Davies, addio a Ducati: "Qualcuno ha il numero di Dovizioso?"

Davies ha scritto su Twitter un post ironico a qualche ora dall'ufficializzazione della sua sostituzione del team ufficiale Ducati che corre in World Superbike. Chaz lascia Borgo Panigale dopo 7 anni.

Davies, addio a Ducati: "Qualcuno ha il numero di Dovizioso?"

Dopo 7 anni di matrimonio e 27 vittorie assieme, Chaz Davies e Ducati si separeranno al termine della stagione corrente, che terminerà questo fine settimana a Portimao.

Ducati ha annunciato ieri di aver ingaggiato per il prossimo anno Michael Ruben Rinaldi, che in questa stagione sta difendendo i colori del team Go Eleven in sella a una Ducati Panigale V4 con specifiche della stagione passata.

Rinaldi diverrà il nuovo compagno di squadra di Scott Redding, andando così a stravolgere definitivamente l'assetto piloti che, nel corso delle ultime stagioni, ha avuto in Davies il vero punto fermo.

Dal 2014 al 2020 Chaz ha visto ruotare tanti compagni di squadra accanto a sé. Questa volta sarà lui a dover fare posto a Rinaldi, giovane in ascesa che a Ducati - con tutta probabilità - consentirà anche di ridurre il monte ingaggi.

Il nativo di Knighton, qualche ora dopo l'ufficializzazione del suo addio a Ducati, ha pubblicato un tweet simpatico, che ben rappresenta la sua situazione attuale.

"Qualcuno ha il numero di Dovi?", ha scritto Davies. "Ho sentito che sta cercando qualcuno che annaffi il suo tracciato da motocross nel 2021. Chiedo per un amico".

 

Sì, perché sia Dovizioso che Davies posso dire a oggi di avere avuto un destino comune. Andrea ha annunciato ormai diverse settimane fa di non aver avuto l'intenzione di rinnovare con la Casa di Borgo Panigale - anche se la sua volontà è stata conseguenza di alcune decisioni dei vertici della squadra - mentre Davies si è trovato fuori, soppiantato da un pilota più giovane, che ha mostrato feeling con la Panigale V4 e che ha un costo a oggi inferiore al suo.

Entrambi potrebbero ancora ambire a una sella per la prossima stagione, ma a oggi condividono lo stesso destino: piloti che hanno fatto rinascere Ducati nelle rispettive categorie prima; piloti considerati sostituibili per motivi diversi, ma ugualmente a piedi.

condivisioni
commenti
Honda continua con Haslam in SBK: c'è il rinnovo per il 2021

Articolo precedente

Honda continua con Haslam in SBK: c'è il rinnovo per il 2021

Prossimo Articolo

Redding: "Continuerò a lottare fino alla fine"

Redding: "Continuerò a lottare fino alla fine"
Carica commenti
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021