Conclusi i test di Misano per la Ducati con Meandri, Davies e Giugliano

Terminata oggi la tre giorni di test che ha visto protagonista il team Ducati Superbike sul tracciato di Misano. Oltre a Davies e Giugliano ha girato anche Marco Melandri in vista della prossima stagione.

Conclusi i test di Misano per la Ducati con Meandri, Davies e Giugliano
Marco Melandri, Aruba.it Racing - Ducati
Marco Melandri, Aruba.it Racing - Ducati
Marco Melandri, MV Agusta
Chaz Davies, Aruba.it Racing - Ducati
Davide Giugliano, Ducati Team
Davide Giugliano, Aruba.it Racing - Ducati
Chaz Davies, Ducati Team
Chaz Davies, Aruba.it Racing-Ducati SBK Team
Chaz Davies, Aruba.it - Ducati SBK, Ducati 1199 Panigale R
Ducati 1199 Panigale R senza carena

Ducati ha concluso positivamente tre giorni di test al Misano World Circuit, utili sia per provare aggiornamenti di ciclistica ed elettronica che per aiutare i piloti Chaz Davies e Davide Giugliano a mantenere ai massimi livelli la confidenza in sella durante la pausa estiva.

Davies e Giugliano hanno percorso rispettivamente 66 e 111 giri, siglando entrambi tempi più bassi rispetto al weekend di gara. Giugliano è sceso in pista lunedì e martedì, mentre ieri Davies è rimasto ai box a causa di una contrattura alla schiena per poi completare il programma di test mercoledì mattina.

Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #7) 1’34.6
“Lunedì siamo partiti con il piede giusto, girando subito più veloci che in gara, ma poi ho avvertito una contrattura ed ho preferito consultare lo staff medico del circuito, che ringrazio molto per l’aiuto, prima di tornare in sella. Fortunatamente non si è trattato di nulla di grave, il recupero è stato veloce ed oggi siamo riusciti a effettuare alcune prove molto importanti e raccogliere dati. La base è migliorata rispetto alle ultime gare, mi sento maggiormente a mio agio e fiducioso, e non vedo l’ora di affrontare i prossimi round”.

Davide Giugliano (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team #34) 1’34.9
“Era importante salire sulla Panigale R durante la pausa estiva, anche se gli allenamenti proseguono a pieno ritmo. Misano poi ha alcune caratteristiche in comune con il Lausitzring, quindi abbiamo ottimizzato il setup in vista della nostra prossima gara. Il feeling con la moto è molto buono, negi ultimi quattro round abbiamo fatto grandi passi avanti e siamo saliti sempre sul podio. Siamo pronti ad affrontare le prossime gare e fiduciosi di poter raccogliere risultati ancora migliori”.

A fianco di Davies e Giugliano, è sceso in pista anche Marco Melandri con il test team. Il ravennate ha così provato per la prima volta in configurazione Superbike la Panigale R che guiderà nel 2017, iniziando il lavoro sull’assetto di base con riscontri positivi sia dal punto di vista delle sensazioni in sella che dei tempi sul giro.

Marco Melandri: “Ho provato un’emozione incredibile a tornare in pista. Abbiamo lavorato con calma e metodo, riprendendo gradualmente gli automatismi e cercando innanzitutto di trovare la giusta posizione in sella per poi provare diverse modifiche di ciclistica ed elettronica per capire il comportamento della moto. Sono rimasto stupito in particolare dalla precisione dell’anteriore, fondamentale per il mio stile di guida. Pur senza concentrarci sui tempi, siamo stati più veloci delle aspettative. Ora proseguirò con il programma di allenamenti in vista dei prossimi test”.

Il team Aruba.it Racing - Ducati tornerà in pista dal 16 al 18 settembre all’EuroSpeedway Lausitz per il decimo round del Campionato Mondiale Superbike.

condivisioni
commenti
Eugene Laverty conferma: "Nel 2017 torno in Superbike con Aprilia!"

Articolo precedente

Eugene Laverty conferma: "Nel 2017 torno in Superbike con Aprilia!"

