Ducati ha scelto: Redding ha firmato, è lui il futuro in SBK

Arriva la conferma di una notizia che ormai era nell'aria da qualche settimana: il britannico Scott Redding prenderà il posto di Alvaro Bautista in sella alla Ducati ufficiale nel Mondiale SBK 2020, andando ad affiancare il confermato Chaz Davies

Ducati ha scelto: Redding ha firmato, è lui il futuro in SBK

Sarà Scott Redding ad affiancare Chaz Davies nel Campionato Mondiale Superbike 2020 sulla Ducati Panigale V4 R ufficiale della squadra italiana.

Il 26enne pilota inglese di Quedgeley, che quest’anno è impegnato nel BSB (British Superbike Championship), dove ha conquistato fin ad oggi sei vittorie e cinque pole position ed è al secondo posto nella classifica generale con la Ducati Panigale V4 R del team Be Wiser Racing, nel 2020 farà quindi il suo debutto nel campionato per le derivate di serie dopo cinque anni di militanza in MotoGP e un anno in BSB.

Scott Redding andrà ad affiancare il già confermato Chaz Davies, che il prossimo anno sarà alla sua settima stagione sulla Ducati, formando così una forte coppia di piloti ‘tutta britannica’.

"Sono davvero molto contento! Entrare a far parte del team Aruba.it Racing – Ducati è qualcosa che desideravo da tempo, perché lavorare con una squadra con cui potrò lottare per il titolo mondiale è davvero una grande opportunità per me" ha detto Redding.

"Ovviamente adesso rimarrò focalizzato al 100% sul British Superbike Championship, perché voglio provare a vincere questo campionato con la Ducati del team Be Wiser Racing prima di tornare a correre nuovamente in un campionato del mondo. Desidero ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile questo sogno, e non vedo l'ora di salire in sella alla Panigale V4 R ufficiale nel mondiale Superbike!" ha aggiunto.

Soddisfatto anche il team principal Stefano Cecconi: "È con grande piacere che diamo il benvenuto a Scott nel nostro team. Pur essendo un rookie nel BSB, alla prima esperienza con la Panigale V4R e con tante piste mai viste, Scott ha dimostrato da subito di essere velocissimo e di poter puntare dritto al titolo. Per questo abbiamo seguito con interesse ed apprezzato le sue prestazioni ben prima di trovarci a scegliere chi affiancare a Chaz nelle prossime stagioni".

"Con la sua determinazione ed esperienza sono convinto che potrà essere veloce fin da subito anche con la moto in versione WSBK. Saluto Alvaro con affetto e lo ringrazio per le emozioni incredibili che ci ha regalato quest’anno, sarà sicuramente un avversario duro da battere! Adesso però dobbiamo concentrarci sulla stagione in corso: non siamo più in vantaggio, ma il mondiale è ancora aperto e metteremo tutto il nostro impegno per concludere in bellezza la nostra collaborazione" ha concluso.

Si concluderà quindi il prossimo 26 ottobre, sul circuito di Losail in Qatar, la bella avventura di Álvaro Bautista con il team Aruba.it Racing – Ducati. Quando mancano ancora quattro round da disputare (Portogallo, Francia, Argentina e Qatar) il pilota spagnolo, 34 anni, al suo esordio in Superbike quest’anno con la nuovissima Panigale V4 R, è in seconda posizione nel campionato con 352 punti ed ha finora vinto 14 gare, portando la moto bolognese al trionfo fin dalla gara del debutto a Phillip Island e poi aggiudicandosi anche le dieci gare successive.

condivisioni
commenti
Bautista: "La spalla non è ancora in perfette condizioni"

Articolo precedente

Bautista: "La spalla non è ancora in perfette condizioni"

Prossimo Articolo

SBK 2019: ecco gli orari TV di Sky, TV8 ed Eurosport di Portimao

SBK 2019: ecco gli orari TV di Sky, TV8 ed Eurosport di Portimao
Carica commenti
SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi Prime

SBK: la lotta mondiale tra Rea e Toprak è diventata una guerra di nervi

La lotta mondiale fra Toprak Razgatlioglu e Jonathan Rea è sempre più intensa, con l'avvicinarsi della fine di questa stagione così avvincente i due sono molto vicini in classifica. Questa situazione di grande equilibrio, che a Portimao ha raggiunto il culmine, ci sta consegnando una vera e propria guerra di nervi fra i due contendenti al titolo.

WSBK
6 ott 2021
Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini" Prime

Doctor F1: "I giovani rider non sono soldati-bambini"

Torna l'appuntamento del mercoledì mattina firmato Motorsport.com. In questa puntata di Doctor F1, Franco Nugnes ed il dottor Riccardo Ceccarelli di Formula Medicine analizzano, oltre a quanto successo in Russia, il lutto vissuto dal mondo delle due ruote in quel di Jerez, che piange la perdita di Dean Berta Vinales

WSBK
29 set 2021
SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento Prime

SBK: come la tragedia Vinales solleva il grido al cambiamento

La tragica scompare di Dean Berta Vinales nel sabato del round di Jerez ha scosso non solo il paddock della Superbike ma l'intero motociclismo. Insieme al dolore, sorgono però tanti interrogativi e il grido che si leva è quello dei piloti, che chiedono un cambiamento per una classe diventata troppo pericolosa.

WSBK
28 set 2021
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021