottenere il miglior posizionamento possibile sulla griglia di partenza.

Prossimo Articolo
Rinaldi è pronto a debuttare in Thailandia: “Sulla carta è favorevole alla Ducati V4”

Articolo precedente

Rinaldi è pronto a debuttare in Thailandia: “Sulla carta è favorevole alla Ducati V4”

Prossimo Articolo

Kawasaki a Buriram per vincere: “La pista si adatta alla Ninja”

Kawasaki a Buriram per vincere: “La pista si adatta alla Ninja”
Carica commenti

Riguardo questo articolo

Serie WSBK
Evento Buriram
Location Chang International Circuit
Autore Lorenza D'Adderio