Davies, addio a Ducati: “Ci sono opzioni, ma non mi accontento”

Chaz Davies lascia Ducati con una splendida vittoria in Gara 2, ma il suo futuro è ancora incerto. Dopo sette anni a Borgo Panigale, le strade del gallese e del team ufficiale si separano, ma Davies cerca una soluzione che gli permetta di essere ancora competitivo.

Davies, addio a Ducati: “Ci sono opzioni, ma non mi accontento”

Con la fine della stagione 2020 si conclude anche l’avventura di Chaz Davies in Ducati. Il gallese lascia infatti il team ufficiale dopo sette anni, ma lo fa in grande stile, dominando Gara 2 e portando a Borgo Panigale un altro successo, il 28esimo con la sua firma. Il finale del campionato è stato sicuramente emozionante sia per il pilota sia per il team, che hanno festeggiato la seconda vittoria dell’anno, ma stavolta con un sapore diverso.

“Mi sento sollevato ad essere onesto, è stato emozionante finire la stagione in questo modo – commenta Davies al termine di Gara 2 – tutti i ragazzi del team sono un gruppo di persone meravigliose, uno dei miei ragazzi mi ha dato una lettera su due pagine A4. Mi hanno scritto dei bei messaggi sul serbatoio per la gara. Tutti avevano le lacrime agli occhi fin dalla griglia di partenza. Mi chiedevo se i ragazzi fossero ancora concentrati (ride; ndr). Li ho guardati sulla griglia e ho ricordato alcuni momenti insieme. Mi sono rattristato e ho dovuto ricordare a me stesso che stavo per Dovevo tornare di nuovo dell'umore giusto. Ha funzionato, è un finale perfetto, non lo definirei agrodolce”.

Leggi anche:

Sette anni sono molti, Chaz Davies e Ducati hanno vissuto momenti di gloria ma hanno anche affrontato periodi difficili, che il gallese ricorda così: “Molti dei miei meccanici hanno attraversato alti e bassi con me per molti anni. Hanno vissuto i giorni difficili del 2014, poi il successo e poi di nuovo i giorni difficili. Ma non hanno mai smesso di avere fiducia in me, a volte nemmeno io riuscivo a capire perché mi supportassero così tanto. Mi sono sempre stati accanto, ora è difficile pensare che le nostre strade di separano”.

Ducati e Davies si separano dopo sette stagioni, condite da 28 vittorie che lo hanno portato spesso a lottare per il titolo con l’ormai leggendario Jonathan Rea. L’arrivo della quattro cilindri ha messo in difficoltà il gallese, che però sembrava aver trovato fiducia in sella alla Panigale V4R: “Al momento abbiamo un'ottima moto. Sono sempre stato d'accordo con i ragazzi sul fatto che questa moto avesse un grande potenziale. Ma dovevamo ancora sbloccare alcune aree e ci stavamo lavorando. Purtroppo ci è voluto molto tempo per essere costantemente veloci. Eravamo già veloci lo scorso anno, ma ora siamo nella posizione giusta. Non voglio sembrare arrogante, ma penso di aver fatto il mio lavoro”.

La fine del rapporto con Ducati è ancora più complicata per Davies, che al momento non ha opzioni per il 2021. Il suo futuro infatti è ancora incerto, ma ha più volte dichiarato di voler proseguire solo a patto di trovare le condizioni che gli permettano di lottare per le posizioni di vertice: “Ci sono possibilità, ma non sono un pilota che si accontenta di un risultato tra i primi cinque o di un terzo posto. Ora devo staccare per un po’, con più tempo si può lavorare su idee e soluzioni. Non posso valutare cosa ci vorrà per ottenere il supporto di cui ho bisogno per poter lottare per il campionato. Ma il tempo potrebbe aiutarmi. Quindi potrebbe essere un vantaggio”.

