Davies: "Siamo arrivati tardi per il titolo, ma voglio battere Sykes"

Chaz Davies arriva all'ultimo appuntamento della stagione Superbike con l'obiettivo di centrare altre due vittorie e il secondo posto nel Mondiale. Davide Giugliano è invece ai saluti con Ducati: il romano disputerà le ultime gare in rosso.

Davies: "Siamo arrivati tardi per il titolo, ma voglio battere Sykes"
Race winner Chaz Davies, Ducati Team
Race winner Chaz Davies, Ducati Team
Podium: race winner Chaz Davies, Ducati Team, second place Jonathan Rea, Kawasaki Racing, third plac
Davide Giugliano, Ducati Team
Davide Giugliano, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team
Davide Giugliano, Ducati Team
Davide Giugliano, Ducati Team
Davide Giugliano, Ducati Team, Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Ducati Team

Reduce da due doppiette consecutive ottenute con Chaz Davies a Magny-Cours (Francia) e Jerez de la Frontera (Spagna), il team Aruba.it Racing - Ducati è pronto a far tappa in Qatar per l’evento di chiusura del Campionato Mondiale Superbike 2016. La pista di Losail, alle porte di Doha, accenderà come di consueto i riflettori per due spettacolari gare in notturna, le uniche della stagione.

Chaz Davies, vincitore di cinque delle ultime sei gare, cercherà di estendere ulteriormente la striscia positiva di risultati che lo ha visto imporsi come protagonista indiscusso del campionato dopo la pausa estiva. Per il pilota gallese, l’obiettivo è quello di chiudere la stagione al secondo posto in classifica (dal quale attualmente lo separano 19 punti). Davide Giugliano, dopo due round difficili a causa di un infortunio alla spalla destra, è ottimista riguardo alle proprie condizioni fisiche e determinato a risalire sul podio per sigillare il suo triennio con i colori del team nel miglior modo possibile.

Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati #7) 3º (395 punti): “Siamo giunti all’ultimo round, ma sinceramente parte di me vorrebbe che la stagione in realtà fosse appena iniziata, visti i risultati che abbiamo ottenuto di recente. Siamo arrivati un po’ tardi alla festa, ma dobbiamo guardare avanti. Lo scorso anno siamo stati abbastanza competitivi in Qatar, centrando il secondo posto in Gara 2, e quest’anno abbiamo qualche cavallo in più che dovrebbe aiutarci nel lungo rettilineo".

"Correre di notte poi è sempre divertente. Ci restano 19 punti da recuperare per il secondo posto. Penso che la lotta al vertice avrà qualche protagonista in più rispetto alle gare passate, e nelle corse tutto può succedere. Quindi, perché no? Noi dobbiamo solo provare ad ottenere gli stessi risultati delle ultime gare, e poi faremo i conti” .

Davide Giugliano (Aruba.it Racing - Ducati #34) 6º (197 punti): “Vado in Qatar in condizioni fisiche migliori rispetto a Jerez. Ho continuato il programma di fisioterapia, e in settimana sono riuscito a girare forte e con continuità in allenamento con il motard, nonostante abbia ancora dolore ovviamente. Quello del Qatar è un tracciato molto scorrevole, teoricamente meno duro per la spalla rispetto ai precedenti, e sicuramente mi piace molto come layout".

"Lo scorso anno ero ai box per infortunio, ma all’esordio nel 2014 avevamo ottenuto la pole position. In gara avevamo sofferto un po’ in termini di velocità di punta, ma da allora la Panigale R è migliorata molto sotto questo aspetto. La priorità per me sarà salutare la squadra con due belle gare, anche se di ricordi belli ne abbiamo già tanti, soprattutto per il grande lavoro svolto sulla moto in questi anni”.

condivisioni
commenti
Attacco a tre punte per il team Althea BMW nell'ultima gara della stagione

Articolo precedente

Attacco a tre punte per il team Althea BMW nell'ultima gara della stagione

Prossimo Articolo

A Losail lo scontro finale SBK: Rea vede il titolo, ma Sykes non molla

A Losail lo scontro finale SBK: Rea vede il titolo, ma Sykes non molla
Carica commenti
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021
SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021
Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni Prime

Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni

Jonathan Rea ha dominato due delle tre gare disputate ad Aragon, round di apertura della stagione SBK. Il pilota Kawasaki è stato più forte dei limiti imposti dal regolamento e gli avversari devono già correre ai ripari.

WSBK
26 mag 2021
SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano Prime

SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano

Inizia la stagione 2021 del mondiale Superbike e c’è fermento per il nuovo campionato che è alle porte. Sarà ancora Rea a dettare legge o dovrà cedere lo scettro dopo sei titoli mondiali?

WSBK
19 mag 2021
SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test Prime

SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test

I test di Aragon svolti da Ducati e Yamaha hanno chiarito le idee alle squadre e lasciato alcuni dubbi che verranno dissipati solamente con l’inizio della stagione. L’unica certezza è che al momento i due team impegnati al Motorland possono essere davvero i veri contendenti al titolo 2021, in una stagione che vede Rea ancora come l’uomo da battere.

WSBK
14 apr 2021
Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’ Prime

Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’

Gli ultimi test collettivi svolti a Barcellona si sono conclusi nel segno di Jonathan Rea, che ancora una volta appare come l’uomo da battere. Ma Ducati e Yamaha non stanno a guardare e si candidano come le due squadre pronte a fermare il dominio Kawasaki.

WSBK
4 apr 2021
Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo Prime

Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo

Il team Aruba.it Racing – Ducati ha presentato la Panigale V4R che sarà incaricata di fermare il dominio Kawasaki. Ma le innovazioni della pioniera Casa bolognese e la determinazione dei piloti saranno in grado di mettere un freno a Rea?

WSBK
25 mar 2021