Davies riluttante: "In un team satellite non lotto per il titolo"

Chaz Davies afferma di non essere entusiasta di entrare a far parte di un team satellite per rimanere nel Mondiale Superbike la prossima stagione, in quanto ritiene di poter lottare per il titolo solo con una squadra ufficiale.

Davies riluttante: "In un team satellite non lotto per il titolo"

Prima dell'ultimo round della stagione 2020 ad Estoril, è stato annunciato che Michael Ruben Rinaldi, pilota del team Go Eleven, sostituirà Chaz Davies nella squadra ufficiale Ducati l'anno prossimo. Il gallese dunque ha chiuso un periodo lungo sette anni con Borgo Panigale. Le opzioni di Davies per la 2021 appaiono limitate, con Kawasaki, Honda, Yamaha e BMW che hanno tutti blindato i loro piloti per la prossima stagione. Questo significa che il pilota britannico dovrà probabilmente accontentarsi di uno dei team satellite l'anno prossimo, opzione che Davies non ritiene possa aiutarlo a lottare per il titolo mondiale in Superbike.

"Sento di poter lottare per il campionato, ma non avendo il pieno sostegno né l'energia, si comincia male - afferma Davies - Non sto dicendo che questa è la situazione, ma se non sei in una squadra ufficiale, non hai automaticamente il pieno supporto. Penso che se ci si mette nei miei panni, sento di aver bisogno di tutto il supporto necessario per poter aiutare la Ducati a vincere un campionato del mondo. Alla fine è sempre quello che ho cercato di fare".

Leggi anche:

Il sostituto di Davies, Rinaldi, è stato l'unico pilota ad aver vinto una gara con una squadra indipendente quest'anno, mentre Garrett Gerloff del team GRT e Loris Baz di Ten Kate sono saliti più volte sul podio con le moto Yamaha non ufficiali. Allo stesso modo, Toprak Razgatlioglu ha vinto due volte con il team Puccetti Kawasaki l'anno scorso, prima di assicurarsi una sella Yamaha ufficiale per il 2020.

Anche la MotoGP è stata testimone di impressionanti prestazioni da parte dei team satellite negli ultimi anni, con la nuova Petronas SRT sostenuta da Yamaha che ha vinto quattro gare nel 2020 con Fabio Quartararo e Franco Morbidelli. Ma Davies è convinto che sia impossibile porre fine alla striscia vincente di Jonathan Rea e Kawasaki in Superbike con un team satellite, a meno che non gli vengano offerte moto di serie complete e il supporto del suo produttore affiliato.

Davies dichiara infatti: "Non si può mai essere sicuri di nulla e sono aperto a idee e suggerimenti. Dal mio punto di vista, sì, Pramac ha avuto successo. Sì, Avintia ha avuto successo. Ma quale di questi è la sfida per il campionato del mondo? Sì, la Petronas ha successo, ma non voglio commentare questo perché è un costruttore diverso. Il punto qui è riuscire a lottare per un campionato del mondo e avere il supporto per poterlo fare".

"Le cose che speravo già di migliorare per il prossimo anno all'interno della squadra di fabbrica non miglioreranno in una squadra satellite. Questo è il mio ragionamento. Sarei molto contento di essere smentito. Se sono in grado di guidare una vera e propria moto di fabbrica con un supporto completo e di fare un passo avanti in molti settori, sarei davvero felice di rimangiarmi ciò che ho detto. Ma così come stanno le cose oggi, questa è la situazione. Siamo arrivati secondi molte volte e abbiamo bisogno di un po' più di supporto per aumentare la consistenza e, come ho detto, in un team satellite sarà più difficile farlo. Non dico che sia impossibile. Dico solo che è più difficile".

condivisioni
commenti
Redding: “Nel 2021 voglio essere in testa all’ultimo round”

Articolo precedente

Redding: “Nel 2021 voglio essere in testa all’ultimo round”

Prossimo Articolo

Ducati conferma l'interesse per la Supersport

Ducati conferma l'interesse per la Supersport
Carica commenti
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021
SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021
Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni Prime

Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni

Jonathan Rea ha dominato due delle tre gare disputate ad Aragon, round di apertura della stagione SBK. Il pilota Kawasaki è stato più forte dei limiti imposti dal regolamento e gli avversari devono già correre ai ripari.

WSBK
26 mag 2021