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
1/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
2/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati con la medaglia

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati con la medaglia
3/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
4/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati si congratula con Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati secondo nella classifica mondiale

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati si congratula con Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati secondo nella classifica mondiale
5/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Leon Camier, Barni Racing Team

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Leon Camier, Barni Racing Team
6/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
7/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
8/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
9/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
10/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
11/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati, Scott Redding, Aruba.it Racing Ducati
12/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati con la medaglia

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati con la medaglia
13/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
14/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
15/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
16/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
17/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
18/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
19/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
20/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
21/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati

Chaz Davies, ARUBA.IT Racing Ducati
22/22

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condivisioni
commenti
SSP300, Estoril: Perez e Meuffels vincono, Buis è campione

Articolo precedente

SSP300, Estoril: Perez e Meuffels vincono, Buis è campione

Prossimo Articolo

Test SBK 2021: Redding al top nel debutto ufficiale di Rinaldi

Test SBK 2021: Redding al top nel debutto ufficiale di Rinaldi
Carica commenti
SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea? Prime

SBK: Redding crolla a Misano. È Razgatlioglu l’anti-Rea?

Scott Redding doveva essere l’uomo incaricato di fermare il dominio di Jonathan Rea, eppure lascia Misano con l’amaro in bocca e con un distacco in classifica importante, considerando la solidità di Rea e Razgatlioglu, i due che lo precedono. Il turco convince e si avvicina il leader del mondiale. È dunque il pilota Yamaha il vero anti-Rea?

WSBK
15 giu 2021
WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation Prime

WSBK: a Misano Rea è dominato dalla Next Generation

Prima puntata podcast di Debriefing WSBK, in cui Lorenza D'Adderio e Giacomo Rauli commentano il round di Misano Adriatico della classe regina delle moto derivate di serie. Buon ascolto!

WSBK
13 giu 2021
SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto? Prime

SBK: Rea trionfa, Redding capitola. Mondiale già scritto?

Jonathan Rea conquista due gare su tre nel weekend dell’Estoril e allunga in classifica, approfittando di un passo falso di Scott Redding, scivolato in Gara 2 e ora inseguitore con un distacco già piuttosto importante.

WSBK
2 giu 2021
Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni Prime

Kawasaki limitata dai giri motori ma trionfa: tutti zitti e buoni

Jonathan Rea ha dominato due delle tre gare disputate ad Aragon, round di apertura della stagione SBK. Il pilota Kawasaki è stato più forte dei limiti imposti dal regolamento e gli avversari devono già correre ai ripari.

WSBK
26 mag 2021
SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano Prime

SBK, inizia il 2021: Rea non abdica, ma i rivali pressano

Inizia la stagione 2021 del mondiale Superbike e c’è fermento per il nuovo campionato che è alle porte. Sarà ancora Rea a dettare legge o dovrà cedere lo scettro dopo sei titoli mondiali?

WSBK
19 mag 2021
SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test Prime

SBK: per Ducati e Yamaha il ‘Gioco del Trono’ parte dai test

I test di Aragon svolti da Ducati e Yamaha hanno chiarito le idee alle squadre e lasciato alcuni dubbi che verranno dissipati solamente con l’inizio della stagione. L’unica certezza è che al momento i due team impegnati al Motorland possono essere davvero i veri contendenti al titolo 2021, in una stagione che vede Rea ancora come l’uomo da battere.

WSBK
14 apr 2021
Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’ Prime

Rea è ancora l’uomo da battere: si apre la caccia al ‘Cannibale’

Gli ultimi test collettivi svolti a Barcellona si sono conclusi nel segno di Jonathan Rea, che ancora una volta appare come l’uomo da battere. Ma Ducati e Yamaha non stanno a guardare e si candidano come le due squadre pronte a fermare il dominio Kawasaki.

WSBK
4 apr 2021
Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo Prime

Ducati, la squadra pioniera che ancora sfiora il titolo

Il team Aruba.it Racing – Ducati ha presentato la Panigale V4R che sarà incaricata di fermare il dominio Kawasaki. Ma le innovazioni della pioniera Casa bolognese e la determinazione dei piloti saranno in grado di mettere un freno a Rea?

WSBK
25 mar 2021