Delbianco soddisfatto a metà: “Non è facile, ma sono migliorato rispetto ai test”

Avvio complicato a Phillip Island per l’esordiente nel Mondiale Superbike, che chiude il venerdì di libere con il diciottesimo tempo. Una caduta nella prima sessione compromette il lavoro della mattinata, ma i giri completati sono comunque utili in vista della gara.

Delbianco soddisfatto a metà: “Non è facile, ma sono migliorato rispetto ai test”
Carica lettore audio

Una nuova stagione del Mondiale Superbike è appena iniziata, così come l’avventura di Alessandro Delbianco nel campionato delle derivate di serie. Il pilota del team Mie Althea Racing è al debutto nella categoria e per la prima volta corre sul tracciato australiano di Phillip Island. Qui sono andate in scena le prime prove libere dell’anno e l’italiano le ha concluse con il diciottesimo crono nella classifica combinata.

Alla prima esperienza in Superbike, Delbianco si sta adattando alla nuova moto: in sella alla Honda CBR1000RR SP2, l’italiano è sceso in pista completando a fine giornata 30 giri, il più rapido dei quali in 1’32.669. Una caduta nella sessione mattutina, fortunatamente senza conseguenze, ha compromesso il lavoro e nei giri accumulati nel pomeriggio non è riuscito a migliorare il proprio tempo. Ma sia il pilota sia la squadra stanno lavorando facendo dei passi in avanti, sia in vista del weekend sia in prospettiva.

Leggi anche:

Delbianco si concentra sull’aumento del feeling con la Honda, che conosce da poco tempo. Consapevole delle difficoltà che può incontrare da esordiente, è soddisfatto a metà della giornata di prove libere, ma sa che il lavoro svolto è prezioso in vista del proseguimento del fine settimana di gara: “È stata una giornata difficile, ma sapevo che sarebbe stata così nel campionato Superbike. Onestamente senza riferimenti non è facile, speravo di trovare qualcuno che potesse ‘tirarmi’, per farmi capire meglio le traiettorie, ma non è successo. Ho migliorato il tempo sul giro rispetto ai test, quello sì, ma avrei voluto fare un altro step oggi pomeriggio. Purtroppo, non è stato possibile, ma i giri completati sono stati comunque utili in preparazione per la prima gara di domani”.

condivisioni
commenti
Rinaldi contento dopo le libere: “C’è qualcosa da sistemare, ma abbiamo fatto passi avanti”
Articolo precedente

Rinaldi contento dopo le libere: “C’è qualcosa da sistemare, ma abbiamo fatto passi avanti”

Prossimo Articolo

Jonathan Rea da record, firma la prima Superpole della stagione

Jonathan Rea da record, firma la prima Superpole della stagione