Davies: "Con il bagnato dobbiamo affinare l'assetto della Panigale"

Giornata complessa per il team ufficiale Ducati sul tracciato di Assen. Nei primi due turni di prove libere, Chaz Davies e Davide Giugliano hanno trovato qualche difficoltà nella messa a punto della Panigale sotto la pioggia.

Davies: "Con il bagnato dobbiamo affinare l'assetto della Panigale"
Podio: il secondo, Tom Sykes, Kawasaki Racing Team, il vincitore Chaz Davies, Aruba.it Racing - Duca
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Podio: il vincitore Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Le vainqueur Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team fête sa victoire
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati Team
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati Team
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati Team

Dopo una breve pausa, il team Aruba.it Racing - Ducati è tornato in pista ad Assen, teatro del quarto round del campionato mondiale Superbike. In condizioni climatiche diverse da quelle incontrate nella tappa precedente in Spagna, con temperature di poco superiori ai dieci gradi ed una pioggia incessante, Davide Giugliano e Chaz Davies hanno concluso la prima giornata di prove in settima e decima posizione rispettivamente, separati da meno di un decimo (ad Alex Lowes il miglior tempo provvisorio con un 1’52.701).

Le Panigale R ufficiali hanno così percorso i primi chilometri del 2016 sul bagnato, e sia Giugliano che Davies hanno migliorato nettamente i propri riferimenti nell’arco della giornata – limando rispettivamente quattro e tre secondi dai migliori passaggi in FP1, durante la quale il gallese è scivolato senza conseguenze – ma l’intensificarsi improvviso della pioggia nei minuti finali ha sostanzialmente impedito a entrambi di sfruttare le condizioni in progressivo miglioramento del tracciato, facendo propendere per il rientro anticipato nei box. Pur senza poter effettuare il consueto “time attack”, sia Giugliano che Davies hanno guadagnato l’accesso diretto alla Superpole 2, in programma domani alle 10:55.

Davide Giugliano (Aruba.it Racing - Ducati #34) – 1’54.267 (7º)
“Oggi le condizioni erano tutt’altro che ideali ma abbiamo comunque fatto una buona progressione, migliorando ad ogni uscita. Con l’avantreno ho progressivamente acquisito fiducia e se fossimo riusciti ad effettuare un altro tentativo prima del diluvio sul finale della FP2 probabilmente avremmo guadagnato almeno altro mezzo secondo, ma quello che conta è l’accesso diretto alla Superpole 2. Ci resta comunque del lavoro da fare per migliorare il grip, soprattutto in fase di accelerazione. Le previsioni per domani purtroppo restano incerte. So di poter essere competitivo sul bagnato, ma sinceramente preferirei una pista asciutta, o per lo meno sempre nelle stesse condizioni”.

Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati #7) – 1’54.348 (10º)
“Non avendo mai girato sul bagnato quest’anno dobbiamo ancora fare qualche aggiustamento a livello di ciclistica per trovare maggiore aderenza, specialmente al massimo angolo di piega. La scivolata durante le FP1 non ha però a che vedere con questo, perché in quel momento la moto era praticamente dritta. Non me l’aspettavo, ma fortunatamente non ha avuto ripercussioni fisiche. Le condizioni meteo possono cambiare in fretta qui ad Assen ma non sono preoccupato perché nelle ultime gare abbiamo adottato un setup abbastanza versatile che solitamente ci ha permesso di essere veloci fin dalle prime uscite senza necessitare cambiamenti radicali. E poi, fintanto che ho girato in pista insieme a tutti i nostri avversari, non ero lontano dalla vetta”.

condivisioni
commenti
Assen, Libere 2: Alex Lowes porta la Yamaha davanti a tutti

Articolo precedente

Assen, Libere 2: Alex Lowes porta la Yamaha davanti a tutti

Prossimo Articolo

Sykes ammette: "Fatichiamo con le temperature basse dell'asfalto"

Sykes ammette: "Fatichiamo con le temperature basse dell'asfalto"
Carica commenti
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021
Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita" Prime

Mara Soto: "Essere meccanico di Rea, l'occasione della vita"

In questa puntata de "Il Rosa dei Motori", Lorenza D'Adderio intervista Mara Soto, meccanico Kawasaki nel team impegnato nel mondiale Superbike. Un viaggio attraverso i ricordi, gli obiettivi di una giovane ragazza che realizza il sogno di lavorare al fianco di un grande campione come Jonathan Rea.

WSBK
1 lug 2021
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021
SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021
Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni Prime

Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni

Jonathan Rea ha dominato due delle tre gare disputate ad Aragon, round di apertura della stagione SBK. Il pilota Kawasaki è stato più forte dei limiti imposti dal regolamento e gli avversari devono già correre ai ripari.

WSBK
26 mag 2021