Davies critico: “In Ducati SBK serve una spinta come in MotoGP”

Dopo la gara di Aragon, Chaz Davies ha criticato la Ducati per non aver prestato abbastanza attenzione al progetto Superbike: gli italiani stanno mettendo tutti i loro sforzi in MotoGP?

Davies critico: “In Ducati SBK serve una spinta come in MotoGP”

La Ducati ha iniziato la stagione 2021 in maniera eccellente in MotoGP, con Francesco Bagnaia, Jack Miller e Johann Zarco, la Rossa di Borgo Panigale ha tre contendenti per il titolo. Miller ha vinto due gare e la Desmosedici è stata finora competitiva su tutte le piste. 

L'inizio del Mondiale Superbike è stato meno positivo, quest’anno Ducati vuole finalmente celebrare il suo primo titolo dal 2011. Dal successo di Carlos Checa di dieci anni fa, il costruttore di Borgo Panigale non ha mai visto un periodo di digiuno così lungo nella storia delle derivate di serie. Ma nella prima gara della stagione ad Aragon, nessuno dei piloti Ducati è salito sul podio, mentre Jonathan Rea ha conquistato in scioltezza la sua 100esima vittoria in gara.

Secondo Chaz Davies, la Ducati non ha fatto progressi durante l'inverno

Chaz Davies sta disputando la sua ottava stagione con la Ducati e quest’anno guida la Panigale ufficiale per il team clienti GoEleven. Davies è arrivato quinto, subito dietro al compagno di marca Scott Redding e ha trovato parole chiare per la situazione dopo la gara.

“Non è fantastico, ad essere onesti – ha detto Davies a proposito del risultato Ducati – Dovremmo essere sul podio qui. Sembra che gli altri abbiano lavorato molto duramente in varie aree. Siamo indietro in alcuni aspetti, ma non è una novità. L'ho visto anche tempo fa, dobbiamo affrontare questo aspetto e discuterne con Ducati per vedere come possiamo migliorare”.

"Sono fiducioso che possiamo risolvere i problemi. Ma ci vogliono soldi e dedizione – osserva Davies – I nostri avversari sono davvero forti, lavorano sodo. Ad essere sincero, non vedo che abbiamo fatto molti progressi quest'inverno. Non posso dire che abbiamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno quando non abbiamo fatto passi in avanti rispetto alla fine della scorsa stagione”.

La Ducati è troppo concentrata sulla MotoGP?

La Panigale V4R è stata celebrata al suo debutto nella stagione 2019 ed è considerata la superbike con il maggior potenziale. Ma secondo Davies, la Ducati non sta investendo abbastanza nel Mondiale Superbike per sfruttare appieno il potenziale della quattro cilindri: “Non credo che serva fare molto per fare un passo in avanti qui. Non è che dobbiamo dividere equamente lo sforzo tra MotoGP e Superbike. Mi rendo conto che è impossibile. Ma abbiamo bisogno di qualcosa per fare un differenza”.

“Non ho dubbi sulla moto. La V4R è una moto fantastica, ma è valida solo quanto lo sforzo che viene messo. A volte facciamo fatica. Abbiamo queste gare in cui non siamo bravi. È successo abbastanza spesso l'anno scorso. Un giorno la moto può essere impressionante, ma il giorno dopo non riesce ad essere competitiva”.

"Non abbiamo la costanza delle altre squadre – riconosce il veterano del mondiale, che aveva buone possibilità di salire sul podio ad Aragon – Non siamo mancati per molto dal podio. Abbiamo usato le gomme SCX. La decisione era piuttosto borderline. È stata una decisione difficile”.

condivisioni
commenti
Redding amaro: “Sono fortunato ad aver finito la gara”

Articolo precedente

Redding amaro: “Sono fortunato ad aver finito la gara”

Prossimo Articolo

SBK, Aragon, Superpole Race: Rea vince ancora su pista umida

SBK, Aragon, Superpole Race: Rea vince ancora su pista umida
Carica commenti
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021