Prossimo Articolo

Giugliano: "La proposta 2017 di Puccetti è molto interessante!"

Giugliano: "La proposta 2017 di Puccetti è molto interessante!"
Carica commenti
SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante Prime

SBK, Ducati da mondiale: il rammarico di una stagione incostante

In una stagione così avvincente e con una classifica così corta, manca un po' all'appello Ducati, che vede assottigliarsi sempre di più la speranza di rivendicare il titolo a dieci anni dall'ultimo mondiale. Nonostante si mostri spesso efficace e nettamente superiore ai rivali, la Rossa di Borgo Panigale ha pagato l'incostanza in una stagione che non lascia margine di errore.

WSBK
23 set 2021
SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio? Prime

SBK: mondiale serrato, calendario incerto. Quanti punti in palio?

La stagione 2021 del mondiale Superbike sta regalando una lotta iridata serratissima e senza sconti. Tuttavia, è difficile fare calcoli a causa di un calendario ancora incerto e con l'ultimo round ancora non confermato a due mesi dal termine del campionato. Con uno scenario così aperto, quanti sono dunque i punti in palio?

WSBK
16 set 2021
Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits? Prime

Caso Razgatlioglu: è ora di rivedere la regola dei track limits?

La tripletta di Magny-Cours diventa una doppietta per Toprak Razgatlioglu, privato della vittoria in Superpole Race per aver superato i limiti della pista all’ultimo giro. Il caso Yamaha-Kawasaki riapre la questione dei track limits, considerati ormai un’esasperazione che condiziona fin troppo gli esiti delle gare.

WSBK
7 set 2021
Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo Prime

Ducati brilla per incostanza, i piloti lamentano scarso sviluppo

Al termine del round di Assen, i volti di Redding e Rinaldi sono tutt’altro che distesi. L’incostanza è il comune denominatore di una stagione che prende una piega sempre più ‘nipponica’, e i due portacolori ufficiali chiedono un maggiore sviluppo se vogliono continuare a lottare per il titolo.

WSBK
4 ago 2021
Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha? Prime

Locatelli e l’ombra Gerloff, ma Assen cambia le gerarchie Yamaha?

Garrett Gerloff è da sempre considerato la promessa del mondiale Superbike, tanto da ricevere le attenzioni della MotoGP e aver oscurato il pilota ufficiale Yamaha Superbike Andrea Locatelli. Ma il disastro di Assen cambia le gerarchie a Iwata?

WSBK
27 lug 2021
Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti" Prime

Ana Carrasco: "Essere donna non conta, vincere è difficile per tutti"

In questo nuovo appuntamento con Il Rosa dei Motori, Lorenza D'Adderio intervista Ana Carrasco. La campionessa del Mondiale SSP300 del 2018 si racconta, evidenziando quanto l'ottimismo e l'entusiasmo siano ingredienti fondamentali per chi, come lei, ha dovuto recuperare le forze dopo un tremendo infortunio. Una motociclista temeraria e di talento, che non è indifferente a un altro grande campione come Jonathan Rea...

WSBK
22 lug 2021
BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita? Prime

BMW sorprende a Donington: fuoco di paglia o rinascita?

Tom Sykes e Michael van der Mark difficilmente dimenticheranno il round di Donington, grazie ai podi conquistati e alla solidità mostrata durante tutto il weekend. BMW convince e non vuole che questi risultati siano una tantum. L’obiettivo in Olanda è dimostrare di essere cresciuti davvero e di poter dire la propria, dando prova del fatto che Donington è stato solo il punto di partenza di una rinascita.

WSBK
9 lug 2021
Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale? Prime

Profondo Rosso Redding: Donington segna l’addio al mondiale?

Scott Redding mette in archivio il round di Donington, il peggiore della sua stagione fino ad ora. Due zeri e neanche un podio sono il bilancio di un weekend che potrebbe segnare la fine della lotta iridata. "Difficile ma non impossibile", dice Redding. Ma da Assen serve la svolta.

WSBK
6 lug 2021