Davies: "Il podio è un buon risultato. Era difficile battere le Ninja"

Chaz Davies ha regalato alla Ducati il secondo podio in due giorni sul tracciato di Donington Park. In Gara 1, però, il gallese è caduto, perdendo così molti punti nella graduatoria generale. Giugliano solo 7° in Gara 2.

Davies: "Il podio è un buon risultato. Era difficile battere le Ninja"
Podio: il vincitore Tom Sykes, Kawasaki Racing Team, il secondo Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team,
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Podio: il vincitore Tom Sykes, Kawasaki Racing Team, il secondo Jonathan Rea, Kawasaki Racing Team,
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Davide Giugliano, Aruba.IT Racing - Ducati
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team e Davide Giugliano, Aruba.IT Racing - Ducati
Leon Camier, MV Agusta Reparto Corse, e Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati Team
Tom Sykes, Kawasaki Racing Team e Davide Giugliano, Aruba.IT Racing - Ducati
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati Team

Dopo il secondo posto ottenuto con Davide Giugliano nella gara di sabato, il team Aruba.it Racing - Ducati è tornato sul podio con Chaz Davies, terzo in Gara 2 a Donington. Un risultato che riscatta almeno parzialmente le difficoltà incontrate tra venerdì e sabato dal pilota gallese, che ha dato un’ulteriore dimostrazione di tenacia. Destino opposto per Giugliano, che dopo aver sfiorato la vittoria in Gara 1 è stato suo malgrado costretto a giocare in difesa a causa di alcune difficoltà di grip inattese ancora in fase di accertamento.

Rispettivamente secondo e quarto dopo un buono scatto alla partenza, Davies e Giugliano hanno lottato fin dall’inizio per tenere il passo della coppia di testa composta da Sykes e Rea. Il gallese ha evidenziato notevoli progressi rispetto ai giorni precedenti riuscendo ad imporre un ritmo di 1’28 basso, un passo che gli ha consentito di occupare la terza posizione in solitaria fino alla bandiera a scacchi. Giugliano ha invece accusato alcune difficoltà impreviste, soprattutto in fase di staccata, che gli hanno impedito di ripetere le prestazioni evidenziate in precedenza, costringendolo ad una gara in salita, chiusa al settimo posto.

Dopo sette round, Davies (231 punti) e Giugliano (147 punti) occupano rispettivamente la terza e quarta posizione in campionato, mentre Ducati è seconda nella classifica Costruttori con 268 punti. Il team Aruba.it Racing - Ducati tornerà in pista dal 17 al 19 giugno a Misano per l’ottavo round del campionato mondiale Superbike. Per preparare al meglio il secondo appuntamento davanti al pubblico di casa, la squadra effettuerà due giorni di prove sul circuito romagnolo, martedì e mercoledì la prossima settimana.

Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati #7) – 3º: “È sicuramente bello risalire sul podio dopo le difficoltà incontrate inizialmente qui a Donington. Soprattutto, era importante ottenere un risultato positivo dopo non essere riusciti a terminare la gara ieri. L’inizio in salita ci ha ostacolato, e ieri probabilmente ho spinto troppo, ma siamo qui per vincere e quando si è in testa bisogna provarci".

"Sappiamo di poter puntare più in alto, ci sono alcuni aspetti nei quali possiamo migliorare, ma su questa pista era difficile battere le Kawasaki. Oggi abbiamo fatto un bel passo avanti grazie anche alla lezione appresa ieri, e contiamo di arrivare a Misano più preparati. Faremo un test di due giorni in settimana, e puntiamo a migliorare il terzo posto ottenuto nel 2015”.

Davide Giugliano (Aruba.it Racing - Ducati #34) – 7º: “È stato un weekend dal sapore dolceamaro per noi. Dopo la bella gara di ieri, puntavamo a fare un altro passo avanti per essere competitivi fino alla fine. Purtroppo invece ho avuto problemi in staccata ed entrata in curva, ancora da chiarire insieme alla squadra, che hanno pregiudicato la nostra prestazione".

"Qui a Donington ci sono tre o quattro staccate fondamentali, dove accumulavamo quasi tutto il distacco. Di positivo resta il secondo posto di ieri, ed ora dobbiamo rimboccarci le maniche per evitare certi inconvenienti in futuro e continuare il nostro percorso di crescita. Non vedo l’ora di correre davanti al nostro pubblico a Misano, una pista dove siamo sempre stati competitivi”.

condivisioni
commenti
Sykes ancora re a Donington: piega Rea ed è doppietta!

Articolo precedente

Sykes ancora re a Donington: piega Rea ed è doppietta!

Prossimo Articolo

Fotogallery: gli scatti più belli del fine settimana di Donington

Fotogallery: gli scatti più belli del fine settimana di Donington
Carica commenti
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021
SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021
Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni Prime

Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni

Jonathan Rea ha dominato due delle tre gare disputate ad Aragon, round di apertura della stagione SBK. Il pilota Kawasaki è stato più forte dei limiti imposti dal regolamento e gli avversari devono già correre ai ripari.

WSBK
26 mag 2021